Promozione

Sarcedo con l’attaccante inventato porta a casa un successo importante

Scritto da Federico Formisano

Sarcedo – Virtus Cornedo 2-0 Rossato al  5’ Baggio al 60’

Sarcedo: Massignani, Busin (Gasparella dal 85’), Ciscato, Gelli, Gemo, Baggio, Michelon, Giacomelli, Rossato, Baggio N. (Fochesato dal 75’) Azzolini;  A disposizione: Costa, Bonato, Stupiggia, Pietribiasi, Plebani, Gasparella, Fochesato. Allenatore Lodo

Cornedo: Zanconato, Cepenjor, Tretto, Deganello, Giarolo, Masiero, Lovato U. , Asiamah, Spanevello (Biasiolo dal 75’), Visonà, Lovato L. (Nwanyanwu dal 65’)  A disposizione: Chilese, Andretti, Bernar, Frimpong, Lazzari;  Allenatore Rezzadore

Arbitro Branzoni Vittorio Mestre; assistenti Fietta e Righetti

Cronaca e foto di Federico Formisano

Gara delicata per la classifica con il Sarcedo alla ricerca dei punti salvezza e il Cornedo attento a non farsi coinvolgere in una classifica molto corta che vedeva prima della partita 5 squadre raccolte in un punto appena sopra la zona play-out: con Juventina Laghi e Thermal a 15 chi arriva quintultimo è quasi al riparo da sorprese visto l’abisso di 18 punti che separa dalle ultime, ma è comunque meglio evitare sorprese e per questo il Cornedo ha fatto la sua partita senza fare sconti a nessuno. Il Sarcedo punta invece a consolidare la quartultima piazza tenendo il Nove sopra la soglia dei sei punti ma assicurarsi la salvezza senza disputare i play-out. Da stasera i rossoneri hanno 9 punti di margine ma il Nove deve ancora giocare la gara con il Campigo fissato per mercoledì prossimo.

Mister Lodo deve riunciare a Fochesato non al massimo della condizione e schiera in avanti il difensore esterno Rossato che gioca con l’inedito ruolo di seconda punta accanto al guastatore Baggio con Giacomelli e Azzolini a spingere sulle corsie.

Il Cornedo non dispone dello squalificato  Miloradovic e dell’infortunato Zancan  e schiera Spanevello punta centrale sostenuto sugli esterni dei due Lovato, Umberto a destra e Luca sulla corsia opposta. In difesa con Giarolo gioca Masiero mentre Deganello viene preferito a Bernar che va in panchina.

Si gioca sotto una fastidiosa pioggia, ma il campo si manterrà per tutta la gara in splendide condizioni.

Il Sarcedo è determinato e lo intuisce sin dalle battute iniziali: dopo 5’  la squadra di casa è già in vantaggio: due bei passaggi a centrocampo e un lancio in profondità per Rossato che scatta sul filo del fuorigioco e beffa Zanconato uscitogli  incontro alla disperata.

Il Cornedo reagisce e ottiene tre punizioni dal limite calciate tutte da Visonà ma senza esito. Il più pericoloso per gli ospiti è però Umberto Lovato che si accentra dalla corsia di destra e lascia partire due conclusioni: la prima colpisce una clamorosa trasversa, la seconda termina alta sulla traversa.

Mister Lodo non opera cambi di giocatori né di impostazione fidandosi della buona disposizione e della vena dei singoli e nel secondo tempo il Sarcedo continua a contenere bene le azioni avversarie. Ma al 15’ arriva molto bello, sia per esecuzione che per costruzione,  il gol del 2-0:  dopo una triangolazione tutta di prima infezione tra Busin,Giacomelli e Azzolini, Nicola Baggio riceve palla entra in area salta due avversari e da posizione defilata infila la palla nell’ angolino basso alla destra del portiere.
Ancora Baggio sfrutta gli spazi in contropiede ma Zanconato è bravo in due occasioni a impedire la rete del 3-0- Per il Cornedo una buona opportunità alla mezzora, ma Massignani si guadagna la pagnotta salvando il risultato con un importante parata.

Finisce con la vittoria del Sarcedo e con il balzo in avanti in classifica. Adesso il Sarcedo ha dalla sua anche il calendario: domenica tornerà a giocare in casa con la Juventina Laghi, ultima in classifica e oggi messa sotto con un netto 5-0.  Il Cornedo giocherà il derby con il Trissino.

 

Sull'Autore

Federico Formisano