Serie D

Daniele Di Donato nuovo mister dell’Arzignano

Scritto da Federico Formisano

Arzignano Valchiampo: ufficiale il nuovo allenatore. E’ Daniele Di Donato!*

Passato da professionista con le maglie di Torino, Palermo, Castel di Sangro, Siena, Arezzo, Ascoli e Cittadella, è reduce dall’esperienza sulla panchina della Jesina (Serie D). Particolarmente apprezzato dal ds Mattia Serafini, raccoglie l’eredità lasciata da Vincenzo Italiano

ARZIGNANO (VI) – L’Arzignano Valchiampo comunica ufficialmente che la direzione tecnica della Prima Squadra è stata affidata al sig. Daniele Di Donato. Abruzzese nativo di Giulianova, è stato un giocatore con un’ottima carriera professionistica nel ruolo di centrocampista. Torino, Palermo, Ascoli sono solo alcune delle squadre in cui ha militato: attualmente è il
terzo giocatore in assoluto con maggior presenze in cadetteria. Il suo percorso tecnico è iniziato tre anni fa nelle giovanili del Modena, in cui ha allenato l’Under 17 e la Beretti, mentre nell’ultimo anno è stato il mister dello Jesina nel Girone F della Serie D. Di Donato è un tecnico molto apprezzato da Mattia Serafini, che ha fatto di tutto per portarlo in gialloceleste: “Conosco bene il mister –spiega il ds- perché avevo avuto l’occasione di veder giocare le sue squadre ai tempi della Beretti del Modena che seguivo con interesse. Ho sempre apprezzato il suo modo di schierare le squadre in campo, e sono felice che ora sia uno dei nostri”.


LA SCHEDA

Nome: Daniele Cognome: Di Donato Nato a: Giulianova il 21 Febbraio 1977 Altezza: 173 cm Peso: 73 kg

CURRICULUM DA CALCIATORE – Debutta nei professionisti con la maglia del Torino nel 1995, dove rimane per due stagioni. Passa nel 1997 al Castel di Sangro, ma a metà stagione, dopo non aver trovato molto spazio, viene trasferito al Siena dove invece colleziona 21 presenze ed un gol in C1. Dal 1998 al 2000 gioca alla Lodigiani in C1, dove rimane due anni (62 presenze complessive) prima di passare nel 2000 al Palermo. Con la maglia rosanero, di cui diventa presto capitano, costruisce forse la parte più prestigiosa della sua carriera completando la scalata alla Serie A, e nel 2004 torna a Siena dove esordisce in Serie A collezionando 23 presenze. Dopo un’esperienza di due anni ad Arezzo, passa all’Ascoli, dove centra due
ottime salvezze in cadetteria, ed infine chiude col calcio giocato a Cittadella nella stagione 2013/14. In totale ha collezionato 23 presenze in Serie A, 413 in Serie B, risultando attualmente il terzo in assoluto per presenze in cadetteria dopo due ex vicentini come Gigi Cagni e Juri Tamburini.

CURRICULUM DA ALLENATORE – Subito dopo aver smesso di giocare, inizia nel 2015/16 il proprio percorso tecnico sulla panchina dell’Under 17 del Modena. L’anno successivo allena la Beretti dei canarini modenesi, mentre nell’ultimo campionato è stato chiamato alla guida della Jesina nella seconda parte di campionato (subentrato il 13 dicembre).

BENVENUTO – A Daniele Di Donato la società intende rivolgere un caloroso benvenuto in gialloceleste, augurandogli di poter contribuire al raggiungimento degli obiettivi prefissati!

Primo assaggio di Arzignano per il neo allenatore Daniele Di Donato, che assieme ai suoi più stretti collaboratori (il
preparatore atletico Jacopo Petrucci e il preparatore dei portieri Marco Bruzzichessi) ha visionato le strutture del Dal Molin, ha incontrato la dirigenza ed ha cominciato a programmare la stagione che lo attende alla guida della squadra gialloceleste. Per presentare al meglio il nuovo allenatore abbiamo realizzato questa prima chiacchierata, che vi
presentiamo testuale, e che potrete trovare in video integrale sulla pagina Facebook del club “ASD Arzignano Valchiampo”.

Daniele Di Donato, sei il nuovo allenatore dell’Arzignano Valchiampo. Innanzitutto benvenuto, ti chiedo di descriverci le sensazioni che stai vivendo dopo l’accordo raggiunto col direttore Serafini e con tutta la società.

“Innanzitutto ci tengo a ringraziare il presidente Chilese e il direttore Serafini per la fiducia che mi è stata data. Sono molto contento di essere qui; ho trovato una società molto organizzata sotto tutti gli aspetti, e questo spesso alla fine fa la differenza. Sono arrivato ad Arzignano con tanta voglia e con tanto entusiasmo; sarà un anno importante per tutti noi. Dobbiamo iniziare da subito a lavorare per programmare al meglio la stagione”.

Quali sono state le motivazioni che ti hanno spinto a scegliere questa soluzione rispetto alle altre proposte che ti erano arrivate?*

Della società Arzignano Valchiampo se ne parla un gran bene a livello nazionale già da qualche anno: è una realtà importante della categoria, e appena c’è stata l’occasione non ho potuto far altro che accettare con gran voglia di far bene”.

In tanti ti conoscono per il tuo passato da calciatore. Per chi non ti conoscesse ancora come alleatore, come descriviamo il Di Donato dentro e fuori dal campo?*

“Sono una persona molto tranquilla, che ama lavorare ventiquattr’ore al giorno; anche quando sono a casa penso a migliorare il lavoro quotidiano per la squadra, e cerco di programmare al meglio le sedute da proporre. Dentro al campo sono un tecnico molto esigente, che pretende molto; la squadra deve impegnarsi sempre al cento per cento, perché è solo così che si innalza il livello, ed è solo così che si può pensare di fare risultato alla domenica”.

I tifosi dell’Arzignano sono abituati a vedere la loro squadra giocare un  gran calcio, e soprattutto un calcio propositivo. Come ci puoi sintetizzare il tuo modo di intendere questo sport?

“Cercherò di ripartire dal gran lavoro fatto quest’anno da Vincenzo Italiano; sono un amante del 4-3-3, mi piace giocare palla a terra, coinvolgendo anche molto coi piedi il portiere. Mi piace giocare la palla, non deve essere mai buttata, perché per noi deve essere un bene prezioso”.

*Che messaggio ti senti di lanciare ai tuoi nuovi tifosi? Che Arzignano si dovranno aspettare di vedere in campo?*

“Cercheremo di migliorare tutto quello che si potrà migliorare; spero ci sia un grande apporto dei tifosi, vogliamo divertirli e coinvolgerli così come fatto dall’Arzignano nella stagione appena terminata”.

Nicola Ciatti  Ufficio Comunicazione ASD Arzignano Valchiampo


Sull'Autore

Federico Formisano