Prima Categoria

Il Sovizzo non fa sconti, rimonta e passa a Fara sul filo di lana

Scritto da Gianfranco

Servizio e foto Gianfranco Scalzotto

COSTA BARAUSSE FARA – SOVIZZO  1 – 2

RETI: 9’Pt Policastro (CO). 35’St Pegoraro (SO), 47’st Bregalda (SO)

COSTA BARAUSSE FARA:  Attorni, Moro, Brunalle, Migliorini (Menegozzo 1’st), Lorenzi, Nou Hou (Ronzani 28’st), Dalla Fina (Cortese 41’st), Policastro, Zavagnin, Martini (Marsetti 38’st) Chelouane. A disp: Sportiello, Rader, Scandian.  Allenatore. Lievore Enrico.

SOVIZZO: Poletto, Colombo (Pegoraro 25’st), Fantin (Randon 18’st), Strobe, Marin, Milan, Meneguzzo D. (Bregalda 12’st), Skhemby, Moro (Ceola 33’st), Crivellaro, Dal Lago (Carlotto 12’st). A disp:  Meneguzzo R., Gisaldi. All. Ciani Ruggero.

ARBITRO: Graziano di Vicenza.

NOTE:  Cielo coperto con pioggia nel secondo tempo. Temperatura mite.  Terreno in discrete condizioni. 

Spettatori 30 circa.   RECUPERI: 1’ p.t. e 5’ s.t.

Fara Vicentino.

28^ giornata: Il Costa Barausse butta una buona occasione per mettere punti importanti nella sterile classifica cedendo, alla distanza, al Sovizzo che, in rimonta, si aggiudica l’intera posta.

La cronaca. Fischio d’inizio del Sig. Graziano di Vicenza e fin da subito i ragazzi di mister Lievore si mettono in modalità attacco. Vengono premiati già al 9’ minuto con Policastro che su punizione, sorprende Poletto e porta in vantaggio i sui. Ancora in avanti i padroni di casa al 13’, il tiro di Martini sbatte sul braccio aderente al corpo di Marin e l’arbitro fa proseguire. I padroni di casa hanno il pallino del gioco in mano e costringono gli ospiti sulla difensiva.  Policastro vuole ripetersi al 18’, stavolta però la sua conclusione non inquadra la porta. Il Sovizzo, forse appagato per la salvezza raggiunta il turno precedente, è impacciato e fatica a fornire palloni giocabili ai propri avanti e solo al 28’ riesce a mettere in difficoltà Attorni con Meneguzzo D. ben servito in profondità: il suo tocco è respinto dall’uno di casa che gli chiude con prontezza lo specchio della porta. Gli ospiti prendono coraggio e due minuti dopo, Moro, da punizione, mette un lungo crosso sul secondo palo dove Milan ben appostato calcia alto. Buon momento degli ospiti e al 32’ sfiorano il pari con Dal Lago che di testa gira in porta il cross di Moro ma trova il palo a negargli la gioia del gol. Sulla ribattuta viene atterrato Milan ma per il direttore di gara non c’è nulla. Ancora i neroverdi in avanti: Moro controlla a metà-campo e si fa ingolosire dalla posizione avanzata dell’uno di casa per calciare da 45mt: conclusione fuori e comunque controllata da Attorni. Break di Chelouane al 38’: recupera palla sulla tre-quarti ospite, vince un contrasto e serve Zavagnin che si vola verso la porta avversaria ma al momento della conclusione non è lucido e spreca tutto calciando alle stelle. Il Costa finisce in avanti battendo tre tiri consecutivi dalla bandierina senza però creare pericoli alla porta ospite. Un minuto di recupero e tutti in pausa.

Nella ripresa i padroni di casa partono a spron battuto cercando con veemenza il raddoppio. Al 3’st Chelouane si gira bene ma la conclusione termina a lato di pochissimo. Un minuto dopo la stessa occasione capita sui piedi di  Nou Hou che alza troppo la mira. Buona iniziativa di Zavagnin al 7’st ma la conclusione risulta debole e Poletto blocca sicuro. Nella ripartenza il Sovizzo perde palla sulla propria tre-quarti, ne approfitta Chelouane: conclusione alta. Il Sovizzo è alle corde e al 15’st i padroni di casa hanno l’occasione per il raddoppio: Fantin entra scomposto su Dalla Fina e il Sig. Graziano indica il dischetto. Calcia  Nou Hou e Poletto si supera parandogli la conclusione. Il Costa pian piano si spegne e perde l’ intensità iniziale così che il Sovizzo riesce a riorganizzarsi, ed alza il baricentro del gioco. La girandola dei cambi porta frutto solo in casa nero verde che nell’ultimo quarto del tempo mette alle corde i padroni di casa. I neroverdi trovano il pari al 35’st con Pegoraro che batte un calcio di punizione da posizione defilata: la palla tra le mani di Attorni fa l’effetto saponetta e gli scivola alle spalle. I ragazzi di mister Ciani ora ci credono e l’entrata di Ceola mette in netta difficoltà la retroguardia di casa.  Al 42’st, Attorni si supera deviando il missile di Ceola da 35mt ma non può nulla al 47’st: Ceola recupera palla sulla sinistra salta il diretto avversario e mette forte al centro trovando Bregalda, appostato all’altezza del dischetto, che di prima intenzione scarica in rete per il vantaggio ospite. La gioa del classe ’99 è legittima. Non c’è più tempo e al termine dei 5’ di recupero il Sig. Graziano mette fine all’ incontro.

Capitolo giovani: brillante la prestazione di Bregalda e Carlotto (al debutto), sponda nero verde. Bene anche il giovane Chelouane tra le fila dei padroni di casa.

 


Sull'Autore

Gianfranco