Prima Categoria

Pedemontana coglie tutti i Jolly; Stanga al palo !

Scritto da Federico Formisano

STANGA VI EST- PEDEMONTANA 1-3

STANGA VI EST: Fabbi; Omar; Marin; Coulibaly(34’st Secco); Pianezzola(C); Rovetti; Pavan; Sacchetto(32’st Piazza e dal 49’st Miotello) Liotto, Mongelli(42’st Nassiri),  Mbaye. A disposizione: Berno; Fracasso; Loda. Dirigente uff.: Andreotti

PEDEMONTANA: Anzolin; Faccin; Bigolin; Genero(C); Ballardin; Frigo; Moro; Apolloni(38’st Bertoldo); Marcolin(14’st Busellato); Battaglin(45’st Rebaglio); Pasin(21’st Chemello). A disposizione: Cavedon; Dal Zotto; Dal Sasso. All. Bizzotto

Arbitro: Alessandro Geremia Bassano del Grappa

Reti: 8’pt Battaglin(P); 36’pt Mongelli(r)(S); 24’st Battaglin(P); 29’st Frigo(P)

Ammonizioni: 20’pt Marcolin(P); 45’pt Mbaye(S), Moro(P); 17’st Pasin(P); 31’st Liotto(S); 50’st Busellato(P)

Articolo di Lorenzo Battilana foto di repertorio

In questo turno di campionato alla Stanga arriva la Pedemontana, squadra che veleggia nelle zone nobili della classifica e non ci mette molto a dimostrare il suo valore, quando all’ 8’ si porta in vantaggio con una punizione magistrale di Battaglin, il quale, all’ altezza del limite dell’area defilato sulla sinistra, fa partire un fendente che si va a spegnere sul palo lungo sotto il sette, lasciando di sasso Fabbi.

Battaglin Andrea by Benedetti

Andrea Battaglin (foto Benedetti Vallenari)

In realtà questa marcatura è un fulmine a ciel sereno in un match che vive di folate estemporenee, e ciò persiste senza grossi pericoli per le due porte fino al 35’, quando il direttore di gara concede un calcio di rigore alla Stanga Vi Est per un fallo commesso dal portiere Anzolin, reo di aver colpito Mbaye in uscita. Dal dischetto si presenta Mongelli che non sbaglia fissando il punteggio sull’1-1. La squadra di casa prende coraggio ed è lo stesso numero 10 ad avere la grande chance per ribaltare la contesa prima dell’intervallo, ma solo davanti al portiere calcia sul palo esterno, ed è questa anche l’ultima emozione della prima frazione di gioco.

Mongelli Riccardo

Nella ripresa gli ospiti iniziano con un piglio decisamente diverso, chiudendo la Stanga Vi Est nella trequarti, andando vicino al vantaggio per ben due volte a cavallo del 9’, prima con Pasin che in mischia colpisce clamorosamente la traversa da due passi e poi con un tiro dal limite di Battaglin che trova l’attenta respinta di Fabbi; stessi protagonisti ma diverso risultato al 24’ quando lo stesso attaccante ospite raccoglie di testa un cross, insaccando il pallone alle spalle dell’incolpevole portiere di casa. La Stanga prova a riversarsi in avanti, ma senza essere mai particolarmente incisiva, se non con una conclusione di Pavan al 28’ facilmente parata da Anzolin, ed anzi al 30’ subisce il definitivo colpo del k.o., quando Frigo mette in rete a pochi centimetri dalla porta un assist al bacio del solito Battaglin, alla fine con due gol e un assist vero e proprio trascinatore degli ospiti e mattatore dell’ incontro. La Pedemontana ora può pensare in grande dopo essersi portata a soli tre punti dal Tezze capolista, per la Stanga Vi Est invece la classifica si fa complicata, così come la situazione infortuni, a questo proposito anche quest’oggi Piazza è uscito molto dolorante al polso dopo essere caduto male in seguito ad un duello aereo, speriamo non sia nulla di grave.

 

Sull'Autore

Federico Formisano

  • paolo

    10° Giornata : VINTE 2 PAREGGIATE 1 PERSE 7 ANCORA CON LA STORIA ” INFORTUNI”………basta !!! la squadra e’ questa.

    • Bepi Battocchio

      Caro Paolo. In realtà, calendario alla mano, nelle ultime partite del girone di andata la squadra ha la possibilità di portare a casa quantomeno altrettanti punti rispetto a quelli concessi dall’attuale classifica. Non rinnego il mio pensiero di una salvezza tranquilla. Capitolo infortuni: quando si gioca in un campo sintetico praticamente privo di intaso, pieno di buche e duro come il cemento, gli infortuni ne sono la naturale conseguenza. Anche nel caso di banali cadute come mi sembra di interpretare dall’articolo quella di ieri (“caduto male in seguito ad un duello aereo”)..Non va quindi data la colpa alla malasorte per tutti questi infortuni. Basterebbe mettere il giusto intaso.