Prima Categoria

Berton solo un pari all’esordio con l’Ardisci e Spera

Berton – Ardisci e Spera 1-1 Fior al 10’ Toso al 22’

Berton Bolzano Vicentino: Cogo, Bernardi, Orsato(Paccagnella dal 85’), Scapinello (Prina dal 10’), Segato, Fior, Camara Alkaly, Santini (Signoretti dal 68’), Carta T. (Fabris dal 55’), Savegnago, Savio (Baggio dal 75’).A disposizione: Secco, Lassati, Mamoci, Camara Daniel. Allenatore Carta Giovanni

Ardisci e Spera: Toniolo, De Checchi, Bergamo, Sabbadin, Ometto (Azzalin dal 79’), Toso, Pasquali (Duzel dal 56’),  Protto, Agostini (Deho dal 90’), Volpato, Veronesi.  A disposizione:  Carraro, Zalon, Simoncini, Zaminato Allenatore: Carraro

Arbitro: Tortomasi di Castelfranco Veneto

Servizio della redazione, foto di Debora Giorio

Si risolve tutto in venti minuti fra Berton e Ardisci e Spera, formazione di Arsego. Poi solo normale amministrazione.

Carta mister granata schiera la formazione migliore del momento inserendo in avanti il giovane ex Camisano Tommaso Carta con Fabris in panchina. Il recupero di Daniel Camara procede bene ma il mister preferisce non rischiarlo ancora e comunque lo porta in panchina per fargli respirare l’aria del campo da gioco da cui manca quasi da un anno.

Buona la partenza dei locali che prima sfiorano il vantaggio con Santini, poi vanno in gol con un tiro cross di Fior mal valutato dal portiere Toniolo.  Subito dopo Carta è obbligato al primo cambio per l’infortunio di Scapinello sostituito dal centrocampista Prina con Santini che arretra.  Dopo pochi minuti dal vantaggio locale sono gli ospiti a far breccia nella difesa avversaria: Toso da pochi passi batte l’incolpevole Cogo. Il gol carica i padovani che sfiorano il vantaggio con Volpato.

Nel secondo tempo qualche occasione per parte e poi il gran caldo che si fa sentire sulle gambe dei giocatori. I due mister operano qualche cambio per cercare di ridare slancio alle squadre, ma il pareggio sembra essere il risultato gradito da entrambe, anche perché la squadra di casa ha perso il difensore Bernardi per espulsione.  Gli ingressi di Fabris, Signoretti, Baggio e nel finale di Paccagnella non sortiscono gli effetti sperati.


Sull'Autore

Federico Formisano