Eccellenza

Un tempo per uno tra ValdagnoVicenza e Sona

Scritto da Stefano Campana

Buon pareggio esterno per la squadra di Mister Lelj in casa del Sona nella partita d’esordio del Campionato di Eccellenza

Sona: 1. Bertasini; 19 Lavarini; 5 Bertasi; 12 Hanine; 13 Pangrazio; 23 Beghin; 21 Leardini; 8 Cipriani; 9 Adriano; 10 Vecchione; 11 Cattaneo. A disposizione in panchina: 77 Pirelli; 26 Masoli; 88 Messetti; 4 Caraccio; 7 Valbusa; 16 Padovani; 6 Dolci. Allenatore: Luigi Possente

ValdagnoVicenza:  Casagrande ©, Pertile,  Gianesini,  Zanin, Aliberti,  Panarotto,  Forte,  Critelli, Bressan,  Quintieri, Mezzina. A disposizione in panchina:  Boaretto,  Gatto,  Oselladore,  Antonello,  Di Maggio, Palumbo, Placido. Allenatore: Filippo Lelj

Arbitro: Riccardo Castellin (Sezione di Este)

Assistenti: Dimitri Bellori (Sezione di Verona) e Andrea Maistrello (Sezione di Schio)

Mister Filippo Lelj aveva messo le mani avanti nei giorni che avevano preceduto l’inizio del campionato, sottolineando come l’aver costruito una squadra praticamente tutta nuova e con molti giovani avrebbe reso molto dure le prime partite e come la vera squadra si sarebbe vista dopo 4-5 giornate.

Se così dovrà essere allora c’è da ben sperare per il ValdagnoVicenza perché quella vista a Sona, almeno nei primi 60 minuti è una squadra che comincia già a mostrare una sua identità e un suo gioco, che ha tenuto bene il campo e che ha affrontato la trasferta senza alcun timore reverenziale e con la voglia di portare a casa un risultato positivo. Certo i margini di miglioramento ci sono e passeranno attraverso l’inevitabile processo di maturazione che una squadra così giovane dovrà affrontare, ma proprio questo induce a guardare il futuro con un certo ottimismo.

Partono forte i vicentini e la prima conclusione arriva con  Mezzina dopo nemmeno 53 secondi e frutta un calcio d’angolo sul quale il ValdagnoVicenza si rende pericoloso prima di testa e poi, sulla ribattuta del portiere, con una conclusione di  Zanin fuori di una spanna. La prima occasione per i padroni di casa arriva invece al 10’ su calcio piazzato dalla trequarti battuto all’interno dell’area dove il centravanti Adriano colpisce di testa da distanza ravvicinata chiamando il portiere ospite Casagrande alla respinta d’istinto. Cinque minuti dopo sono ancora i vicentini ad andare vicini al vantaggio con una punizione battuta magistralmente da Quintieri verso il palo lontano dove Bressan arriva in anticipo sul diretto marcatore ma di un attimo in ritardo per colpire la sfera. Al 41’ l’azione che frutta il vantaggio per il ValdagnoVicenza; Forte entra in area palla al piede e cade stretto nella morsa di tre difensori avversari. Il direttore di gara, Sig. Riccardo Castellin, non ha dubbi e indica il dischetto del rigore sul quale si porta  Quintieri che con freddezza spiazza il portiere locale Bertasini con un rasoterra che si infila lambendo il palo alla sinistra dell’estremo difensore. La reazione dei padroni di casa è veemente e frutta un’occasione al 44’ con  Cattaneo che dal dischetto del rigore calcia sopra la traversa una comoda conclusione.

Quintieri trasforma il rigore

Andati al riposo in vantaggio gli ospiti entrano in campo nella ripresa e, almeno per i primi 25 minuti, sembrano in grado di poter controllare l’avversario rendendosi anche pericolosi con veloci ripartenze. Poi però, complice anche un calo dei vicentini, il Sona comincia a prendere in mano le redini del gioco e a spostare ulteriormente in avanti il baricentro del proprio gioco alla ricerca del pareggio. Pareggio che raggiunge al 32’ sugli sviluppi di una rimessa laterale all’altezza della bandierina del fronte sinistro dell’attacco. Messetti si sbarazza di fisico del proprio marcatore e dalla linea di fondo crossa teso un pallone che la difesa ospite ha la colpa di lasciare passare, attraversare tutta l’area e giungere sul secondo palo dove arriva in corsa il centravanti Adriano che da pochi passi non può sbagliare. Il gol subito ha l’effetto di risvegliare anche gli ospiti e l’ultima parte della gara vede continui rovesciamenti di fronte, senza però che nessuna delle due squadre riesca a prevalere sull’altra.

Finisce quindi 1-1 una partita divertente, giocata a viso aperto da entrambe le formazioni. Certo resta il rammarico per i vicentini di essere andati in vantaggio e di non aver saputo portare a casa il bottino pieno, ma è comunque un buon punto in trasferta per il ValdagnoVicenza e un buon inizio di campionato per una squadra giovane che potrà solo crescere.

Inevitabile la soddisfazione a fine partita del Presidente Roberto Maria Coda e del tecnico vicentino: “Buona prova” ci ha detto Mister Filippo Lelj “stavamo per portare a casa 3 punti molto importanti su un campo difficile e contro una squadra molto attrezzata. Bravi tutti i ragazzi per l’atteggiamento e per l’attenzione con cui hanno affrontato la partita. Hanno messo in campo il massimo impegno possibile. Su questa strada continuando a migliorare ci toglieremo delle belle soddisfazioni”. (sc)

 

 

 

Sull'Autore

Stefano Campana