Terza Categoria

Vicenza Fc si aggiudica lo scontro al vertice con il Pozzetto

Scritto da Federico Formisano

Un tempo a testa tra padroni di casa e ospiti, ma con un gol di Toffanin al 90° l’FC Vicenza fa sua l’intera posta

FC VICENZA: 1. VERDI Filippo, 2. FARINA Leonardo, 3. FORCELLATI Giancarlo, 4. ZANINI Samuele (dal 25’ st 15. CAMPANA Nicolò), 5. SARTORI Leonardo, 6. FORTE Matteo ©, 7. CUNICO Samuel (dal 35’ st 18. TOFFANIN Tommaso), 8. GIUDICOTTI Elia, 9. SOTTORIVA Matteo (dal 48’ st 13. MICCHICHÈ Gaetano), 10. BELLOTTO Federico, 11. ANIZOBA Prince Chinonso (dal 23’ st 19. RAINALDI Andrea). A disposizione in panchina: 12. GIANESINI Riccardo, 14. GIULIARI Gabriele, 15.  CARRARO Gianluca, 17. SMANIO Simone. Allenatore: Massimiliano PASTORE

POLISPORTIVA POZZETTO: 1. MARENDUZZO Andrea, 2. LOLATO Luca, 3. DAMINATO Edward, 4. FACCO Luca, 5. VALOTTO Andrea (dal 3’ st 16. FABRIS Federico), 6. MARCON Francesco, 7. TRENTO Romeo, 8. CATTIN Luca © (dal 43’ st 19. MIENI Riccardo), 9. BAGGIO Enrico (dal 1’ st 18. MORO Andrea), 10. STOKIC Dragisa, 11. ANTONELLO Giovanni. A disposizione in panchina: 12. SGARBOSSA Marco, 13. ANDOLFATTO Andrea, 14. SIMIONI Matteo, 15. MARSAN Filippo, 17. MARCON Nicola, 20. TOMBOLAN Paolo.  Allenatore: Adelino VILLATORA

Arbitro: Giulio De Luca (Sezione di Padova)

Marcatori: 30’ pt Sottoriva (FCV), 23’ st Antonello (P), 45’ st Toffanin (FCV)

Ammoniti: Forcellati (FCV), Trento (P)

Servizio e foto di Stefano Campana

3 vittorie e 1 pareggio nelle prime 4 partite. Così si presentavano in campo FC Vicenza e Polisportiva Pozzetto, anche se la classifica diceva 1° posto Pozzetto (in coabitazione con la Comitense) con 10 punti e 2° FC Vicenza con 7 dal momento che la vittoria contro il Quinto, come noto, non fa classifica. Si trattava comunque di uno scontro al vertice e ci si aspettava una gara tirata e piena di emozioni. Così è stato, con un primo tempo dominato dai padroni di casa, andati al riposo in vantaggio 1-0, e con i padovani che nella ripresa mettono in campo grinta e qualità, pareggiano meritatamente e rischiano anche di andare in vantaggio. Le speranze degli ospiti si infrangono però sul palo destro della porta dell’FC Vicenza, che si scuote e allo scadere trova le energie per segnare e portare a casa l’intera posta. Fosse finita in pareggio nessuno si sarebbe scandalizzato, ma alla fine la vittoria per i padroni di casa ci sta, viste le occasioni del primo tempo e la voglia messa in campo nel finale di gara dopo il pareggio del Pozzetto.

bst

Nel primo tempo la prima occasione è dei padroni di casa con Bellotto il cui tiro dal limite finisce però lontano dal palo alla destra di Marenduzzo. Dopo un’altra azione pericolosa dell’FC Vicenza, con una inarrestabile sgroppata di Anizoba sulla destra conclusa con un bel cross su cui però non arriva alcun compagno, si vede anche il Pozzetto che approfitta di una palla persa a centrocampo dai vicentini per lanciare Antonello che entra in area da sinistra ma da buona posizione calcia male a lato. L’FC Vicenza si ributta in avanti e ha una clamorosa occasione per andare in vantaggio grazie a Sottoriva che a centrocampo in girata lancia Anizoba sulla destra che entra in area e crossa teso e rasoterra. Il pallone attraversa tutta l’area piccola e nei pressi del palo opposto viene colpito in corsa dall’accorrente Cunico che però alza la palla sopra la traversa. Il gol è però nell’aria ed arriva al 30’: ancora lancio per Anizoba sulla destra e ancora perfetto cross al centro dell’area dove il centrale del Pozzetto respinge corto servendo di fatto un preciso assist a Sottoriva che ringrazia e infila il pallone a mezz’altezza alla sinistra dell’incolpevole portiere Marenduzzo. Si va quindi al riposo con l’FC Vicenza avanti per 1-0.

Nell’intervallo Mister Villatora deve aver trovato le giuste parole per scuotere i suoi perché il Pozzetto che rientra in campo non è nemmeno lontano parente della squadra rinunciataria vista nella prima frazione di gioco. Più grinta e più qualità e sin da subito gli ospiti iniziano a mettere in difficoltà i locali. All’8’ tiro da fuori di Moro che non inquadra la porta. Al 22’ il gol del pareggio: servito da Antonello, Mieni entra in area e calcia in diagonale. Verdi è reattivo e riesce a deviare la palla che però resta lì e viene recuperata da Lolato che la tocca in favore di Antonello che dopo aver iniziato l’azione la finisce con un tap-in che porta la sua squadra sull’1-1. Dopo il gol l’FC Vicenza sembra subire il colpo e il Pozzetto legittima il pareggio con un paio di azioni pericolose. Al 32’ i vicentini perdono palla a centrocampo e bastano 3 passaggi ai padovani per mettere Facco in condizioni di tirare dal dischetto una palla che con fatica la difesa riesce ad alzare sopra la traversa. Al 36’ l’occasione è clamorosa: i gialloverdi beneficiano di una punizione 5 metri fuori dall’area, che Moro calcia con la palla che si infrange sulla base del palo alla sinistra di Verdi vanamente proteso in tuffo. Lo scampato pericolo scuote i biancorossi che nei minuti finali, anche grazie all’innesto di forze fresche a centrocampo e in avanti, tornano ad essere padroni del gioco e pericolosi. Al 39’ Giudicotti conquista palla sulla trequarti e serve sul vertice sinistro dell’area il da poco entrato Toffanin. Due passi e tiro a botta sicura che però si perde lontano dall’incrocio. Al 42’ Sottoriva viene atterrato sulla linea della lunetta dell’area del Pozzetto. Si incarica di battere la punizione Bellotto che calcia bene, potente ed angolato, e costringe Merenduzzo alla parata miracolosa in tuffo. È il preludio al gol del definitivo 2-1 che arriva al 90’: palla a Rainaldi sul vertice destro dell’area. Due passi ad accentrarsi e tentativo di calciare a rete che però non riesce. La palla balla sulla linea dell’area e in mezzo a tante gambe spunta quella di Toffanin che si fa perdonare per l’occasione persa di pochi minuti prima e con un preciso diagonale infila a fil di palo dove il pur bravissimo Merenduzzo non può arrivare.

La striscia positiva della squadra di Mister Pastore quindi continua: 5 partite, 4 vittorie ed 1 pareggio, 10 punti in classifica e 3 lunghezze di distanza dalla capolista Comitense ma con una partita in meno, quella giocata contro il Quinto che come detto non fa classifica. (sc)

 


Sull'Autore

Federico Formisano