FUTSAL Redazionali

FUTSAL A2 – CHIUPPANO E ARZIGNANO IN MARCIA CON LE BIG

Scritto da Omar Dal Maso

Doppio successo dal peso specifico diverso per Carrè Chiuppano Arzignano, impegnate agli “antipodi” contro la capolista e contro la cenerentola del girone A. Altovicentini in testa in compagnia, biancorossi potenzialmente anch’essi in vetta.

Tripudio vicentino nell’ultimo turno giocato sabato scorso, con il “CC” di Ferraro che spazza via la capolista B&A Sport Orte e la aggancia in vetta dopo un raggelante 5-2, forte della spinta del pubblico amico. Il “Grifo” di Stefani non si fa gabbare dal fanalino di coda Leonardo, con i sardi messi spalle al muro al Palatezze con quattro picconate prima di un minuto finale da circo che fissa il punteggio sul 6-1. Missione compiuta per entrambe, una se vogliamo straordinaria e l’altra ordinaria, ma ciò che conta è che la coppia d’eccellenza del futsal di Vicenza rimane tra le candidate al grande balzo.

Cinque big racchiuse in appena tre punti, con una vicentina – il Carrè Chiuppano – in testa e al’altra (potenzialmente) pure. Il Real Arzignano conta infatti una gara in meno rispetto ai team di vertice del girone A di serie A2, in un appassionante testa a testa ormai lanciato verso il rush finale di stagione. Una sola accederà all’A1 senza passare per il via, per le altre quattro saranno playoff, ma occhio anche a chi veleggia alle spalle al lotto delle cinque migliori, in un campionato equilibrato e dai valori vicinissimi come non se ne vedeva da anni.

Per il Carrè Chiuppano incontro teso e sempre sul chi va là. I biancazzurri volevano a tutti i costi dedicare al compagno Resner una grande prova e così è stato: ci hanno pensato i bomber di razza Pedrinho e Douglas ad indirizzare la partita verso il successo pieno, con in mezzo Restaino a graffiare in zona gol, nel 5-2. Per il CC è in dirittura d’arrivo la “tripla cifra”, già 95 i gol in cassa fin qui: avvertita la retroguardia dei giovani dell’Olimpus Roma, squadra che segue a ruota la cinquina di big in alto.

Per il Real Arzignano, che all’andata in Sardegna aveva sudato freddo per aver ragione degli italianissimi – ad eccezione di Deiverson a segno al Palatezze per il gol della bandiera -, concentrazione massima nel confronto con la cenerentola del girone, sgambettata due volte nel primo tempo con gara in bilico fino a metà ripresa inoltrata, quando lo spagnolo Murga (tripletta) e Houenou piazzano due sberle che di fatto chiudono ogni discorso. Le altre due reti sono firmate da Concato e dall’altro iberico “Pichi”. L’asticella sale vertiginosamente ora per i biancorossi, impegnati domani in Lazio ospiti di un Orte ferito dallo scivolone in Altovicentino. Si tratta del big match della giornata, crocevia fondamentale per entrambe le candidate al paradiso del futsal italiano.

Foto di Elisa Calzati


Sull'Autore

Omar Dal Maso