Seconda Categoria

Un ottimo Junior ha la meglio sul coriaceo San Paolo

Scritto da Federico Formisano

 Continua la rincorsa ai play off..

 JUNIOR MONTICELLO – SAN PAOLO 2-1

JUNIOR MONTICELLO: Zattra, Brazzale (st. 16′ Garofalo), Brunato, Bevilacqua (st. 42′ Stella), Silvestrello, Giust, Ronga (st. 33′ Mattioli), Carlana (st. 38′ Smanio), Bassan, Tosato, Dal Lago (st. 24′ Pertile). All. Angiolini.

SAN PAOLO: Ziliotto, Barci, Spadilero (st. 13′ Meneghetti) Benedetti, Urlich, Passaro, Fossà (pt. 42′ Seraglio), Fedalto (st. 15′ Padovan), Menti, Zarantonello (st. 30′ Sottoriva, Marangoni. All. De Cal.

ARBITRO: Marconato di Schio

GOL:  pt. 10′ Dal Lago (JM), st. 13′ autogol di Brazzale (JM), 23′ Silvestrello (JM)

NOTE: Calci d’angolo 3-3. Ammoniti: Silvestrello, Giust, Fedalto . Spett: 150 circa

Servizio e foto di Delfino Sartori

Dopo oltre due mesi lo Junior Monticello ritorna al successo casalingo in virtù di una grande prestazione contro un San Paolo che non ha mai mollato e battuto sino alla fine per non uscire sconfitto. Subito da dire qualcosa sul campo. Si è giocato su un terreno al limite della praticabilità causa le piogge antecedenti e la leggera pioggerella caduta per tutto l’incontro. Alla fine molti giocatori erano delle maschere di fango e questa la dice tutta sulla voglia di tutti di essere protagonisti. Per lo Junior, dopo il successo con il BP, era importante rimanere a distanza giusta per accedere ai play off mentre per il San Paolo, questa seconda sconfitta consecutiva, è un freno alle loro ambizioni.

Ma veniamo alla partita. Dalla lista non si legge la presenza di Sabbadin, purtroppo fermo per un infortunio e questo mette in apprensione i numerosi tifosi che ritengono il giocatoreuna delle pedine fondamentali dello scacchiere di Angiolini. In ogni caso la partita parte a spron battuto con alcuni interventi non cattivi ma dovuti al fatto che nel fango i giocatori dovevano prendere le misure. E il primo a prenderle nel modo giusto è il bomber Dal Lago che al 10′ su lancio del centrocampo riesce a scompigliare la difesa avversaria e scagliare un tiro di rara potenza che non lascia scampo a Ziliotto.

Il San Paolo risponde subito alla grande e all’11’ e al 12′ Zattra si guadagna la pagnotta con due interventi di ottima fattura. E al 13′ il San Paolo potrebbe pareggiare quando Marangoni viene atterrato in area e all’arbitro Marconato non resta che assegnare il rigore. Sul dischetto si porta lo stesso Marangoni ma il tiro va a finire sopra le reti di protezione. La partita procede con il San Paolo più attivo nelle manovre e con lo Junior che cerca con triangolazioni imparate a memoria di dare fastidio con i vari Bassan e Ronga molto attivi nelle manovre d’attacco mentre Bevilacqua, nonostante le tante primavere si batte come un leone nei contrasti con gli avversari. Si arriva al 40′ quando Brunato sul azione di calcio d’angolo sfiora il raddoppio e quindi tutti al meritato intervallo con la Red Bull che la fa da padrona per dare energie mentre il pubblico si avvale del solito brulé caldo anche se la stagione primaverile direbbe di cambiare registro.

Allora si riprende e al 13′ arriva il pareggio del San Paolo. Sulla sinistra il nuovo entrato Serraglio effettua un cross su cui per caso trova lo stinco di Brazzale che devia in rete.

A questo punto la partita è aperta a qualsiasi risultato e solo un fuoriclasse può cambiarla. E’ quello che succede al 23′. Punizione di Dal Lago che colpisce la traversa. Da posizione in linea con la porta la palla sarebbe dentro di mezzo metro, l’arbitro in mancanza del VAR non poteva decidere, ma questa rimbalza in campo dove e lesto Silvestrello a colpire di testa ed insaccare.

Esce tra gli applausi lo sfinito Dal Lago ed entra Pertile che fresco da filo da torcere in contropiede dopo azioni arrembanti del San Paolo che cerca sino al 90′ il pareggio. Al fischio finale applausi per tutti i contendenti che hanno dato il massimo. Grande partita e grande calcio.

 

Sull'Autore

Federico Formisano