Promozione

Il Summania si regala un Natale sereno: Rigoni e Melegatti stendono il Nove.

Scritto da Marco Marra

 

Successo importante della squadra di Gianluigi Rigoni nell’ultima gara prima della sosta natalizia. Nove battuto grazie alle reti di Marco Rigoni e di Melegatti. 3 punti fondamentali in chiave salvezza per il Summania. Crisi nera per il Nove di Cicero, sempre terz’ultimo in classifica.

SUMMANIA – NOVE STEFANI 2-0 (Primo tempo 1-0)

SUMMANIA: Marcon; Bertoldo, Grotto, Meridio, Manea; Iubatti (46’ Zordan), Melegatti (79’ Stefani), Pegoraro; M. Rigoni (90+2’ Quarshie), Broccardo (87’ Brazzale), Vaccari   All. Gianluigi Rigoni

NOVE STEFANI: Bragagnolo; Nonni, Padovan, Stefani, Pigatto (74’ Orsato); Marchetti, Zonta (62’ Baldissera); Rebellato (52’ Andreatta), Dalla Gasperina, Bizzotto (62’ Pasinato); Hannioui   All. Filippo Cicero

MARCATORI: 20’ M. Rigoni (S), 56’ Melegatti (S)

AMMONIZIONI: 41’ Melegatti (S), 70’ Meridio (S), 71’ Bertoldo (S), 81’ G. Stefani (S)

Servizio e foto di Marco Marra

Allo Stadio Ferruccio Bertoldi di Piovene Rocchette va in scena la sfida tra Summania e Nove Stefani, valida per la quindicesima giornata del Girone B di Promozione, l’ultimo turno del girone d’andata. Scontro salvezza fondamentale per entrambe le squadre, attualmente divise da due soli punti in classifica (15 per il Summania, 13 per il Nove). Gli uomini di Rigoni puntano alla vittoria per allontanarsi dai bassifondi della classifica, sperando anche in qualche passo falso delle dirette concorrenti, e per andare dunque alla pausa natalizia con più tranquillità. La stagione del Summania era iniziata nel peggiore dei modi, con l’ultimo posto in classifica dopo 5 giornate, ma dalla vittoria per 0-3 sul campo del Teolo in poi la squadra di Rigoni ha cambiato marcia, è stata abile a reagire e con vari risultati positivi è riuscita ad uscire dalla crisi. Il Nove ha cambiato mister da circa un mese, con Cicero che ha preso il posto dell’esonerato Comacchio. Purtroppo nemmeno il cambio in panchina sembra aver dato la scossa ai gialloblù, visto che dall’arrivo dell’ex mister dell’Azzurra Sandrigo sono arrivate 4 sconfitte e una sola vittoria (sul campo del Mestrino) in cinque partite. Quest’oggi sarà necessaria una vittoria per puntare a risalire in classifica ed uscire dalla zona play-out. Può succedere di tutto e sarà solo il campo a decretare il vincitore.

Giornata soleggiata e temperature non troppo rigide, specie se comparate a quelle di settimana scorsa. Completo rosanero per il Summania, completo gialloblu per il Nove. Il direttore di gara è il Signor Zaminato di Castelfranco Veneto.

LA CRONACA

La prima chance del match è per i padroni di casa con Broccardo che approfitta di un retropassaggio sbagliato da Marchetti per servire a centro area Rigoni il cui tiro col piatto destro viene deviato da Stefani con un gran riflesso. Il Nove non si intimorisce e inizia a proporsi in fase offensiva: al 6’ capitan Dalla Gasperina si incarica della battuta di una punizione dai 30 metri e col destro sfodera una gran traiettoria che scavalca la barriera e costringe Marcon ad un grande intervento in tuffo. Ancora ospiti pericolosi al 9’: Hannioui riceve dal limite destro dell’area e calcia col destro sul primo palo, trovando attento però Marcon.

Inizio promettente da parte del Nove, che nei primi minuti riesce a tener bene il pallone nella metà campo avversaria e a creare qualche grattacapo alla difesa del Summania. Il calcio però è sempre imprevedibile ed infatti al 20’ il Summania torna in avanti e riesce a colpire: Broccardo col tacco libera in campo aperto Rigoni che a tu per tu con Bragagnolo apre il piatto sinistro e piazza il pallone in porta. Summania in vantaggio al secondo vero affondo del match, può essere un colpo per il Nove.

Prova a reagire la squadra di Cicero al 29’ su calcio d’angolo da destra: Dalla Gasperina crossa dalla bandierina e trova nella mischia Hannioui che però non da precisione al colpo di testa e spedisce a lato. Dall’altra parte pericoloso Vaccari prima con un destro dal limite dell’area respinto da un difensore, poi con un bel triangolo in area con Rigoni che lo porta a calciare col sinistro; bravo Bragagnolo in tuffo a salvare. Poco dopo è ancora Rigoni ad andare al tiro, dopo la finta a rientrare da destra prova a calciare col sinistro ma trova Stefani a murargli il tiro.

Summania ora padrona del campo, ma poco incisiva negli ultimi 20 metri. Altra occasione per i padroni di casa nel recupero del primo tempo: Vaccari si invola sulla destra, arriva quasi sul fondo e mette un cross teso in mezzo solo sfiorato di testa da Broccardo, quasi sulla linea di porta. Sarebbe bastato un tempismo migliore all’attaccante del Summania per impattare il pallone e metterlo in rete. Il primo tempo finisce dunque 1-0 per la squadra di Gianluigi Rigoni. Nella ripresa c’è però da attendersi la reazione del Nove che vorrà quantomeno evitare la sconfitta.

Ad inizio ripresa però il Summania continua a produrre un buon gioco e a creare pericoli alla difesa gialloblù: al 51’ bella azione degli uomini di Rigoni con Melegatti che gira a sinistra per Vaccari il cui cross trova pronto Broccardo al centro dell’area, ma il suo colpo di testa sorvola la traversa. Il Nove prova a reagire, torna a farsi vivo e al 52’ ha una chance clamorosa per pareggiare: Lamine Nonni prova ad approfittare di un buco difensivo di Meridio per involarsi a tu per tu con Marcon, per poi sprecare tutto con un tocco morbido di destro che non centra lo specchio della porta. Ancora pericolosa la squadra di Cicero tre minuti dopo con Pigatto che riceve sulla sinistra dell’area di rigore, elude il pressing di Vaccari e calcia col sinistro centrando in pieno il palo alla destra dell’immobile Marcon.

Il Nove non riesce a sfruttare questa grande chance e viene punito sul successivo ribaltamento di fronte: cross dalla destra di Vaccari verso Melegatti che colpisce di testa da due passi e infila Marcon. Gol sbagliato-gol subito per il Nove, il Summania si porta sul doppio vantaggio mettendo di fatto un’ipoteca sulla partita.

Nei minuti successivi il Nove prova in qualche modo a trovare il guizzo vincente per riaprire il discorso, ma il Summania chiude tutti gli spazi, la difesa di casa è sempre abile a contenere le punte gialloblù ordinatamente ed anzi è il Summania ad avere la ghiotta chance per mettere la ciliegina sulla torta. All’80’ infatti Broccardo scappa via in campo aperto, arriva al limite, scarica al centro per Rigoni che non controlla bene ma riesce ugualmente a calciare in porta, trovando però l’intervento di Bragagnolo a negargli la doppietta. Ancora Summania in contropiede tre minuti più tardi, sfruttando l’errore a centrocampo di Padovan: riparte centralmente Pegoraro e serve a destra Broccardo che calcia potente ma manda alto sopra la traversa. Nel finale occasione anche per Loris Brazzale, acquistato da poco dal Fara, che su sponda aerea di Giovanni Stefani calcia al volo di destro in piena area ma spedisce tra le mani di Bragagnolo mancando il gol all’esordio.

Dopo quattro minuti di recupero l’arbitro fischia tre volte e manda tutti sotto la doccia. Il Summania batte 2-0 il Nove e conquista tre punti molto importanti per la sua stagione. Quello di oggi è stato un Summania organizzato, vivace e cinico al punto giusto. Dall’altra parte il Nove ha detto la sua in più momenti della partita, andando anche a centimetri dal gol del pareggio, per di più poco prima di subire la mazzata del secondo gol. Insomma, la squadra di Cicero non è stata sicuramente fortunata ma ha peccato di incisività in zona offensiva e ha commesso due disattenzioni difensive che sono costate due gol. Ora c’è una pausa di due settimane per ricaricare le batterie e lavorare per uscire da questo brutto momento.

Rigoni e i suoi potranno invece mangiare il panettone in serenità, con la consapevolezza di dover comunque lottare a lungo per guadagnarsi la salvezza ma con un bel po’ di fiducia visti i recenti buoni risultati e la crescita del gruppo nelle ultime giornate

LA CLASSIFICA E I PROSSIMI RISULTATI

Il Summania resta all’undicesimo posto in classifica a pari punti col Cornedo, a -2 dal gruppone formato da Calidonense, Camisano, Rosà e Trissino. Classifica dunque molto corta e aperta per tutti. Il Nove resta al tredicesimo posto in piena zona play-out. La zona salvezza diretta dista 5 punti, vedremo come reagiranno i gialloblù nell’anno che verrà.

A seguire sulla pagina Facebook “calciovicentino.it” troverete il video highlights della partita.

Per concludere auguro a tutti i collaboratori di Calcio Vicentino, alle società sportive e a tutti voi che seguite e frequentate il sito un Buon Natale e un Felice Anno Nuovo. Domenica 7 gennaio riprenderanno i campionati con il girone di ritorno.

Buone Feste,

Marco Marra

Sull'Autore

Marco Marra