EVIDENZA

La Tredicesima giornata va in archivio, fra il primo freddo e le distazioni del mercato

Provese Montecchio M. 11
Scritto da Federico Formisano

Il nostro consueto riepilogo settimanale fino alla prima categoria inclusa, si apre anche questa settimana con le sofferenze delle nostre squadre di terza serie nazionale, Vicenza e Bassano.

La settimana si era conclusa con la notizia che comunque il rischio di una retrocessione in D è ridotto al minimo visto che sarà una sola la squadra destinata al balzo in quarta serie, ma nemmeno a farla apposto biancorossi e giallorossi si sono permessi l’ennesima battuta d’arresto. Continuano chiari di luna che non hanno eguali probabilmente nella storia del calcio vicentino con Vicenza che perde in casa contro il modestissimo Ravenna in cui giganteggia anche Tommaso Lelj che al Menti ci aveva giocato solo da pulcino. In gol dopo 37” con un calcio di rigore evitabilissimo, il Ravenna ha stretto le marcature e contenuto un Vicenza frenetico ma totalmente privo di lucidità con uomini buttati in campo senza una logica. Ad inizio della ripresa è arrivato anche il secondo gol e al Ravenna è bastato opporre un portiere all’altezza per portarsi a casa i tre punti. Il Bassano per contro ha perso con il modesto Gubbio il che è costato la panchina a Magi. Volente o nolente il campionato 2017/18 dei giallorossi ricalca in tutto e per tutto la stagione scorsa e la flessione dei mesi di metà ottobre e  novembre si sovrappone in maniera quasi speculare a quella patita nella scorsa stagione che costò la panca a D’Angelo.

Serie D

Ieri nell’anticipo la Virtus ha bussato per 82′ alla porta del Belluno trovando sempre opposizione. Ma dopo che gli ospiti sono rimasti in dieci i veronesi sono riusciti all’ultimo assalto ad infilare la rete decisiva. L’Arzignano che giocava sull’ostico campo dell’Este non è andato più in là del pari e si è visto infilato anche dal Campodarsego che ha battuto il Tami 4-2 fuori casa. Unica consolazione della giornata è il fatto che le prime tre stanno scavando un bel abisso sulle inseguitrici-

Eccellenza

Il derby di Valdagno finisce con un pareggio che non soddisfa praticamente nessuno: il Cartigliano passato in vantaggio con Frachesen perchè comunque ha perso ulteriormente terreno nei confronti del Villafranca che adesso viaggia a+5 edè stato anche raggiunto sul secondo scalino dal Caldiero che da quando ha in panchina Soave non ha perso un colpo. Il Valdagno Vicenza a punto con il solito Bressan, perchè chiude il doppio ciclo casalingo con un solo punto e rimane ultimo in classifica staccato di 3 dalla Marosticense penultima alla quale non è servito il cambio in panchina visto che ha perso con un secco 4-1 con il Caldiero (veronesi a segno con Zerbato, Bonetti, Paoletto e Sabaini e nel finale rigore della bandiera di Topparelli).  Infine l’impresa di giornata è del Montecchio che vince sul campo della Provese con una doppietta di Primucci e si guadagna una posizione di tutta tranquillità ad un solo punto dalla zona play-off.

Promozione

Nel girone A il Longare frena a domicilio la corsa dell’Alba Borgo Roma ma perde comunque il terzo posto a scapito dell’Aurora Cavalponica che vince 5-0 in casa del Badia Polesine. Anche la Seraticense fa un punto ma in casa con il Garda dopo essere stato in vantaggio con un gol del solito Spessato.

Nel girone B l’impresa è del Nove di Cicero che vince in casa del Mestrino per 1-0 frena la corsa dei padovani superati dal Valbrenta che ha vinto in casa della Calidonense con un gol di Battaglia. Lo Schio vince 3-0 con il Sarcedo inguaiando i rossoneri a secco ormai già da qualche domenica.

Non approfitta della situazione il Camisano frenato anche dal Cornedo in casa mentre il Trissino si pone al riparo da sorprese battendo la Juventina Laghi sempre ultima in classifica.

Prima Categoria

Nel girone B l’Isola Rizza perde in casa con il Cerea ma mantiene cinque punti di vantaggio visto il successo del Buttapietra con il Cologna e il pareggio del Nogara. L’ennesima sconfitta del Lonigo in casa con il Pro Sambonifacio relega i leoniceni in una situazione di classifica tutt’altro che rosea.

Nel girone C la rivelazione Pedemontana balza al comando della classifica battendo il Tezze, ma è stata una giornata negativa per quesi tutte le prime della classe visto che hanno perso il Monteviale a Montebello, il Marola con il Montecchio Precalcino e appunto il Tezze. Il Le Torri sale al terzo posto seguito ad una sola lunghezza dal Chiampo che ha vinto a Poleo. L’ennesimo successo del Sovizzo rilancia la squadra neroverde con la società che decide di confermare l’attaccante Gisaldi che già aveva salutato i compagni. Solo pareggi per le Alte con il Silva e per la Stanga con il Grisignano, trasformato da Rosin e rinforzato dalla campagna acquisti.

Nel girone F l’Azzurra con due reti del neo arrivato Gheller chiude la pratica Salvatronda e mantiene la prima piazza con il San Giorgio. Le due di testa praticamente fanno corsa a sè con sei punti sulla Fontanivese e ben 10 su Galliera e Berton molto attardate. Significative le vittorie di Pianezze, Carmenta, Cassola e Mottinello e preoccupante la sconfitta della Stella Azzurra che ha soli due punti di margine sull’ultima piazza.

Fabio Gheller subito in gol con l’Azzurra

 

 

 

 

Sull'Autore

Federico Formisano