Eccellenza

Marosticense si conferma bestia (rosso)nera: suo il derby con il Cartigliano

Scritto da Matteo Parma

Davanti a una splendida cornice di pubblico, la Marosticense fa suo il derby con il Cartigliano, con lo stesso risultato e copione del match dello scorso marzo. Topparelli sblocca dal dischetto allo scadere della prima frazione, poi Lorenzin pareggia a venti dal termine, ma al 90’ il neoacquisto Maistrello firma un’insperata vittoria per i rossoneri, rimasti nel finale in dieci in seguito alla doppia ammonizione di capitan Toniolo. Miracolosa la cura Glerean: sei punti in due partite che consentono ai rossoneri di risalire dalle posizioni calde della Classifica; Cartigliano che con questa sconfitta macchia un super girone d’andata, chiuso al secondo posto in coabitazione con il Caldiero.

 

CARTIGLIANO [1]: Bortignon, Pellizzer (71’ Zarpellon), Lorenzin, Miotti ©, Murataj, Faresin, Moro (56’ Parise Edoardo), Comarin (78’ Stocco), Di Gennaro, Mattioli (81’ Frachesen), Xausa (56’ Barichello). A disposizione: Basso, Ziliotto. All. Ferronato.

MAROSTICENSE [2]: De Carli, Palermo, Rossi, Toniolo ©, Trevisan, Tomai, Topparelli (66’ Maistrello), De Filippo, Petronijevic, Parise Manuel (77’ Lunardon), Parise Massimiliano (93’ Minato). A disposizione: Pilan, Antonello, Vivian, Piga. All. Glerean.

Arbitro: Drigo di Portogruaro. Assistenti: Lavino di Padova e Bacco di Padova.

Marcatori: 46’ rig. Topparelli (M), 68’ Lorenzin (C), 90’ Maistrello (M).

Ammoniti: 3’ Tomai (M), 18’ Trevisan (M), 25’ Miotti (C), 38’ Mattioli (C), 65’ Murataj (C), 69’ Palermo (M), 73’ Toniolo (M).

Espulsi: 88’ Toniolo (M).

Note: recupero 0’ PT, 5’ ST; calci d’angolo 6-2 Cartigliano.

 

Padroni di casa che scendono in campo con il consueto 4-4-2: Xausa e Mattioli gli esterni di centrocampo, davanti Moro gravita attorno a Di Gennaro; Marosticense che risponde con un 4-3-3, De Filippo raccorda centrocampo e attacco, formato dal tridente Topparelli-Petronijevic-Manuel Parise.

Parte meglio il Cartigliano, con un Xausa molto attivo sulla destra; da due sue sgroppate arrivano i primi corner e le prime palle gol: al 5’ Mattioli ad uscire, sul primo palo impatta di testa Di Gennaro, alto sopra la traversa; un minuto dopo, sempre l’undici dalla destra, questa volta Faresin gira di testa sul secondo palo, Palermo respinge e allontana la minaccia.

All’8’ bella azione centrale di Di Gennaro che entra in area, si sposta la palla sul mancino, Trevisan si oppone al tiro del nove biancoblu. Con il passare dei minuti prende coraggio la Marosticense ed inizia a farsi vedere dalle parti di Bortignon. Al 18’ enorme palla gol sprecata da Topparelli: lancio lungo dalle retrovie, Petronijevic spizza per il sette che si inserisce centralmente da destra, entra in area e apre troppo il piatto, palla che esce di pochissimo dal palo lontano.

Pericolo scampato per Miotti e compagni, che al 27’ vanno vicini al vantaggio: cross dalla sinistra di Pellizzer, sul secondo palo stacca Di Gennaro, grande parata di De Carli, palla che arriva nei pressi di Moro che non riesce ad impattare col destro da pochi passi. Al 34’ Xausa recupera palla nella propria trequarti e parte in contropiede, serve sulla destra Moro che avanza e mette al centro per Mattioli, respinge ancora De Carli sui piedi di Moro, stop e destro secco, Trevisan si immola e salva sulla linea.

Primo tempo gradevole e destinato a concludersi sullo 0-0, ma al 45’ Comarin la combina grossa: il centrocampista si attarda ad allontanare dal limite dell’area, Petronijevic si fionda sul pallone e viene steso dall’otto biancoblù; rigore sacrosanto, dal dischetto va Topparelli che si fa perdonare dall’errore precedente, questa volta il piattone destro finisce sotto l’incrocio. Esultanza rossonera, nel frattempo arriva il duplice fischio dell’arbitro, si va al riposo sul parziale di uno a zero Marosticense.

Nessun cambio all’intervallo, ripresa che però stenta a decollare: tante interruzioni nei primi minuti, con entrambi i centrali difensivi rossoneri che restano a terra per diversi minuti in seguito a contrasti di gioco. Al 52’ occasione Cartigliano: sponda area di Di Gennaro per Mattioli che entra in area da sinistra, conclude poi col mancino, solo esterno della rete.

Al 56’ le prime sostituzioni del match, entrambe operate da Ferronato: Barichello ed Edoardo Parise rilevano rispettivamente Xausa e Moro. Aumenta il peso offensivo dei padroni di casa, che al 68’ riescono a trovare la rete del pareggio, con un difensore: punizione da destra di Murataj, sul secondo palo svetta Lorenzin che mette alle spalle di De Carli. Uno a uno a poco più di venti dal termine, finale di gara che si prospetta infuocato.

Marosticense che prova a rispondere con il nuovo entrato Maistrello: al 71’ mancino da fuori area comodamente bloccato da Bortignon. Al 79’ Mattioli sfonda a sinistra, entra in area e si attarda a calciare, ne esce una via di mezzo tra un tiro e un passaggio che termina sul fondo. Continua la pressione del Cartigliano: all’85’ Barichello gira di testa un cross dalla destra di Lorenzin, De Carli blocca, un minuto dopo è Lorenzin che di testa mette a lato in seguito ad una spizzata di capitan Miotti.

All’88’ la Marosticense resta in dieci uomini: doppio giallo per Toniolo che a centrocampo affossa un Barichello lanciato verso la metà campo avversaria. Contro il Cartigliano però i rossoneri si esaltano nell’inferiorità numerica e, come nell’ultimo precedente, trovano il gol della vittoria all’ultimo minuto.

Minuto 90: Lunardon da destra fa partire un cross, tra i due centrali locali si inserisce Maistrello che di testa batte Bortignon. Esplodono di gioia giocatori e sostenitori rossoneri, che dopo 5’ minuti di recupero possono festeggiare una clamorosa vittoria.

 

Sull'Autore

Matteo Parma