Serie D

Arzignano ancora rimontato! con il Cjarlins Muzane finisce 2-2

Scritto da Federico Formisano

Arzignano Val Chiampo: Dani, Romio, Scandilori, Kostadinovic, Bigolin Maldonado, Hoxha, Forte, Odogwu, Ilari, Fracaro; A disposizione: Colesso, Toso, Vanzan, Santuari, Ferretti, Turea, De Anna, Raimondi. Allenatore. Italiano

Cjarlins Muzane: Vidizzoni, Zossi, Geromin, Busetto, Piscopo, Dukic, Episcopo, Leonarduzzi, Fabbro, Migliorini, Smirtnik A disposizione: Calligaro, Cudini, Zuliani, Spetic. Piccolotti, Dussi, Roverettto, Moras, Del Piccolo, Allenatore Lugnan

Arbitro Beretta di Monza

Si gioca ad Arzignano l’anticipo della partita del campionato di D, prima giornata, fra Arzignano Val Chiampo e Cjarlins Muzane.

Italiano non dispone di Antinori e Veratti e schiera Odogwu punta avanzata con Fracaro e il giovane Hoxha sugli esterni.

Mister Lugnan porta in panchina l’ex Roveretto mentre gioca dall’inizio l’ex dell’Altovicentino Zossi che si schiera sulla corsia di destra.

Si gioca su un campo in condizioni impossibili: la pioggia battente che è caduta su Arzignano prima della gara e durante  tutto il primo tempo ha reso il terreno del Dal Molin quasi inagibile.  L’Arzignano certamente ha risentito del campo pesante: i suoi giocatori sono portati a giocare con la palla a terra mentre gli avversari molto più forti fisicamente hanno saputo essere più aggressivi e sono arrivati quasi sempre in vantaggio sui colpi di testa e sulle seconde palle.

Dopo la classica fase iniziale in cui le due squadre si sono studiate a centrocampo la gara si accende dopo la mezzora: al 35′ passa in vantaggio l’Arzignano con Fracaro il quale con grande intelligenza sorprende Vidizzoni fuori dai pali dopo un rinvio che si è fermato sul campo pesante.

Ma nemmeno 7′ dopo i friuliani di Lugnan trovano il pareggio grazie alla rete di Fabbro, l’attaccante che anni addietro aveva giocato anche in provincia di Vicenza con l’Eurotezze.

Il primo tempo si è concluso sul risultato di 1-1: nelle prime gare ufficiali dell’Arzignano c’è finora una costante, la squadra riesce a passare in vantaggio (addirittura domenica scorsa era andata sul 2-0 ) ma non gestisce il risultato. Nel caso di questa gara va comunque detto che il campo è stato molto condizionante

Ad inizio ripresa il campo comincia a migliorare e L’Arzignano torna in vantaggio l’Arzignano grazie a Ilari che raccoglie una respinta del portiere.

Al 21′ del secondo tempo Lugnan butta in campo Roveretto, l’ex di turno, ed ex di Altovicentino e Montecchio, il quale non fa ora a prendere posto in campo che gli arriva la palla giusta e pareggia. Ancora una volta l’Arzignano si fa rimontare  domenica scorsa dal 2-0, con risultato finale di 3-3,  questa volta due volte in vantaggio e due volte rimontato!

roveretto

Roveretto in una foto di repertorio

L’Arzignano si porta in avanti alla ricerca del vantaggio ma i friulani chiudono bene gli spazi. Italiano gioca anche la carta Raimondi ma senza esito. Finisce così con un pari che non soddisfa l’ambiente arzignanese e che invece dà morale alla giovane squadra friulana.

 

 

 

 

 

Sull'Autore

Federico Formisano