Dalle Società EVIDENZA Seconda Categoria

Thiene: dimissioni di Graziano Fabris

Scritto da Federico Formisano

Si è dimesso l’allenatore del Thiene Graziano Fabris. La notizia era nell’aria da qualche giorno e al riguardo avevamo chiesto la conferma alla società. Che ha inviato questo comunicato che pubblichiamo integralmente:

Con la presente la Presidenza comunica le dimissioni del Tecnico Fabris ed annuncia che il nuovo Mister del Thiene nel girone di ritorno sarà Alberto Parisotto. Ringrazio il Mister Graziano per la sua collaborazione avvenuta nella prima parte di stagione e quanti hanno scelto di rimanere e proseguire con noi questo percorso di crescita. Con l’occasione chiedo cortesemente rispetto e descrizione nei confronti della Società , sono stanca e delusa di sentire continuamente commenti negativi da parte di chi ha fatto altre scelte e da chi trova soddisfazione nella vita solamente giudicando  e parlando male degli altri. Sono orgogliosa di rappresentare il  Thiene calcio, Società non di padri e padroni ma composta da persone oneste, umili  e collaborative che possono esprimere la propria opinione.

Mister Fabris parla alla squadra

Ricordo che il Thiene calcio è “rinato” 5 anni fa, è ripartito da zero con 3 squadre ed una  prima  ed ora vanta un settore giovanile di 10 squadre più la prima. Preciso, inoltre, che non si tratta del Thiene che viveva in passato grazie alla collaborazione di grandi Sponsor ed imprenditori, ma che si sostiene grazie alla collaborazione del Comune ed alla partecipazione economica di piccoli imprenditori guidati da passione per il Thiene e dal senso di responsabilità di quanti ne fanno parte. Consiglio umilmente e vivamente quelli che ci giudicano di mettersi nei panni altrui prima di farlo. Stimo e rispetto sempre i Presidenti delle Società sportive, compresa me stessa, che si assumono la responsabilità di questo ruolo. I comuni ci obbligano ad ottemperare a responsabilità civili, economiche e penali di rilevanza assoluta, per cui calarsi in questa realtà è non solo un atto di coraggio, ma pure di dedizione e sensibilità per il bene comune. Sono stanca di sentire la frase “ma allora è vero quello che si dice del Thiene!”. Cosa significa questa frase ? Ditemelo personalmente e vi risponderò nella giusta misura e realtà dei fatti. Il Thiene che rappresento è sempre stato corretto e non è mai venuto meno ai suoi obblighi morali, anche quando le persone non si sono sempre comportate in maniera idonea e trasparente. Nonostante le difficolta economiche che una Società sportiva comporta, siamo sempre riusciti a far fronte ai pagamenti di tutti coloro che hanno collaborato con noi nel corso degli anni, anche quando i risultati sono stati negativi. Dalle sconfitte si riparte sempre e comunque con orgoglio ed umiltà e siamo sempre pronti ad accogliere collaboratori per aiutare il Thiene a proseguire nel suo percorso di valorizzazione del settore giovanile, ma badando al sodo e con i fatti e non solamente con le belle parole.
Acd Thiene Silvana Dal Ferro

Alberto Parisotto

L’allenatore Graziano Fabris, da noi interpellato,  ha confermato la decisione di presentare dimissioni irrevocabili per divergenze sugli aspetti tecnici. Fabris è un allenatore di grande competenza e preparazione e quindi non si esprime più di tanto sulle motivazioni che lo hanno portato a questa decisione. Ma non ci vuole un genio per capire che l’indebolimento della squadra dopo il mercato di dicembre ha influito nelle scelte: le cessioni di Polga, di Totti, di Rela hanno privato la squadra di tre pedine importanti e soprattutto di tre giocatori di esperienza.  Fabris comunque parla di un gruppo importante, costruito ex novo in estate ma in grado di impegnarsi e di rispondere molto bene alle sollecitazioni dello staff. Un gruppo che è riuscito comunque a cogliere soddisfazioni con la squadra che, dopo la vittoria sullo Stoccareddo nell’ultima gara di andata, ha messo in cassaforte 22 punti a tre soli punti dalla zona play-off.

La presidente Dal Ferro nel comunicato scrive cose molto condivisibili che sono certo sentite da tante società e le difficoltà di gestione che Lei lamenta sono sicuramente le stesse attraversate dal mondo del calcio dilettantistico.  Auspichiamo che una piazza importante come quella di Thiene che in passato ha già vissuto travagli importanti e bruschi stop possa trovare slancio dalla passione dimostrata dalla Presidente.


Sull'Autore

Federico Formisano