Seconda Categoria

Il Lugo espugna il Miotto con cinismo: 3-1 al Thiene, vetta a -1

Scritto da Marco Marra

Prova di maturità superata per la squadra di Meneghini: a Thiene la sblocca Barbieri dopo 12’, il Thiene reagisce e trova il pareggio con Zanin, ma in avvio di ripresa l’uno-due Pasquali-Dal Bianco stende i rossoneri e regala il derby al Lugo: il Rozzampia capolista dista solo un punto

THIENE – EUROSPIN LUGO 1-3 (Primo tempo 1-1)

THIENE: Dal Santo; Collareda (76’ Campeol), Vanzo, Marzari, Miotto; Zanin (68’ Rama), Busellato, Pizzato (73’ De Souza); Boschiero (80’ Binotto), Michielan, Valente    All. Ferraresso

EUROSPIN LUGO: Sportiello; Bernardelle, Faccin, Dal Bianco, Dalle Carbonare; Amankwaah (86’ Menegozzo); Scapellato (86’ Khalil), Stupiggia, Pasquali (64’ Zito), Pierantoni; Barbieri   All. Meneghini

MARCATORI: 12’ Barbieri (L), 33’ Zanin (T), 49’ Pasquali (L), 52’ Dal Bianco (L)

Servizio e foto di Marco Marra

Allo Stadio Miotto di Thiene va in scena la sfida tra Thiene e Eurosipin Lugo, valida per la quinta giornata del Girone F di Seconda Categoria. Derby dell’alto vicentino tra due squadre in buono stato di forma. Il Thiene, dopo il cammino tribolato dell’anno scorso, è stato protagonista di un buon inizio di campionato con sei punti in tre partite e ben nove gol fatti. Ora però c’è la batosta rimediata settimana scorsa a Fara da riscattare. Ancor meglio l’avvio di campionato del nuovo Lugo di Meneghini, capace di collezionare nove punti, di mettere a segno la bellezza di sedici reti e di presentarsi come seria contendente alle prime posizioni. È sicuramente un momento d’oro per il Lugo, reduce anche dalla qualificazione agli ottavi di Coppa Veneto conquistata Mercoledì pomeriggio sul campo del Colceresa.

Bell’atmosfera al Miotto, circa 150 spettatori sugli spalti dello storico impianto thienese. Padroni di casa in maglia azzurra, Lugo in completo rossoblù. Dirige l’incontro il Signor Maraschin di Schio.

LA CRONACA
Ferraresso si affida al 4-3-3: linea difensiva formata da Collareda, Marzari, Vanzo e Miotto, trio di centrocampo composto da Zanin, Busellato e Pizzato, tridente offensivo Boschiero-Michielan-Valente. Classico 4-1-4-1 per Meneghini: Bernardelle, Faccin, Dal Bianco e Dalle Carbonare formano il quartetto arretrato, Amankwaah sulla mediana, Stupiggia e Pasquali mezz’ali, Scapellato e Pierantoni sulle fasce, unica punta Barbieri.

Avvio di gara equilibrato, le due squadre si studiano senza però rinunciare a lottare. Dopo 2’ prima chance per il Thiene: Michielan batte un calcio d’angolo, Miotto colpisce al volo nella mischia ma mette alto. L’equilibrio non dura però a lungo, il Lugo ha il miglior attacco del torneo e al 12’ colpisce: Barbieri riceve al limite dell’area e con un preciso sinistro infila l’angolino e batte Dal Santo. Il team di Meneghini è letale, al primo affondo va subito in gol e sblocca il derby.

Ospiti vicini al raddoppio quattro minuti più tardi: Stupiggia fa partire un cross dalla sinistra, la palla casualmente prende in pieno la traversa, sulla ribattuta Dal Bianco mette alto da due passi. Stupiggia nuovamente protagonista al 27’ con un tiro dal limite non trattenuto da Dal Santo, Scapellato si avventa sul pallone e lo mette in rete, ma il direttore di gara ferma tutto per offside.

Il Lugo sembra in controllo, il gol del raddoppio è nell’aria. Nel calcio però si sa, basta un episodio per ribaltare le sorti di un incontro: al 32’ Boschiero devia di testa il traversone di Michielan e costringe Sportiello ad una gran parata. Sul successivo calcio d’angolo Zanin sbuca nella mischia e mette in rete da due passi. Il Thiene trova dunque il pareggio nel miglior momento degli ospiti, distratta nell’occasione la difesa del Lugo.

Si va dunque all’intervallo sull’1-1. Tutto è più che mai in bilico, sembrava tutto in discesa per la squadra di Meneghini, il Thiene ha però reagito alla grande, prendendo le misure agli avversari.

Nella ripresa la musica cambia, il Lugo entra in campo con la fame di chi non può perder punti e dopo pochi minuti si riporta avanti: Pierantoni batte un calcio d’angolo, Pasquali sbuca in mezzo alla mischia e in qualche modo riesce a battere Dal Santo, per la rete del nuovo vantaggio ospite nel momento più importante dell’incontro.

Il Thiene accusa il colpo, il Lugo ne approfitta, stavolta su punizione: Pierantoni crossa al centro, Pasquali stacca di testa e colpisce la traversa, devia allora Dal Bianco ma anche lui centra il montante, al terzo tentativo lo stesso Dal Bianco scaraventa in porta il pallone del 3-1. Gol tanto rocambolesco quanto importante per gli ospiti, che in tre minuti mettono una seria ipoteca su questo derby.

Da qui in poi sarà accademia per il Lugo, il Thiene accusa visibilmente il colpo dei due gol subiti e nonostante un timido tentativo di reazione, non riesce a riaprire il discorso. Nemmeno la sorte assiste Ferraresso e i suoi: all’84’ Miotto stacca di testa in area, Sportiello compie un miracolo in tuffo, sulla respinta De Souza calcia al volo ma mette sul fondo.

Dopo quattro minuti di extratime l’arbitro manda tutti sotto la doccia. Il Lugo sbanca il Miotto di Thiene, porta a casa il derby e lancia un chiaro segnale alle concorrenti. Pur senza incantare, con carattere e cinismo il team di Meneghini conquista i tre punti su un campo tutt’altro che facile. In attesa del big match di settimana prossima contro il Rozzampia capolista, il Lugo si porta a -1 dai biancorossi e vincendo lo scontro diretto si porterebbe in vetta.

Marco Marra


Sull'Autore

Marco Marra