Serie D

Arzignano solo un pari con il Tamai: il primo posto è una chimera

Scritto da Federico Formisano

Arzignano Valchiampo, solo un pari col Tamai. Raimondi riacciuffa Maccan; poi ci pensa Dani

I giallocelesti di Italiano tornano a far punti dopo lo scivolone diC ampo darsego, ma contro i friulani non riescono a trovare la vittoria.Infortunio muscolare per Salvadori. Il portiere para un rigore nel finale a Maccan. Domenica prossima si va a Feltre*

L’Arzignano Valchiampo torna a far punti dopo lo scivolone di Campodarsego,  ma al Dal Molin non riesce ad andare oltre l’1-1
col Tamai. Gara tosta come ci si aspettava, contro un avversario ordinat o,ben messo in campo, e soprattutto fortemente motivato a portare a casa punti salvezza. Prestazione stavolta meno brillante del solito per la squadra di Vincenzo Italiano, che non è riuscita a vincere, ma al tempo stesso ha allungato la sua striscia positiva al Dal Molin, dove non perde dal 01 ottobre col Montebelluna. Una nota di merito per Filippo Dani, che al 39’ della ripresa ha parato a Macca il rigore che poteva decretare la
sconfitta.

Dani portiere dell’Arzignano (foto di Elisa Calzati per calciovicentino)

Mister Italiano non può fare affidamento sull’infortunato di lungo  corso, Antinori, su Contri, indisponibile, con Fracaro che si
accomoda in panchina.
PRIMO TEMPO – La partenza degli ospiti è sprint: al 1’ una sgroppata di Bezzo mette in difficoltà Vanzan e procura solo un corner. Parte davvero forte come ci si aspettava il Tamai, e per due volte chiama Dani all’uscita coi piedi. L’Arzignano prova a guadagnare metri, sbilanciandosi un po’, ma al 14’ concede un contropiede al Tamai, che con Giglio che elude la trappola del fuorigioco, serve all’accorrente Maccan che insacca battendo Dani sul palo lontano: 0-1. Piove sul bagnato in casa  gialloceleste: al 23’ un brutto infortunio muscolare costringe Salvadori ad abbandonare anzitempo la partita, al suo posto entra Bigolin. Dopo il gol segnato, il Tamai si chiude a riccio, mettendo tutta la squadra al limite della propria area di rigore. Difficile quindi trovare spazi: ci prova Raimondi al 30’, ma il suo diagonale è troppo angolato. Al 36’ sponda di Odogwu per l’inserimento ancora di Raimondi, ma il portiere blocca senza troppi problemi. Al 39’, al terzo tentativo, l’esterno vicentino trova il gol del pareggio, complice la deviazione di un difensore di casa: in un primo momento il direttore di gara aveva annullato il gol per un presunto (ed inesistente…) fuorigioco, ma dopo un conciliabolo col suo assistente lo ha convalidato. Per l’esterno
d’attacco gialloceleste si tratta del decimo gol stagionale.

Raimondi

SECONDO TEMPO – Ad inizio ripresa mister Italiano si gioca la carta Scandilori al posto di Toso. Al 2’ calcio di punizione di Giglio che prova a sorprendere Dani, ma il suo tiro termina a lato. Al 5’ prima azione in velocità dell’Arzignano: Raimondi scatta sull’out di sinistra, crossa al centro per l’accorrente Ilari che di tacco non riesce a superare Zonta. Al 11’ Dani deve uscire coi piedi  al limite dell’area per anticipare Maccan, e sul proseguo dell’azione para in due tempi sul colpo di testa di Giglio.
Per provare a dare la scossa alla squadra Italiano opta per un doppio cambio: fuori Hoxha e Ilari, dentro Casagrande e Valenti. Tamai pericoloso al 17’ con Bezzo che mette in pericolo la porta di Dani, ma i padroni di casa si salvano. Al 22’ discesa di Vanzan, il cui diagonale però termina abbondantemente a lato. Al 30’ occasionissima per il Tamai, sempre con Bezzo che si invola a tu per tu con Dani, in sospetta posizione di fuorigioco, ma Scandilori salva alla disperata sulla linea di porta.
Brivido al 33’ con Bigolin e Dani che non si intendono su un retropassaggio, salvandosi in extremis. Al 35’ Valenti prova a liberarsi al tiro, ma temporeggia troppo e viene anticipato dalla difesa ospite. Al 39’ il Tamai conquista un calcio di rigore, per un fallo a gamba tesa di Scandilori su Pignat: dal dischetto si presenta Maccan per la doppietta personale, ma Dani si supera e para in tuffo. Al 42’ l’Arzignano avrebbe pure la chance di segnare, ma Zonta compie un miracolo e para sul tiro a botta sicura di Valenti. Assedio nel finale per l’Arzignano, che ci prova fino all’ultimo respiro, senza però trovare il gol vittoria. Brivido al 45’
con Pignat che viene lasciato libero in area, ma il suo colpo di testa termina a lato.

OBIETTIVO FELTRE – Termina dunque con un pareggio, il nono stagionale, per un Arzignano Valchiampo che ora punta dritto alla trasferta bellunese sul campo del Feltre, domenica prossima, con inizio alle ore 15.00.

TABELLINO

Arzignano Valchiampo – Tamai 1-1 (pt 1-1)

Arzignano Valchiampo: 1) Dani, 2) Toso (1’ st 14 Scandilori), 3) Vanzan, 4) Maldonado, 5) Bordi, 6) Salvadori (25’ pt 16 Bigolin), 7) Raimondi, 8) Hoxha (12’ st 15 Casagrande), 9) Odogwu (27’ st 18 Nobile), 10) Ilari (12’ st 17 Valenti), 11) Forte. All Vincenzo Italiano. A disposizione: 12) Colesso, 13) Romio, 19) Fracaro

Tamai: 1) Zonta, 2) Russian, 3) De Biasi, 4) Furlan, 5) Colombera, 6) Cudicio, 7) Bezzo (37’ st 16 Nadal), 8) Pignat, 9) Maccan, 10) Giglio, 11) Poletto (43’ st 18 De Anna). All Luca Saccon. A disposizione: 12) Grubizza, 13) Cramaro, 14) Basso, 15)  Montagner, 17) Faloppa, 19) Sellan

Arbitro: Marino Rinaldi di Messina.  Assistenti: Luca Feraboli di Brescia e Giuseppe Facchini di Parma

Reti. Pt 14’ Maccan (T), 39’ Raimondi (A)

Spettatori: 350 circa.

Ammoniti: Bigolin, Giglio,Poletto, Maldonado. *


Sull'Autore

Federico Formisano