Seconda Categoria

Il Sossano e la Nova Gens disputano due derby

Scritto da Federico Formisano

Nel primo tempo Nova Gens in vantaggio, nel secondo grande rimonta del Sossano che porta a casa due punti importanti

Sossano:  Zanchetta, Valentini, Mstafi S., Talma, Viadarin, Vencato, Mazzucco (Guarino D. dal 75’), Lovisetto, Girardi (Guarino L. dal  52’), Milan, Maran (Giacomin dal 84’),   A disposizione:  Costalunga, Bastianello, Guiotto, Cassan;  Allenatore: Busato

Nova Gens: Belverato, El Ghefry, Belluzzo, Othia, Alcesti, Biasin (Tadoumant dal 64’), Fongaro (Monchelato dal 75’),  Aiello, Bertelli, Ferro, Sardi (Menegotto dal 84’),. A disposizione:  Mstafi B. Visentin, Fattori, Crema A. Allenatore  Crema Eros

Arbitro: Nicolò Polcan di Padova

Reti: Fongaro (NG) al 23; Vencato al 47’, Maran al 60’, Milan al 63’ su rigore,  Fongaro (NG) al 74’ Milan al 93’

Note: un minuto di raccoglimento per ricordare Corrado Bertola, figlio di Gianni a cui è dedicato lo Stadio di Sossano.

Servizio e foto di Federico Formisano

Una gara delicata: la Nova Gens è in lotta per le prime piazze con 16 punti fin qui conquistati eppure già staccato di 5 dal duo di testa formato da Montagnana e Ponso. Mister Crema e l’ambiente noventano sanno di non poter perdere altri punti per strada. Il Sossano per contro ha la miseria di 5 punti, ha vinto una sola volta e deve già recuperare dalle squadre che stanno davanti. In più l’autostima è sotto i tacchi visto che negli ultimi due campionati gli episodi negativi e le sconfitte hanno prevalso nettamente sulle gioie.

Condiamo il tutto con la vecchia ruggine che divide chi gioca comunque a pochi chilometri di distanza: tradizionalmente prima dell’arrivo del Rivereel Sossano e Nova Gens hanno tenuto alto il vessillo del basso vicentino nel calcio. In sostanza questo è il derby sudista per eccellenza.

E quindi ci si aspetta che  la gara sia  sentita, combattuta e giocata a livelli agonistici quasi esasperati.

Il mister del Sossano Busato non dispone del miglior Guarino che ha avuto una mezza influenza in settimana e non si allenato con continuità e lo manda a far compagnia al figlio Luca in panchina; assenti anche Moro, Eppiani,  Giacomuzzo e Strazzacappa. Il mister inserisce Girardi  in avanti sostenuto sulla destra da Milan e sulla sinistra da Maran. A centrocampo agiscono Mazzucco e Lovisetto con il capitano Talma che fa il regista.

La Nova Gens risponde con Fongaro molto arretrato in copertura della fascia destra ma pronto a sganciarsi sulla fascia di competenza con El Gheffry centrale a fianco di Alcesti e con Biasin avanzato sulla fascia destra ad assecondare l’azione offensiva di Bertelli e Sardi.

La partenza del Sossano è molto buona : Girardi dopo 1’ trova la conclusione dal limite che colpisce il palo con Belverato battuto.  Nell’azione immediatamente successiva si accende una mischia sbrogliato non senza qualche difficoltà.  Ma l’azione del Sossano perde di penetrazione e cresce la Nova Gens che comincia a lavorare palloni su palloni:  colpisce il dinamismo di Othia  ma anche la fisicità con cui Bertelli interpreta il ruolo offensivo giocando molte palle per i compagni.  Fongaro pur partendo da dietro è spesso pericoloso, così come Sardi che intorno al 20’ calcia a lato.

Al 23’ la Nova Gens passa: Bertelli va via di forza sull’out di sinistra e centra per Fongaro che realizza. Il Sossano risponde solo con un tiro da fuori di Milan.  Poi ci prova anche Girardi ma la conclusione è assorbita con facilità da Belverato.

Il tempo si conclude con il vantaggio della Nova Gens che pare complessivamente meritato perché la squadra rossoblu è apparsa più lucida nei momenti top della gara.

Busato inserisce subito Luca Guarino e cerca di far cambiare decisamente ritmo a suoi giocatori. Effettivamente è un Sossano diverso quello del secondo tempo agevolato forse dal pareggio trovato quasi subito con un avanzata di Vencato.

Ed in effetti la freschezza di Guarino e la diversa propensione della squadra di casa cambia decisamente l’asse della partita. La Nova Gens probabilmente alla fine del primo tempo ha commesso l’errore di considerare chiusa la gara ma non è così ed in effetti l’aver regalato il controllo del gioco determina la nuova situazione: al quarto d’ora della ripresa in due minuti il Sossano prima va in vantaggio con Maran poi ottiene un calcio di rigore che Milan trasforma.

Adesso è la Nova Gens che deve inseguire Crema prova alcuni inserimenti togliendo anche Fongaro che nel primo tempo è stato il più pericoloso dei suoi e che ad un quarto d’ora dalla fine ha accorciato le distanze per inseire l’esperto Monchelato.  Nel Sossano entra anche Danilo Guarino e l’accoppiata padre e figlio si distende con rapidi contropiedi che mettono in difficoltà i noventani.  Il Gol della sicurezza (ancora di Milan) arriva solo nei minuti di recupero.

Adesso la Nova Gens è ancora più lontana dalla vetta visto con il Montagnana ha vinto ancora. Il Sossano si risolleva invece lasciando indietro Battaglia e Giarre e raggiungendo ad otto punti il Torreglia.


Sull'Autore

Federico Formisano