Seconda Categoria

Seconda Categoria, girone G: il punto

Scritto da Federico Formisano
Nuovo cambio al vertice nel girone bassanese di seconda categoria. Lo scontro diretto tra Tezze sul Brenta ed Arten ha visto prevalere infatti questi ultimi, la squadra feltrina infatti grazie al gol di Tavernaro a fine primo tempo ha potuto così superare i diretti concorrenti e portarsi a 22 punti in testa al girone. A ruota e sempre sul pezzo il Real Stroppari che si è portato a 21 punti grazie alla sonante vittoria per 6-0 contro l’Arsenal Cusinati. La squadra della frazione (Stroppari) supera così di un punto la compagine di Tezze sul Brenta e grazie all’ennesima gara terminata senza subire reti si conferma in solitaria miglior difesa del torneo (3 reti subite) e secondo miglior attacco. Dietro alle prime tre non molla nemmeno la Virtus Romano che si porta a soli 4 punti dalla testa grazie alla quarta vittoria consecutiva. In quello che è stato un vero e proprio derby contro il Fellette (le due squadre giocano nello stesso stadio) i gialloverdi hanno schiantano i gialloblù per 2-1 grazie ai gol di Cannella e Tosin, relegando all’ultimo posto in classifica i cugini di Fellette. Rallenta ancora invece il San Pietro di Rosà che nelle ultime 4 partite ha raccolto solo 3 punti. A onor del vero però le pantere arancionere si sono dovute fermare ad un pareggio con una delle squadre più in forma del periodo: il Colceresa che sta beneficiando del gran periodo del proprio numero 10 Luca Caron che sta sopperendo allo scarso minutaggio fornito da bomber Seganfreddo, ancora poco utilizzato in quel di Mason. Nella sfida di metà classifica tra Eagles e Santa Croce è la squadra di Crespano a battere a domicilio per 4-1 i verdecrociati che dopo le belle 3 vittorie consecutive hanno portato a casa solo un pugno di mosche e ben 7 gol subiti nelle ultime due gare. La Lampo con il pareggio contro il Marchesane perde proprio la possibilità di raggiungere il Santa Croce e resta quindi appena sopra alla zona di galleggiamento per evitare i playout. Dopo il vantaggio del Marchesane il pareggio nel secondo tempo di Pigatto ha portato un punto comunque importante per i carmignanesi che però non hanno sfruttato a meglio il doppio turno casalingo riservatogli dal calendario. Sesta partita su nove senza reti invece per la Lamonese che è caduta contro un cinico Castion che sta legittimando un grande inizio di campionato con delle vittorie che lo stanno portando stabilmente in zona playoff. Sorpresa invece nel match di Pozzoleone dove l’S.p.f., una delle squadre più in crisi del momento, è andata a vincere contro l’Eurocalcio Cassola che era dato invece in grande crescita dopo una vittoria netta nella scorsa giornata, che sembrava aver dato il via a una bella rincorsa verso le prime posizioni. La doppietta del difensore Boscato e il gol del rientrante Lievore hanno regalato nuova linfa vitale ai ragazzi di Pozzoleone.
TOP DELLA DOMENICA
Quinto gol e seconda doppietta personale per Giordano Stefani dell’Eagles Pedemontana. Classe ’89 e esperienze importanti al Football Valbrenta e al Pove per l’attaccante del team di Crespano è un grande inizio di campionato che lo porta appunto alla prima menzione in questa speciale piccola rubrica.

Giordano Stefani

Prima menzione anche per Josè Luciano Lievore, attaccante scuola Azzurra Sandrigo di origine argentina già passato per Pozzoleone due anni fa. Con il suo gol vittoria al rientro dopo un infortunio potrebbe aver dato la giusta carica all’ S.p.f. per affrontare un campionato difficile ma non impossibile.
Lievore
Seconda volta invece nella Top della domenica per Zouhair Louriga ala di origine magrebina del Real Stroppari. Ventenne al primo anno in biancorosso con la doppietta realizzata domenica può contare già 5 gol, non male per un esterno.
LE CRONACHE
Lamonese – Castion 0-1 Una Lamonese bella quanto sfortunata esce sconfitta tra le mura amiche contro un Castion Loria più cinico, abile nello sfruttare le poche occasioni da rete che capitano tra i piedi dei suoi attaccanti. Da una di esse nasce proprio il gol, che al 63’ condanna i padroni di casa. Nonostante il risultato negativo, la squadra di Rech non demerita sul piano del gioco, anzi: la Lamonese si dimostra viva ma i suoi attaccanti, che dovrebbero regalarle i tre punti, faticano a fare gol. Il problema si ripete ad ogni partita e ora, dopo l’avvio di stagione poco brillante, la Lamonese si ritrova nei bassifondi della classifica, in piena zona playout, a soli tre punti dall’ultimo posto. Il cammino verso la salvezza inizia a farsi difficile….. Al 30’Torresan colpisce il palo su punizione ma la reazione della Lamonese non si fa attendere: Iagher sfiora il gol di testa su calcio d’angolo (31’), così come fa Tollardo su punizione (39’).

Nel secondo tempo sale la nebbia e con essa arriva la doccia gelata: Silla (55’) non riesce a deviare in rete una respinta corta di Bordin e poco dopo (63’) Torresan pesca Brotto sulla trequarti della Lamonese: la punta avanza in area, dove dribbla Tollardo lasciando partire un missile centrale sotto la traversa, siglando il vantaggio ospite. La Lamonese combatte ma nel finale rischia anche di subire il raddoppio con Campagnolo (37’). (dal Corriere nelle Alpi)

Lampo – Team Cà Ba Marchesane 1-1 Un pareggio che muove la classifica ma che non può renderci felici. In una partita che potevamo vincere andiamo sotto subito ma recuperiamo a inizio ripresa con Nicholas Pigatto al 4° centro stagionale. Facciamo la partita e sbagliamo un paio di gol ma alla fine è solo grazie al nostro numero 1 Mironi e alle sue parate che si materializza il nono punto stagionale! (Da Facebook Lampo)
Tezze sul Brenta – Arten 0-1 All’Arten il big match, ora i bellunesi hanno il dovere di pensare in grande. Sul campo del Tezze è stata un’autentica battaglia. Troppo alta la posta in palio e troppo pesante il campo, per gli amanti del fioretto. Sono 90’ di autentica battaglia, ma soprattutto di grande intensità. Decisive, sul punteggio di 0-0, le parate di De Cia, che blinda la propria porta con un paio di grandissimi interventi. A risolvere la gare è il tocco in mischia di Tavernaro, bomber inaspettato, che sugli sviluppi di un calcio d’angolo regala il primato in solitaria all’Arten. Nella ripresa i tentativi del Tezze vengono arginati con grande maturità.  (dal Corriere nelle Alpi)
CLASSIFICA MARCATORI
12 reti: Argenta (Arten)
5 reti:  Campagnolo (Castion), Jurkovic (Fellette), Stefani (Eagles Pedemontana), Louriga (Real Stroppari) Dissegna (Tezze sul Brenta),
4 reti: Valente (Arsenal Cusinati), Faoro (Arten), Dissegna M.(Eurocalcio), Reato (Lamonese), Pigatto (Lampo), Caron (Colceresa)
3 reti: Seganfreddo (Colceresa), Sanader, Menegon (Eagles Pedemontana), De Rossi, Borsato (S.Pietro), Petreski, Angelini (Santa Croce), Anziliero (Real Stroppari) Cannella (Virtus Romano)
L’Arten si gode il primato ma resta con i piedi per terra (dal Corriere nelle Alpi)
E primo posto fu. Sembrano le parole di una favola e per certi versi lo è: contro tutti i pronostici, l’Arten del presidente Fabrizio Cappellin occupa il primo posto nel girone G di Seconda Categoria. Dopo aver superato in trasferta il Tezze grazie ad una rete di Tavernaro la squadra può ora guardare tutti dall’alto in basso.

Sette vittorie, un pareggio e una sconfitta su un totale di nove giornate di campionato sono un dato record per una neopromossa, che vanta la prima presenza in assoluto in questa categoria, senza contare i venti gol all’attivo, che significano una sola cosa: migliore attacco del girone. E un bomber autore di dodici reti, Antonio Argenta. A parlare del primo posto del suo Arten è il presidente Cappellin.

«Il primo posto non è per niente casuale, anzi: è frutto di un gruppo straordinario. Il bello di tutto questo è che ci eravamo messi insieme per caso e adesso eccoci qui. Uno dei segreti dell’Arten è che ognuno da il meglio di sé e ci tiene a dimostrare di voler far bene, ad ogni singola partita e non solo. Ho chiesto però una cosa alla squadra di non montarsi la testa, perché sono contento del primo posto in campionato, come lo sono tutti del resto, però l’obbiettivo deve rimanere la salvezza e ci mancano ancora dei punti per raggiungerla. Bisogna rimanere cauti».

Nervi saldi dunque, anche se «sognare non costa nulla – prosegue il presidente – e tutto ciò che di bello viene già dalle prossime partite sarà ben accetto. Non mi sarei mai aspettato che la mia squadra si trovasse al primo posto a questo punto della stagione».

La pensa allo stesso modo anche il bomber Argenta.

Argenta (da www.corrierealpi.gelocal.it )

«Non è il caso che ci ha fatti arrivare al primo posto, ma il lavoro di un gruppo che è coeso e umile e che possiede dei valori. La vittoria contro il Tezze l’Arten l’ha ottenuta con il cuore. Vogliamo fare qualcosa di grande in questa stagione e secondo me non dobbiamo accontentarci ma cavalcare la cresta dell’onda di questo bel momento: le altre squadre avranno oltretutto un budget da spendere per rinforzarsi, mentre noi non ce l’abbiamo, ma non ha importanza. Noi come squadra lotteremo con i nostri mezzi dimostrando a chi verrà a vedere le partite di che pasta siamo fatti».

La punta parla infine della classifica cannonieri: «Non penso al numero dei gol che farò in campionato. Ciò che conta è vincere tutti insieme».

Sull'Autore

Federico Formisano