Eccellenza

Montecchio Maggiore, la vittoria più bella!

Scritto da Eros

Grande prova di forza della squadra vicentina che riesce ad imporsi per tre a zero (Calgaro, Casarotto, Tescaro) contro la propria bestia nera. Caldiero da rimandare.

CALDIERO: Cecchini; Baschirotto; Baldani; Corso (Bosetto dal 52′); Tonolli (Falcetto dal 77′); Antinori; Zerbato; Feliciotto (Guccione dal 53′); Gecchele (Ciadamidaro dal 53′); Peotta. A disposizione: Pisani; Ruviero; Odigwe; Braggio; Mezzina. All: Soave.

MONTECCHIO MAGGIORE: Saggioro; Bevilacqua; Benetti; Tresso (Pegoraro dal 58′); Vanzo; Poletti; Santacatterina; Tecchio; Bonvicini (Carollo dall’80); Calgaro (Battaglia dal 90′); Casarotto (Tescaro dal 65′). A disposizione: Bertoldo; Stefanello; Zuddas; Nikolic; Mantiero. All: De Forni.

Arbitri: Sig. Saugo. Assistenti: Boato & Farina.

Marcatori: Calgaro al 42′; Casarotto al 52′; Tescaro all’87.

Espulsioni: Antinori al 65′.

Ammonizioni: Gecchele; Viviani; Guccione; Tresso; Casarotto; Tescaro.

Servizio e foto di Eros Ferraretto

Caldiero contro Montecchio Maggiore non è una sfida come tutte le altre, soprattutto dopo quanto successo la scorsa stagione. La squadra veronese si è imposta per ben tre volte, riuscendo anche ad eliminare i Castellani dai play-off. Indi, per cui, il Caldiero non vuole di certo interrompere la striscia positiva, d’altro canto il Montecchio non vede l’ora di vendicarsi e sconfiggere la propria bestia nera.

Per infiammarsi il match si prende il suo tempo, soprattutto a causa di un clima non certo autunnale. La prima squadra a rendersi pericolosa è quella di casa, infatti Feliciotto ci prova con una punizione dal limite costringendo Saggioro ad un bell’intervento. Al diciottesimo Calgaro batte un’ambiziosa punizione dalla sinistra che scheggia il palo. Alla metà della prima frazione di gioco Gecchele colpisce il pallone al volo mettendo in seria difficoltà Saggioro che riesce, con un gran intervento, a salvare la propria porta. Diversi giri di orologio più tardi Vanzo lancia per Santacatterina, il quale si gira e dal limite dell’area calcia alto. Stessa sorte tocca a Peotta dopo essersi accentrato per trovare maggiore spazio per concludere. Un minuto più tardi Bonvicini aggancia il pallone, serve con classe Benetti che dopo aver scartato il suo marcatore colpisce debolmente la palla che finisce tra le braccia di Cecchini. Al quarantaduesimo, dopo diversi minuti di pressing, la squadra vicentina passa in vantaggio: Santacatterina serve Calgaro in area, l’ex Summania non riesce a concludere trovandosi un muro di fronte, dopo un attimo di incertezza, Calgaro, con le spalle rivolte verso la porta, si gira in un fazzoletto di campo, scartando così il proprio marcatore, e a tu per tu con Cecchini non sbaglia. Splendido gol dell’attaccante classe 90′.

Dopo un primo tempo tutto sommato equilibrato, in cui le due squadre non si sono risparimate in avanti, il Montecchio passa in vantaggio grazie ad una magia di Calgaro.

Ad inizio ripresa il Caldiero parte decisamente meglio e più determinato, si vede subito dalla strepitosa azione di Zerbato che sulla destra, dopo un grande scarto, impensierisce seriamente Saggioro con il suo destro. Nonostante questo il Montecchio al cinquantaduesimo raddoppia: grande lancio di Calgaro per Casarotto, il quale dopo essersi accentrato firma il due a zero. I padroni di casa non ci stanno e tentano subito di metterci una pezza con Zerbato, però la sua conclusione si alza sopra la traversa. Quasi una decina di minuti più tardi Calgaro si punizione ci prova di nuovo ma il tiro è da dimenticare, lo decisamente meno l’assist per il neoentrato Tescaro che di testa non c’entra la porta. Il solito Calagro al settantottesimo ci prova nuovamente senza un esito positivo. Il Caldiero a meno cinque dal termine torna a farsi vivo d’avanti con il tiro alto del neoentrato Guccione. Chiude i conti, all’ottantasettesimo, Tescaro che di testa insacca su corner l’assist di un Calgaro straripante. Partita da ricordare per quest’ultimo con il suo gol e i suoi due assist, ma macchiata, di poco, da un erroraccio, a porta spalancata e a un metro e mezzo di distanza, sul passaggio di Tescaro. Nel finale il Caldiero cerca il gol della bandiera, ma Vanzo salva sulla linea di porta la conclusione di Guccione servito da un ottimo Zerbato.

Il Montecchio Maggiore si vendica su un Caldiero, tutt’altro che irresistibile, con un ottimo tre a zero. Da incorniciare la partita di Calagro. Nel Caldiero da segnalare l’ottima prova di un instancabile Zerbato e l’espulsione di Antinori al sessantacinquesimo per somma di ammonizioni. Domenica prossim la squadra vicentina ospiterà il capolista Garda, mentre il Caldiero sarà a sua volta ospitato dal San Giovanni Lupatoto.


Sull'Autore

Eros