Eccellenza

Reti bianche a Marostica, pari utile il giusto ad entrambe!

 

Il classico pari che non serve in pratica a nessuno quello andato in scena al Maroso di Marostica. Pareggio a “reti bianche” o “risultato ad occhiali” si tratta solo di scegliere quale clichè sfoderare per primo per descrivere una partita che non sbloccherà mai il tabellino. Entrambe le formazioni non trovano la forza di uscire da un 2018 non facile per usare un eufemismo. Una solo vittoria a testa nel nuovo anno, digiuno dei veronesi lungo ben otto partite, per quanto sei dei quali siano pareggi, il quadro è comunque negativo.

MAROSTICENSE [0]: De Carli, Palermo, Rossi, Toniolo, Trevisan, Lunardon, Topparelli, De Filippo, Petronijevic, Parise Manuel, Parise Massimiliano. All. Glerean | A disposizione: Pilan, Farronato, Maistrello, Bizzotto, Merlo, Bertacco, Vivian.

VIGASIO [0]: Bonato, Baschirotto, Bertoldi, Antogiovanni, Beghin, Caccavale, Scarpi, Zamboni, Coraini, Capelloni, Khochtali. All. Cogliandro. | A disposizione: Segna, Andriani, Baah, Edeobi, Sarr, Schinetti, Lalovic.

Gli uomini di Glerean dopo la vittoria sulla diretta concorrente Bardolino, hanno incamerato altri tre punti suddivisi in tre pari comprendendo quello odierno ed un solo ko. Secondo 0-0 consecutivo per gli ospiti e bomber Coraini ancora al palo, buon per la retroguardia rossonero apparsa solida e guidata da un ottimo De Carli tra i pali. Episodio chiave del primo tempo è al primo minuto, Topparelli prima va di destro e il difensore ribatte di mano, molto vicino, ma comunque parecchio larga, sullo sviluppo dell’azione lo stesso numero 7 accomoda fuori un appoggio non impossibile. Più Marosticense nella prima parte, meglio gli ospiti nel proseguo, ma risultato che non si sblocca.

Tiro di Topparelli ad inizio partita, mano evidente, ma difensore davvero molto vicino, l’arbitro in ogni caso ha visto il tocco e non ha ravvisato gli estremi per il penalty.

Nella ripresa fondamentalmente il copione non cambia, Marostica che riesce a contenere meglio le scorribande ospiti. Bonato e De Carli non corrono pericoli estremi. E l’arbitro sancirà col triplice fischio l’assoluta parità.

Vigasio che forse proprio oggi vede tramontare le chance playoff, tre le squadre tra i veronesi e la piazza playout, in ogni caso i punti di vantaggio sono cinque e vanno gestiti sapientemente. Marosticense distante tre punti dalla salvezza, missione tutt’altro che impossibile, la certezza di avere in mano il proprio destino potrebbe essere un buon punto su cui poggiare le basi del mantenimento della categoria.

Andrea Benedetti Vallenari


Sull'Autore

Andrea Benedetti Vallenari