Promozione

Seraticense: pareggio brodino, tanto lavoro per Cortellazzi

Scritto da Federico Formisano

Seraticense: Coltro, Bertocco (Nicente dal 72’), Mucenji, Manganotti, Fava, Borriero, Ambrosi (Piazza dal 83’), Montemezzo, Fracasso, Borotto, Crema;  Allenatore: Cortellazzi

Albaronco: Afyf, Targon E., Targon F., Crinelli (Forapan dal 63’), Pasin, Mazzo, Zanaga (Terza dal 67’), Bellakhadim, Avesani, Centomo, Carpene, Allenatore:  Pennacchioni

Arbitro: Fornari di Verona.

Dopo la sconfitta con il Cologna della prima giornata la Seraticense era attesa alla prova d’orgoglio per ritornare ai livelli delle prestazioni della scorsa stagione. Cortellazzi cambia mezza squadra (fuori per infortuni o precarie condizioni atletiche, Bagherini, Elia e De Silveira; il mister attua anche un rimescolamento nei ruoli confermando di punta Fracasso e Ambrosi con Manganotti, Montemezzo e Borotto a centrocampo e Bertocco e  Crema sugli esterni.

L’ Albaronco, allenato dall’ex difensore dell’Arzignano Pennacchioni, tiene bene il campo e non si fa intimidire dagli avversari.  La Seraticense ci ha provato con Crema, ma subito dopo e in rapida successione,  a farsi vedere sono i veronesi con Centomo, Zanaga e Avesani.

La squadra di casa si riaffaccia in area avversaria con Fracasso e con Ambrosi ma Afyf è bravo e attento . Nella ripresa Borotto manda alto ma il protagonista diventa il giovanissimo Alberto Coltro, classe 1999, arrivato dal Montecchio che effettua due interventi miracolosi su Centomo e Targon.

Nel finale le squadre appaiono provate e si accontentano del pari. Per qualificarsi la Seraticense dovrà compire un mezzo miracolo: vincere con la Cavalponica e sperare che l’Albaronco batta il Cologna. A quel punto le quattro squadre si ritroverebbero tutte a 4 punti e si dovrebbe valutare la differenza reti.

Nella Seraticense espulso Borriero.


Sull'Autore

Federico Formisano