Prima Categoria

Cassola: stagione eccezionale ma il mister se ne va…

Scritto da Federico Formisano

Su una cosa il ds Giovanni Galioto ed il mister Alberto Liviero concordano: la sconfitta di ieri non incrina una stagione eccezionale.

Per Liviero “ è stata una stagione molto positiva, al di là delle aspettative visto che c’erano squadre molto più quotate della nostra; e sopratutto perchè abbiamo perso un giocatore per motivi di lavoro dopo poche giornate e altri due in corso di campionato per infortunio e problemi vari” .

In sintonia con Liviero è il Ds Galiotto. ” Ieri abbiamo perso nei tempi supplementari.  Con un rigore assegnato dopo che c’era stata una carica al nostro portiere in uscita. La squadra comunque ha fatto un ottima prova.  Considerando che abbiamo fatto 4 turni di  play off io non posso che dirmi soddisfatto della stagione.  Il rammarico, semmai  è stato quello di non poter schierare la migliore formazione nella finale.  Avevamo, infatti,  Rizzitelli e Pomposo squalificati.

Berton Bolzano – Cassola (foto di Federico Formisano)

La squadra non era partita subito con il vento in poppa cosa è stato poi a far cambiare la situazione e a farvi arrivare fino all’ultimo turno dei play-off ?  “È vero – risponde Galioto –  non eravamo partiti bene.  Avevamo cambiato quattro, cinque giocatori  ed il mister.  C’è voluto un po’  più di tempo per amalgamare il tutto. Ci tengo a dire che ho sempre creduto in questo gruppo soprattutto nei momenti difficili.  Poi piano piano siamo riusciti ad ingranare ed acquisire fiducia”

A fine girone d’andata – racconta il mister – siamo cresciuti in condizione e abbiamo infilato un filotto di successi con un crescendo veramente notevole.  Ma il merito è stato sopratutto di un gruppo veramente eccezionale nel quale non mi capitava da tempo di imbattermi: con loro abbiamo potuto curare in maniera attenta l’allenamento, preparare le partite, studiando i nostri avversari, andare in gara sempre con la giusta carica e concentrazione.

E a questo punto e sulla domanda che vi stiamo per presentare che le strade di Galioto e Liviero hanno iniziato a divergere. Ecco la domanda ” per il prossimo anno, dunque,  contate sulla conferma del gruppo e dello staff ?
Purtroppo – spiega Galioto –  la sconfitta di ieri ci ha messo in una condizione delicata che ci porta a dover attendere eventuali ripescaggi.  La volontà della società  è quella di confermare buona parte del gruppo rinforzando i ruoli chiave con qualche elemento.  Questo ci permetterebbe di farci  trovare pronti in caso di un ripescaggio in Promozione. Certo rimane l’incognita dei giovani da utilizzare come fuori quota che in Promozione sono tre contro l’unico Under che deve essere obbligatoriamente impiegato in Prima Categoeria.  Ci tengo però a ringraziare questo gruppo che ha dato tutto quello che poteva in una stagione certamente lunga ed impegnativa.
Ci sono dei motivi – afferma invece il mister Liviero – che mi fanno ritenere giusto lasciare in questo momento ( e qui scoppia la bomba visto che Liviero era stato confermato dalla società). Certo incide anche la distanza da Castelfranco dove risiedo. Ma anche altre motivazioni che preferisco non esporre in questo momento. Le nostre strade si dividono qua ma ci tengo a ribadire che sono stato veramente soddisfatto dal gruppo che mi è stato messo a disposizione dalla società. 
E così l’ex mister di Loreggia, Campetra, Vedelago, Campigo e del settore giovanile del Giorgione chiude qui la sua esperienza in terra bassanese, prima esperienza nel vicentino. Adesso il direttore sportivo dovrà selezionare un altro profilo ma questa è tutta un altra storia.

Liviero

Queste le presenze e le reti realizzate dal Cassola

Cassola: Marchesan 30 (13), Chilese 29 (1),  Frison 28, Pomposo 28 (1), Gazzola 26,  Tona 25 (4),  Orso 25, Busnardo 24,  Fabris 23 (5), Farina 23 (4), Rizzitelli 22 (4),  Mancini 20 (3),  Milani Nicolò  20 (3), Tellatin 19 (2) , Parolin 18,  Amal  17, Mocellin 9, Bizzotto 9, Racaj 8 (1), Marchiori 7,  Milani Nicola 4, Mascotto 4,   Bordignon 3,  Favero 2, Fabris Diego 1, Galvan 1,

Sull'Autore

Federico Formisano