Redazionali Serie D

SERIE D: Il pareggio in rimonta porta l’Arzichiampo a 2 punti dai play-off

roveretto
Scritto da Federico Formisano

Continua la striscia positiva dell’ArzignanoChiampo che si porta a meno due dalla zona play off grazie al pari in rimonta col Belluno.

Servizio di Stefano Testoni

roveretto

Roveretto in azione

Continua la striscia positiva dell’ArzignanoChiampo che si porta a meno due dalla zona play off grazie al pari in rimonta col Belluno.

Servizio di Stefano Testoni

ARZIGNANOCHIAMPO-BELLUNO 1-1

ARZIGNANOCHIAMPO: Kerezovic, Toso, Vanzo, Maldonado (8′ st Odogwu), Biasi, Bertoldi, Scanagatta, Bortoli, Bernasconi (20′ st Roveretto), Grbac (37′ st Santuari), Tonani. All. Beggio. A disposizione Salsano, Antinori, Sandrini, Favre, Mezzina, Tirapelle.

BELLUNO: Borghetto, Petdji, Mosca (33′ st Bertagno), Masoch, Franchetto, Sommacal, Farinazzo (36′ st Marta Bettina), Dosso, Corbanese, Miniati, Duravia. All. Vecchiato. A disposizione M. Dalla Libera, D. Dalla Libera, Quarzago, Anzolut, Salvadego.

ARBITRO: Pirrotta di Barcellona.

RETI: st 16′ Farinazzo (B), 23′ Roveretto (AC).

NOTE: ammoniti Toso (AC); Mosca e Sommacal (B). Angoli 4 (AC), 10 (B). Recuperi 2′, 4′.

Partita difficile per i giallocelesti che soffrono e vanno anche in svantaggio ma hanno il merito di crederci trovando il colpo del pari che tiene i bellunesi a debita distanza. Un pari che fa ulteriore morale in vista della trasferta di domenica che vedrà Vanzo e soci ospiti della Triestina al Nereo Rocco.

La cronaca del match

Nell’undici titolare manca Romio dato in partenza col Belluno, per lui tribuna forzata con un collare. 4-3-1-2 per mister Beggio con Grbac che staziona dietro le due punte Tonani-Bernasconi. Il primo brivido dopo due minuti è firmato dal destro di Masoch che finisce alto sopra la traversa. La risposta gialloceleste al 12′ con Tonani che si gira dal limite e fa partire un rasoterra che esce a fil di palo. Al 18′ Bernasconi lanciato lungo da Maldonado mette dentro una palla che Tonani cerca di deviare con una rovesciata che non riesce. La morsa offensiva dell’ArzignanoChiampo si fa sentire e al 22′ prima Bortoli reclama un rigore per un presunto mani in area di Dosso e poi Bernasconi di testa manda di poco a lato su invito preciso cdi Grbac da corner. Al 32′ che rischio per Biasi che nel tentativo di spazzare fuori un cross di Mosca dalla sinistra devia la palla di poco sopra la traversa di un Kerezovic sorpreso.

Sugli sviluppi dell’angolo Masoch colpisce bene di testa sulla battuta di Duravia ma i riflessi del numero uno gialloceleste sono prontissimi e la paratona vale il lungo applauso del pubblico di casa. Al 41′ Farinazzo in area calcia a botta sicura ma Biasi devia quel tanto che basta per mettere la palla in corner. Nel finale di tempo ancora Belluno pericoloso dalle parti di Kerezovic con Mosca che strozza il sinistro rasoterra che fa la barba al palo non coperto con palla che esce sul fondo. Al 45′ sussulto di Grbac che lancia millimetrico per Tonani che entra in area e gira di prima intenzione ma trova la risposta di Borghetto che ribatte la sfera sulla gambda di un difensore ospite che nega un gol che pareva fatto. Ultimo brivido e squadre al riposo.

Nessun cambio nella ripresa con la panca gialloceleste che intensifica comunque il riscaldamento. Al 7′ Bertoldi salva sulla linea un colpo di testa di Masoch sugli sviluppi di un corner battuto da Duravia. All’8′ il primo cambio con Odogwu che torna in campo di fronte i tifosi amici dopo una lunga assenza, fuori Maldonado e giallocelesti a versione offensiva. AL 16′ pasticcia la difesa gialloceleste che regala una palla d’oro a Masoch che gira verso Farinazzo che indovina l’angolo giusto per trafiggere Kerezovic e portare avanti i bellunesi.

Risponde subito Grbac con un destro potente dal limite che non inquadra però lo specchio della porta. Al 23′ il pari del neo entrato Roveretto che sul secondo palo si fa trovare pronto a mettere dentro il tap in vincente con un colpo di testa preciso che chiude un’azione tutta di prima dei giallocelesti. Al 35′ Grbac fa impazzire con un paio di numeri il pubblico, palla a Bertoldi che mette dentro un cross teso dove arriva Odogwu che manda alto graziando Borghetto. Al 40′ punizione dalla lunetta con Bertoldi che scarica dal limite ma la barriera respinge il tiro al mittente. Giallocelesti in assedio all’area bellunese, sponda di Bortoli per Odogwu che si gira in mezzo all’area ma Borghetto para sicuro.

 

Sull'Autore

Federico Formisano