FUTSAL

SERIE B: CORNEDO DA SBALLO, PRIMA GIOIA ROSSONERA, VICENZA CHIAMATO A REAGIRE.

| foto copertina: Paolo Facchinetti – Futsal Cornedo  |

Sesto turno di Serie cadetta futsal. La copertina è tutta per il Futsal Cornedo, i blu amaranto schiantano il Villorba, 10-2, risultato per certi versi storico, soprattutto se pensiamo a dove erano i treviagiani qualche mese fa (a giocarsi sul campo l’A2). Albertini si gode la quarta piazza in graduatoria. Giornata in realtà per lo più positiva, il Città di Thiene si sblocca definitivamente e coglie il primo successo stagionale in campionato. Sbancata Rovereto 6-4, partita da montagna russa per gli uomini di Gulizia che va in gol anche questo giro, partita dal doppio valore, infatti lo sgambetto a domicilio ai trentini potrebbe pesare tantissimo a lungo andare. Note più “dolenti” sponda Vicenza, ennesima buona prestazione per i biancorossi, ma altro conseguente 0 nella casellina dei punti. Il Maccan Prata passa per 4-2 sul proprio parquet di Pordenone. Dopo una partenza che lasciava ben sperare, 4 punti nelle prime due uscite, un’inversione di tendenza.

Le tre vicentine affronteranno tra oggi e domani il primo round di Coppa della Divisione, una competizione che raggruppa tutte le squadre dalla A1 alla B di tutta Italia, formula a scontri diretti in casa della meno “alta” in ranking.

Diego Albertini: “Premetto che tra le due squadre non c’è tutta questa differenza, a noi serviva fare la partita perfetta per batterli e così è stato. Dopo un equilibrio iniziale siamo passati due volte in un amen per poi punirli mentre cercavano di rientrare. Abbiamo chiuso il primo tempo 4-0, ci è girato tutto giusto, ma va riconosciuto il giusto merito ai ragazzi che hanno fatto una partita davvero di spessore. Nella seconda parte siamo ripartiti bene subito segnando ancora, poi bravi loro a sbloccarsi e ad inserire il portiere di movimento sul 5-1. Vuoi che loro non l’hanno eseguito al meglio, vuoi che noi l’avevamo preparato bene, siamo andati 7-1. Di fatto la partita era finita ed è stata chiusa al meglio. Paradossalmente vincere così’ eseguendo tutto alla grande mi lascia un pizzico di rammarico per le partite precedenti. Dobbiamo continuare così.”

Nicolas Gulizia: “Tre punti veramente importanti, per tutto, per il morale, la classifica e la società. La graduatoria rimane corta sia davanti che dietro quindi questa vittoria ci sposta relativamente. Pensando però che avevamo gli stessi punti, la vittoria di sabato in previsione futura potrà risultare determinante. La prestazione è stata buona, siamo partiti forte, dominando il campo ed andando avanti 2-0. Poi, niente, il “leit motiv” della stagione, un calo di concentrazione e ce l’hanno ribaltata completamente. Non è un problema tattico, ma un problema mentale. Quando vai in vantaggio devi coprire e gestire capendo quando aggredire, pecchiamo di maturità. La squadra ha tirato fuori il carattere, ci tenevamo tantissimo, pareggiata ancora, ma poi sotto nuovamente. Li ho visto il carattere e la voglia, sotto 4-3 l’abbiamo ribaltata, seguendo le nostre idee di calcio a cinque, questo mi fa molto contento, esprimiamo un gran gioco, difficilmente individuabile altrove, abbiamo sbagliato qualcosa sotto porta, ma siamo stati grandi a portarla a casa, la vittoria ci ripaga dell’impegno in settimana. Ora testa al Mestre, dobbiamo dare continuità a questi risultati positivi, vincere sabato ci farebbe fare un salto di qualità in classifica.”

Matteo Trentin: “Penso che quando si esce con quattro sconfitte in quattro partite, ci sia poco spazio per le parole, dobbiamo passare ai fatti. Io per primo devo trainare mettendomi davanti al carro, mi prendo le mie responsabilità. Devo essere il primo a trasmettere qualcosa di positivo. Quello che stiamo facendo ha nonostante tutto dei connotati positivi. Spero che i ragazzi capiscano che serve lavorare di più, di essere più positivi di provare a dare di più E’ un periodo che ci gira anche male, sabato l’ennesima riprova. Son troppi sabati che ripetiamo questi discorsi però, non c’è più tempo per i “ma” o per i “se”. Dobbiamo essere più cattivi e più dediti al lavoro. Andiamo a prenderci questi punti, ho la massima fiducia in questo gruppo, pretendo di più da tutti, in primis da me. Non possiamo più accettare un risultato negativo da qui in avanti.

IL TURNO E LA CLASSIFICA

Nelle tre partite che non vedevano di scena le nostre vicentine, il Petrarca Padova spazza via 9-1 il Città di Mestre (fino a quel momento la più in forma) e si conferma a punteggio pieno, regge il mantova a sole tre distanze. Proprio i lombardi passano in trasferta sul campo del Vicinalis per 3-2. Completa il quadro la vittoria interna dei Canottieri Belluno per 8-5 sulla Fenice Venezia Mestre.

Dopo il turno di Coppa, derby incrociato, il Thiene ospita il Città di Mestre mentre il Cornedo sarà di scena sul parquet della Fenice. La riscossa degli uomini di Trentin dovrà per forza passare dalla partita interna col Rovereto ora ultima della classe.

Andrea Benedetti Vallenari


Sull'Autore

Andrea Benedetti Vallenari