Eccellenza

Valdagno Vicenza in crescita: buon pari con il Montecchio

Scritto da Federico Formisano

Esce dalla competizione il ValdagnoVicenza ma vista la buona prestazione il bicchiere è comunque mezzo pieno

ValdagnoVicenza:  Boaretto, Pertile, Gianesini,  Zanin, Aliberti,Panarotto, Critelli, Placido, Bressan, Quintieri ©, 1Mezzina. A disposizione in panchina: Casagrande,  Gatto,  Oselladore, Antonello,  Di Maggio, Corbetti,  Forte. Allenatore:  Lelj

Montecchio:Pilan, Bevilacqua, Rigodanzo, Tresso, Nikolic, Poletti,  Santacatterina, Parise,  Primucci,  Calgaro, Casarotto. A disposizione in panchina:  Bertoldo, Benetti, Groppo, Stefanello, Fava,  Pilan, Ghiotto. Allenatore: De Forni

Nel secondo turno del Girone 3 di Coppa Italia di Eccellenza va in scena sul sintetico di Via Pascoli a Vicenza il derby tra il ValdagnoVicenza ed il Montecchio. Gli ospiti sono squadra collaudata e forte e la partenza della partita dimostra che sono venuti a giocarsela con l’obiettivo di portare a casa l’intera posta. La prima occasione è infatti del Montecchio al 7’ su calcio da fermo battuto in area dalla trequarti sinistra. La palla viene anche messa in rete dagli attaccanti ospiti, ma il gioco è abbondantemente fermo per un fallo in attacco fischiato dal direttore di gara, il Sig. Matteo Dal Zilio della sezione di Treviso. Ancora pericoloso il Montecchio al 12’ su cross dalla destra di Santacatterina con Calgaro che schiaccia troppo il pallone di testa di fatto passando la palla all’attento portiere di casa Boaretto. Intorno al 15’ si fa finalmente in avanti la squadra di casa con due azioni di cui la seconda, al 16’, è la prima vera occasione da gol dell’incontro con Critelli che scende bene sulla sinistra e mette un bel cross teso a centro area dove a Bressan non riesce bene la girata dall’altezza del dischetto permettendo la comoda parata al portiere ospite Damiano Pilan. Al 21’ un’azione fotocopia di quella appena raccontata permette al Montecchio di andare in vantaggio: è Casarotto che lavora bene il pallone sulla fascia sinistra e mette un bel cross teso rasoterra a centroarea dove  Primucci si fa trovare pronto alla girata sottoporta che non lascia scampo all’incolpevole Boaretto. Nonostante lo svantaggio i padroni di casa hanno il merito di non scomporsi e di restare in partita cercando anzi di alzare il baricentro alla ricerca del pareggio. Pareggio che raggiungono al 29’ per merito di Bressan che sfruttando un bel passaggio a seguito di una rimessa laterale dalla sinistra, stoppa bene la palla in area mettendo fuori tempo il diretto marcatore e con un rasoterra in diagonale infila la palla sul palo lontano. Il Montecchio pare subire psicologicamente il gol subito ed il finale di tempo è tutto di marca ValdagnoVicenza che al 40’ ha una buona occasione per andare in vantaggio ancora con una girata di  Bressan questa volta sul primo palo che chiama il portiere Pilan alla parata d’istinto di piede e che, dopo una bella girata in corsa di Placido al 41’ che sorvola la traversa, trova il meritato vantaggio al 43’ con un eurogol di Quintieri che dalla lunga distanza dà prima l’impressione di voler smistare la palla ad un compagno sulla fascia ma poi si coordina e lascia partire un autentico bolide che si infila a mezza altezza assolutamente imparabile per l’estremo difensore ospite.

Quintieri alle spalle di Gambino (foto di Federico Formisano scattata mercoledì sera in occasione dell’amichevole con la Calidonense)

La ripresa si apre con gli ospiti che, come nel primo tempo, si gettano in avanti nel tentativo di sorprendere i padroni di casa ma senza creare dei veri pericoli per la porta del ValdagnoVicenza. Al 14’ il gol del pareggio: Casarotto si libera bene al limite ed inizia un balletto tra i difensori di casa che lo porta ad un contatto in area con una gamba avversaria che l’arbitro decide di punire con il calcio di rigore. Sicuramente un’ingenuità della difesa del ValdagnoVicenza che avrebbe dovuto impedire alla punta avversaria di entrare in area palla al piede, sicuramente un po’ di furbizia da parte dell’attaccante che non fa nulla per rimanere in piedi non appena entrato in contatto con un avversario che non cercava il contatto falloso, fatto sta che il direttore di gara decide per la massima punizione che  Calgaro realizza infilando la palla alla destra di  Boaretto.

Calgaro ha pareggiato su rigore

Raggiunto il pareggio la partita vive un momento di equilibrio e si deve arrivare intorno al 30’ perché l’incontro improvvisamente si infiammi con un’occasione al 32’ per il terzino del Montecchio  Rigodanzo, diagonale al volo che si perde non di molto sopra la traversa e soprattutto con un’occasionissima al 38’ per i padroni di casa con  Zanin che entrato in area dalla sinistra cede la palla indietro al compagno  Forte che tocca in anticipo sull’uscita del portiere con la palla che danza sulla linea di porta prima di uscire sul fondo. Ancora pericolosamente avanti il ValdagnoVicenza al 43’ con Zanin che si porta un buon pallone dentro all’area ma poi perde il momento buono per la battuta a rete ma l’ultima occasione, in pieno recupero, è per il Montecchio che non approfitta di un errore difensivo con Fava che a due passi dalla linea di porta apre troppo il piatto destro non centrando la porta avversaria.

Finisce quindi 2-2 una partita divertente, con molti gol e molte occasioni, ben giocata da entrambe le squadre e che entrambe le squadre potevano vincere ma anche perdere. Soddisfatti comunque entrambi gli allenatori a fine gara con il tecnico ospite Davide De Forni che dopo essersi detto contento di avere l’opportunità di andare a giocarsi la qualificazione in uno scontro diretto con la Belfiorese, anch’essa a 4 punti, il prossimo 20 settembre, non ha mancato di complimentarsi con gli avversari: “una bella partita, il ValdagnoVicenza ha giocato con generosità e voglia, squadra “nuova” che si dica ma che ha fatto vedere il suo”. Soddisfatto anche Mister Filippo Lelj che così ha voluto analizzare la partita dei suoi ragazzi: “meglio di domenica scorsa, anche se non avevamo fatto male nemmeno domenica scorsa. La squadra deve crescere, abbiamo molti giocatori giovani, ci manca un po’ di esperienza in alcuni momenti della partita. Con un po’ di pazienza, lavorando, cresceremo anche sotto questo punto di vista. Comunque una bella partita, con tante occasioni da ambo le parti. Loro sono una compagine più collaudata e proprio per questo mi è piaciuto l’atteggiamento della mia squadra che è andata in svantaggio, ha reagito, ha provato a continuare a giocare, ha trovato il pareggio ed è andata anche in vantaggio”. Contento infine anche il Presidente del ValdagnoVicenza, Roberto Maria Coda, che dopo aver ricordato di aver contato almeno 5 nitide palle gol da parte dei suoi, si è detto “particolarmente soddisfatto per aver visto la squadra giocarsela alla pari contro un avversario che, a detta di molti addetti ai lavori, è strutturato per puntare alla promozione. Anche oggi si è visto un ulteriore miglioramento rispetto alle precedenti prestazioni in precampionato e in Coppa e questa è la dimostrazione che il lavoro che quotidianamente si fa sta iniziando a dare i suoi frutti cosa che ci dà buone speranze per gli impegni di Campionato che da domenica ci aspettano”. (sc)

In copertina un’altra foto inedita dell’amichevole con la Calidonense

Sull'Autore

Federico Formisano