Prima Categoria

Chemello e Frigo regalano il derby alla Pedemontana. Fara KO 2-0, rossoverdi inguaiati

Scritto da Marco Marra

La Pedemontana non fa sconti al Fara e si aggiudica il derby con un netto 2-0. Dopo un buon avvio degli ospiti, i bianconeri la sbloccano con Chemello e controllano per gran parte del match. Ci pensa Frigo a sigillare la vittoria nel finale. Pedemontana sempre a -2 dal Marola secondo, Fara a -6 dalla salvezza diretta

PEDEMONTANA – COSTA BARAUSSE FARA 2-0 (Primo tempo 1-0)

PEDEMONTANA: Cavedon; Bigolin, Sartore, Genero, Ballardin; Frigo, Moro (72’ Busellato), Popovic (59’ Apolloni), Polga; Battaglin (88’ Curiele), Chemello (79’ Santini)   All. Bizzotto

COSTA BARAUSSE FARA: Sportiello; Brunalle, Lorenzi, Migliorini, Moro; Dalla Fina, Nouhou, W. Totti; Martini; Zavagnin (70’ Cortese), Chelouane  All. Lievore

MARCATORI: 24’ Chemello (P), 86’ Frigo (P)

AMMONIZIONI: 30’ Dalla Fina (F), 42’ Ballardin (P), 64’ Brunalle (F)

Cronaca e foto di Marco Marra

Allo stadio comunale di Chiuppano va in scena il derby tra Pedemontana e Fara, sfida valida per la ventisettesima giornata del Girone C di Prima Categoria. Sfida tra due squadre agli antipodi della classifica, con la Pedemontana in lotta per il secondo posto con Marola e Montebello ed il Fara relegato al terz’ultimo posto in classifica a diversi punti di distanza dalla zona salvezza diretta. Per la Pedemontana è sicuramente una stagione più che positiva, dato che non era affatto scontato ripetere il gran lavoro svolto da Sperotto l’anno scorso, viste soprattutto le partenze dello stesso mister e di altri elementi importanti. Il Fara aveva dato l’illusione di poter fare una stagione positiva e senza dover soffrire per ottenere la salvezza, ma dopo le prime giornate la squadra si è spenta ed i risultati negativi hanno preso il sopravvento e nemmeno il cambio di allenatore (Lievore al posto di Maino) ha dato la scossa. Gara importante per entrambe dunque.

Bella giornata soleggiata e temperature gradevoli. Pedemontana in completo bianconero, Fara in maglia rossoverde. Il direttore di gara è il Signor Giulio Fabio Cauzillo di Verona.

LA CRONACA

Bizzotto schiera inizialmente una linea difensiva a 4 composta da Bigolin, Sartore, Genero e Ballardin; Frigo e Polga ai lati dei mediani Moro e Popovic, tandem d’attacco Chemello-Battaglin. Risponde Lievore schierando Brunalle e Michele Moro laterali difensivi, Lorenzi e Migliorini centrali, Dalla Fina, Nouhou e Totti mediani e Martini alle spalle della coppia d’attacco Zavagnin-Chelouane.

L’avvio è positivo per la squadra ospite: Pedemontana mai pericolosa dalle parti di Sportiello nei primi 10 minuti, Fara più determinato: al 7’ Chelouane riceve al limite e calcia col destro, deviazione in calcio d’angolo di un difensore. Chance anche per Martini che riceve il cross basso da sinistra di Chelouane e gira col sinistro trovando un’altra deviazione in corner. All’ 11’ ci prova Michele Moro su punizione dai trenta metri, ma il suo destro potente sorvola la traversa.

Col passare dei minuti la Pedemontana prende campo e dopo una lenta carburazione riesce anche a colpire: punizione dalla sinistra di Frigo, traversone al centro per Chemello che incorna di testa, batte Sportiello e porta in vantaggio i suoi. Tredicesimo gol in campionato per Nadir Chemello.

Trovato il vantaggio, gli uomini di Bizzotto pensano più che altro a gestire risultato ed energie e ci riescono ordinatamente, nonostante il Fara abbia una buona chance al 29’: punizione battuta da Dalla Fina al centro dell’area, non ci arriva di poco Chelouane e manca il comodo tap-in da due passi.

Squadre all’intervallo sul punteggio di 1-0 per i padroni di casa al termine di un primo tempo piuttosto bloccato, in cui la Pedemontana ha controllato agevolmente cercando di addormentare i ritmi di gioco, specie dopo il gol.

Nella ripresa tenta una minima reazione la squadra ospite: al 52’ Martini stacca di testa sul corner di Dalla Fina e mette di poco alto sopra la traversa. Al 56’ chance clamorosa per la Pedemontana con la bella azione sulla destra di Polga, che salta un uomo e mette un tiro cross smanacciato da Sportiello, sulla ribattuta Sartore manda alle stelle e sciupa un’ottima occasione per il raddoppio. Al 59’ per il Fara ci prova Nouhou con il destro dal limite ma non centra il bersaglio.

Fara volenteroso in questa ripresa, ma pecca di incisività in zona realizzativa. Al 64’ contatto in area tra Brunalle e Sartore, l’arbitro ammonisce per simulazione il terzino rossoverde. Proteste vibranti da parte della panchina ospite, meno accese invece quelle dei giocatori. Al 70’ ci prova Frigo da distanza siderale col sinistro dopo una serie di finte, palla che sibila il palo alla destra di Sportiello dando anche l’illusione del gol.

Tre minuti più tardi il Fara sciupa un’altra occasione per pareggiare, forse la più ghiotta di tutte quelle avute: Moro batte una punizione dai trenta metri, scodella al centro trovando il neo entrato Cortese che di testa manda alto da due passi graziando di fatto la Pedemontana. Occasione pazzesca per i rossoverdi…

E se non si concretizza, si ripete la grande legge del pallone: gol sbagliato-gol subito. All’86’ Frigo prende palla sulla trequarti e calcia molto bene col sinistro, pesca l’incrocio dei pali piegando le mani di Sportiello e chiude di fatto la partita per i suoi. Un grande gol dell’esterno bianconero e Pedemontana che ora può festeggiare la vittoria nel derby ed altri tre punti in chiave secondo posto.

Nel finale spazio anche per un altro gran tiro da fuori area di Frigo che sorvola di un soffio la traversa. Dopo tre minuti di recupero l’arbitro fischia la fine e manda tutti sotto la doccia. Pedemontana batte Fara 2-0 al termine di una buona gara, con buone occasioni per entrambe e che alla fine vede vincitrice la squadra più in forma e più cinica. Mister Bizzotto può essere contento dei suoi, anche se nella ripresa ci sono stati alcuni episodi che potevano riequilibrare la gara, frutto soprattutto di un calo di tensione dovuto forse alla troppa sicurezza. Nel complesso comunque i bianconeri fanno il loro, segnano due gol e rispondono prontamente al Marola, in attesa dello scontro diretto del prossimo 22 Aprile.

LA CLASSIFICA E I PROSSIMI IMPEGNI

56 punti per la Pedemontana, -2 dal Marola secondo e +2 sul Montebello quarto (con i biancorossi che hanno però una gara in meno). Occhio anche al Monteviale, che in caso di vittoria nel recupero si porterebbe a pari punti con i bianconeri. La lotta per il secondo posto si annuncia tirata e combattuta fino all’ultima giornata. Altra sconfitta invece per il Fara, fermo ancora a 18 punti ed ancora in piena zona play-out, visti i 6 punti di distanza dalla Stanga. I rossoverdi dovranno però recuperare la gara in casa con il Le Torri ed in caso di vittoria si porterebbero a -3 riaprendo il discorso salvezza. Staremo a vedere…

A seguire sulla pagina Facebook “calciovicentino.it” troverete il video della partita

Marco Marra

Sull'Autore

Marco Marra