Calciomercato EVIDENZA

Calciomercato del Lunedì: rinvio della C e questione allenatori, altro che caldo torrido !!

Parata di Grandi (foto
Scritto da Federico Formisano

E qualcuno comincia a prendere sul serio la situazione drammatica del nostro calcio: nel Comunicato della Lega Pro si annuncia il rinvio alla prima domenica di settembre dei campionati ma addirittura si ipotizza di non far iniziare i campionati. Ovviamente subentrerà poi la ragione ma, intanto, il mondo del calcio comincia a muovere qualche passo..  Il Consiglio Direttivo della Lega Pro riunitosi a Firenze ha preso atto dell’attuale situazione sulla base delle ammissioni decise dal Commissario Straordinario della F.I.G.C. delle Società Cavese, Imolese, e Juventus U23 al Campionato di Serie C e si è provveduto all’integrazione dei gironi A-B-C- e alla sentenza del Tribunale Federale Nazionale che ha ritenuto ripescabili i Club di Catania, Novara, Robur Siena e ha formulato l’ipotesi di formazione dei Gironi di Lega Pro. Il Consiglio Direttivo ha deciso, al momento, di posticipare l’inizio del Campionato alla prima domenica di settembre e di indire per mercoledì 22 agosto 2018 a Roma la definizione dei calendari per il Campionato 2018 -2019. Nella stessa giornata è stata convocata l’assemblea dei Club che deciderà sulla base di alcuni temi: a) le decisioni tecnico-sportive; b) le risorse a partire da quelle provenienti dai diritti TV della ex Legge Melandri; c) le norme relative alle Licenze Nazionali che salvaguardino la competizione sportiva. L’assemblea sarà chiamata ad esprimersi se iniziare o meno il Campionato 2018 -2019. Siamo in un clima di totale incertezza e precarietà nel calcio italiano il quale ha l’esigenza che si convochi l’assemblea elettiva per dar vita ad una nuova governance che superi il regime commissariale per un governo della FIGC capace di traghettare verso una stagione di riforme non più rimandabile”

A

Allenatori: un amico ci chiede cortesemente di pubblicare, come integrazione a quanto avete già pubblicato negli scorsi editoriali (nello specifico quello di venerdi 15 giugno), queste sue considerazioni:
L’argomento in questione, era l’ introduzione dell’obbligo del PATENTINO per gli allenatori delle giovanili per la prossima stagione (che ripeto ancora trovo GIUSTA nell idea!.)Allora avevo espresso le mie perplessità sulle modalità con cui sta avvenendo tale introduzione. Avevo proposto uno spunto di riflessione su una tematica che ritengo fondamentale per le società.A distanza di alcune settimane, noto con estremo stupore ( forse dovevo aspettarmelo)che nessuna società, allenatore, semplice addetto ai lavori o ancora in primis L’AIAC abbia di fatto replicato, lasciando il mio appello nel dimenticatoio.
Speravo che con il passare delle settimane la FIGC o L’AIAC potessero integrare la riforma con tutta una serie di misure per andare incontro a tutti e non lasciare indietro nessuno! cosa intendo!? Accessibilità-integrazione-agevolazioni perchè mi pare chiaro che il vecchio sistema non possa andare bene con la nuova riforma! –Accessibilità migliorata ai corsi e revisione dei metodi di ammissioneMaggiore frequenza dei corsi – Agevolazioni economiche per società e privati (778 euro Uefa B ) insomma tutta una serie di piccole cose a livello organizzativo che possa servire a tutti coloro che hanno la voglia e la passione di regolarizzarsi. Capisco tutti coloro che negli scorsi anni hanno frequentato il corso possano strocere il naso etc etc ma allora non era obbligatorio e personalmente la vedevo più come ambizione personale per arrivare in categorie dove vigeva una regolametazzione già esistente dove è cambiato poco o nulla!
A livello regolamentare in linea generale in distinta ci sono varie “possibilità o meglio escamotage” e la riforma come integra questo obbligo!?
Ci sarebbe da discutere ore e ore su molti di questi argomenti e maggiormente  se ne dovrebbe discutere o chi ha competenza in materia dovrà chiarire al più presto, sottotraccia stanno nascendo “mercati” o situazioni assurde tipo quella dei prestanome perchè nei limiti delle possibilità una società potrebbe muoversi anche in quel senso lasciando gestire le squadre a figure senza abilitazione e figurando però in regola! diciamocelo eticamente discutibile .Rimborsi! veramente tutte le società possono permettersi in un prossimo futuro di dare dei rimborsi a tutti gli allenatori del settore giovanile patentati seppur magari contenuti!? o mandare i propri allenatori a fare il corso contribuendo economicamente !? si dice sempre che soldi non ce ne sono ,è cosi o no!?…
Al gran galà si è detto che a Vicenza ci sono 1600 allenatori abilitati e 800 in attività e si vuole agevolare l inserimento di quelli inattivi nelle società! Vero lo trovo GIUSTO ma resta un dato fittizzio, quanti di questi sono realmente attivi!? quanti di questi coprono ruoli dirigenziali come succede!? Quanti vorrebbero ma non possono per motivi di lavoro e non possono prendere incarichi nelle giovanili!? Quanti di questi, verrebbero allenare le giovanili?(ambizioni personali)
Insomma il futuro delle società di provincia deve essere di stampo professionistico!? una via di mezzo!? oppure stiamo prendendo una strada tortuosa senza via di uscita!?
Alcuni potranno essere d’accordo con me molti invece non lo saranno ma quello che mi preme è che ne si discuta il più possibile ad ogni livello al di là della mia opinione che poco conta e non prendere questa riforma alla lettera, tutto si può migliorare!! Società allenatori dirigenti addetti ai lavori non fatevi vedere belli solo nelle presentazioni cominciate a parlare di cose che realmente sono importanti i nostri vivai e il futuro del calcio di provincia!

 

Amichevoli Abbiamo aggiornato il calendario delle amichevoli; potete trovarlo a questo link http://www.calciovicentino.it/2018/08/06/amichevoli-chi-cerca-e-chi-ha-trovato/

B

Bassano: Oggi alle 18.30 al Campo Sportivo di Sacro Cuore scatta la nuova avventura del F.C.Bassano 1903.
E per l’occasione ci siamo rifatti il look: eccovi il logo definitivo !  Questa la rosa di 18 giocatori (salvo inserimenti dell’ultima ora) che inizia a lavorare agli ordini di mister Francesco Maino portieri: Scaranto Manfrè, difensori Meneghetti, Benetti, Gaborin, Frasson, Frangu Gallina, Zigliotto centrocampisti Comarin, Ceccato, Xamin, Maistrello, Torresan e Frachesen attaccanti Bertollo, Cosma e Savio.

Logo definitivo del Bassano FC

C

Cartigliano: Già da una settimana è iniziata  la preparazione del Cartigliano di Alessandro Ferronato. Mercoledì sera a Cartigliano c’è il primo  test amichevole con la formazione primavera del Venezia. Poi sabato 11 la squadra parte per Roncegno dove rimarrà in ritiro fino a venerdì 17 agosto. Domenica 12 è prevista un amichevole con il Levico.  Questa la rosa che sta lavorando agli ordini dello staff di  mister Ferronato: Portieri:Yari Bortignon (93), Marco Farina (99, dal Montebelluna),  difensori: Simone  Bragagnolo(96 dalla Piovese), Matteo Faresin (88),  Luca Lorenzin (99), Mattia Mazzon (98 dalla Luparense),  Alessandro Miotti (84), Edoardo Parise (98) Alex Pellizzer (95), centrocampisti: Kevin Appiah (93 dal Trento), Enrico Marchese (99 dal Cornuda), Leonardo Mattioli (93), Stefano Michelon (2000 dal Sarcedo),  Simone  Moretto (98 dal Rosà), Jurgen Murataj (94) Riccardo Ronzani (2000),  Andrea Stocco (98), Gabriele Xausa (96) attaccanti: Nicola Bizzotto (2000), Edoardo Di Gennaro (93, 28 presenze e 18 reti) Riccardo Moro (99), Salif Nonni (92 dalla Juventina Laghi), Nicola Visinoni (95 dal Union Pro).

Mazzon Mattia Cartigliano

D

Dueville:  Il Dueville sarà in ritiro Sabato 18 e domenica 19 agosto a Treschè Conca; sabato alle 16.00 nella località del nostro altopiano giocherà in amichevole con la Pedemontana.  Un’altra amichevole verrà disputata martedì 21 alle 20.00 con il Mestrino.

G

Gironi di Prima: Dopo avervi fatto la nostra ipotesi dei gironi di seconda categoria abbiamo anche provato ad immaginare come potrebbero essere i raggruppamenti di prima categoria; questo il link a cui li potete trovare: http://www.calciovicentino.it/2018/08/05/i-gironi-di-prima-categoria-unipotesi-a-pochi-giorni-dal-varo/

I

Italia Novanta: il sogno mancato: Matteo Bordiga, giornalista e scrittore che abbiamo conosciuto a Vicenza in occasione della presentazione di un altro suo libro (“L’isola dei giganti” sulla storia del Cagliari scudettato), annuncia l’uscita di ITALIA ’90 – IL SOGNO MANCATO, libro-inchiesta sull’indimenticabile Mondiale italiano che contiene interviste esclusive agli Azzurri che disputarono quel torneo (da Schillaci a Baresi, da Donadoni a Bergomi e Berti). Per la prima volta in assoluto, i protagonisti di Italia ’90 raccontano nel dettaglio ogni retroscena e spigolatura di un Mondiale rimasto scolpito nella memoria degli italiani.  https://www.amazon.it/Italia-sogno-mancato-Matteo-Bordiga/dp/8863934673/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1532257788&sr=8-1&keywords=italia+%2790+il+sogno+mancato 

L

Lonigo: un altro dei giocatori del Lonigo di prima categoria lascia la società dopo la retrocessione: il difensore Alessandro De Mori, classe 1993, 28 partite nell’ultimo campionato si accasa allo Zevio. Finora hanno lasciato la squadra leonicena Ceron e Lunardi (Gambellara), Bevilacqua e Scarsetto (Montebello), Shahini (Pro Sambo), Callegaro (Real San Zeno), Lampugnani (Alte), Battaglia e Fabris (Valdalpone), Martinello (Atheste).

De Mori allo Zevio

P

Presentazioni: Ad Agosto ci saranno altre presentazioni (Azzurra, Carmenta,  Cartigliano,  Marosticense, Montecchio Maggiore, Montecchio Precalcino, Stanga Vi Est, ecc). Queste indicate in blu sono quelle che abbiamo seguito direttamente   Union Olmo Creazzo (1) , Brendola (2)  Seraticense (3)   Rivereel (4), Trissino (5), Arcugnano (6), San Lazzaro (7), Novoledo (8), Monteviale (9),  Camisano (10) , San Vito Cà Trenta (11), Santomio (12), Eurocalcio (13) Marola (14), Altair (15), Telemar (16), Rozzampia (17),  Berton (18),  Poleo (19), Pedezzi (20), Pedemontana (21), Isola Castelnovo (22), Real San Zeno (23), Azzurra Maglio(24), Malo (25), Spes Poiana (26), Real Brogliano  (27), Dueville (28), Calidonense (29)  Cornedo (30), Sovizzo (31), Le Torri (32), Maddalene (33), Juventina Laghi (34), Due Monti (35), Longare (36) Lugo (37) Chiampo (38),  Santa Croce (39), Alte (40), Grumolo (41), , Junior Monticello (42), Real Stroppari  (43)  San Vitale (44),  Silva (45), Schio (46), Ca Ba Marchesane (47) Alto Astico Cogollo (48) San Pietro Rosà (49), Fides (50), Bassan Team Motta (51), Gambellara (52), Montebello (53), Pianezze (54) Colceresa (55), Lampo (56), Grisignano (57), Transvector (58),  Recoaro (59), Bp 93 (60), Alta Valle del Chiampo (61),  Mottinello (62), Altavilla (63) Virtus Plateolese (64),

Nova Gens, Thiene, Cassola,  Ponte dei Nori, Castelgomberto, Concordia Schio, Gazzo, Treschè Conca

U

Union Ezzelina: Dal Mussolente, diventato Bassano FC, ecco arrivare all’Union Ezzelina i giovani del 1997, Tommaso Fornasa e Andrea Tellatin, centrocampisti.

V

L.R. Vicenza Virtus: Grandi! I 17 tifosi che si sono sciroppati 3000 km per andare ad assistere alla gara di Coppa a Palermo. Certo non sono rimasti delusi (risultato a parte) vista la bella prova offerta da un Vicenza tre volte in vantaggio (due volte sul campo ed una volta ai rigori).

L.R. Vicenza Virtus: abbonamenti   Procede a spron battuto la vendita degli abbonamenti. Non abbiamo ancora il dato definitivo del lunedì ma riteniamo che certamente si sarà superata la quota 3000 !

L.R. Vicenza Virtus: Mercato: tra gli ultimi nomi proposti ecco quello del difensore Paolo Rozzio, ex Reggiana;  potrebbe essere l’alternativa a Pelagatti che continua a sperare in un club di B. E dalla Reggiana potrebbe arrivare anche l’attaccante del 1989, Aiman Napoli, conteso anche dal solito Pordenone e dalla Viterbese.

L.R. Vicenza Virtus: non solo Romizi altri 5 ex giocatori biancorossi si sono rivolti ai loro avvocati presentando un ricorso proprio per “licenziamento illegittimo”. Tra loro c’è anche Nicola Ferrari: gli otto giocatori licenziati erano Valentini, Ferrari, Fortunato, Romizi, Tassi e Viola, mentre Giacomelli e Bianchi sono stati riassunti dal nuovo Vicenza, come previsto da contratto di acquisto del ramo d’azienda firmato da Renzo Rosso. Sperano di ottenere almeno un indennizzo.

Villafranca: stando all’Arena di Verona che pubblica stamane un dettagliato articolo sui ripescaggi le possibilità che il Villafranca possa essere promosso in D sono ancora concrete.  Ovviamente questa notizia potrebbe avere ripercussioni anche per le squadre vicentine che attendono il ripescaggio.

Recapiti del sito

info@calciovicentino.it

Telefono (anche Whatsapp) 348 6612523  335 7150047

Facebook / calcio vicentino


Sull'Autore

Federico Formisano