Serie D

Cade l’imbattibilità dell’Arzignano dopo più di un anno

Scritto da Federico Formisano

Interrotta la serie positiva di sette partite per i giallocelesti di Di Donato, che vengono sconfitti 2-1 dal Campodarsego di Andreucci. Gol di Vuthaj nel primo tempo e dell’ex Raimondi nella ripresa; nel finale Maldonado dimezza lo svantaggio. Adesso si torna in campo mercoledì pomeriggio a Belluno, mentre domenica prossima ci sarà il derby casalingo col Cartigliano

ARZIGNANO VALCHIAMPO – CAMPODARSEGO 1-2 (pt 0-1)

ARZIGNANO: Tosi, Spaltro, Panzani, Munaretto, Bigolin, Maldonado, Valenti (st 39’ Antoniazzi), Hoxha (st 17’ Lombardi), Odogwu, Fracaro, Forte (st 11’ Ibe). A disp: Dani, Maronilli, Ferri, Dentale, Burato, Serroukh. Allenatore Daniele Di Donato

CAMPODARSEGO: Cazzaro, Seno, Gusella, Zane, Dario, Leonarduzzi, Trento (st 39’ Colman Castro), Caporali, Vuthaj (st 36’ Franciosi), Raimondi (st 16’ Florian), Scapin. A disp: Voltan, Santinon, Salata, Pistolato, Bedin, Barina. Allenatore Antonio Andreucci

Arbitro: sig. Emanuele Bracaccini di Macerata. Primo assistente: sig. Michele Ravaioli di Forlì. Secondo assistente: sig. Gianluca Scardovi di Imola

Reti: pt 24’ Vuthaj (CA). St 7’ Raimondi (CA), 42’ Maldonado (AR)

Note. Spettatori 450 circa. Ammoniti: Caporali, Gusella, Bigolin. Espulsi: nessuno. Recupero 0’ pt, 3’ st. Corner: 4-4

Nicola Ciatti Ufficio Comunicazione ASD Arzignano Valchiampo

ARZIGNANO (VI) – Cade l’imbattibilità del Dal Molin dopo più di un anno: era datata ottobre 2017 l’ultima sconfitta dei giallocelesti davanti al loro pubblico. L’Arzignano Valchiampo perde in casa per 2-1 col Campodarsego, cade per la prima volta in stagione davanti al proprio pubblico e interrompe una serie positiva di sette partite. Nonostante una prestazione sufficiente, i giallocelesti hanno pagato a caro prezzo il cinismo di un avversario capace di punirli nelle poche occasioni concesse. Il gol dell’ex Raimondi, poi, ad inizio ripresa, ha tagliato le gambe ai vicentini, che non hanno mai mollato, ma si sono dovuti arrendere all’avversario. Il gol di Maldonado, che ha dimezzato le distanze, è arrivato però troppo tardi per riaprire la contesa.

SCELTE – Arzignano che recupera Forte, e lo getta nella mischia al posto di Burato, manda Ferri in panchina, ma rinuncia a Vanzan (distorsione alla caviglia), Rigodanzo (operazione al dente del giudizio) e Zoppi (pubalgia). Sul fronte opposto il Campodarsego schiera dal primo minuto l’ex Raimondi.

PRIMO TEMPO – Arzignano inizia la partita in maniera propositiva, spingendo sulle fasce con Fracaro e Valenti. Al 5’ discesa di Fracaro sulla sinistra, cross al centro ma Valenti non riesce a schiacciare di testa. Al 7’ tentativo di Raimondi, cross ma Tosi blocca in presa alta. Al 10’ pressione Campodarsego in area vicentina, Spaltro sbriglia un intricata matassa. Il Campodarsego è ben messo in campo, e prova a giocare in velocità: bella partita. Al 19’ pericolo in area padovana: cross dalla destra di Odogwu, palla che attraversa tutto lo specchio della porta, senza però trovare la deviazione decisiva. Al 20’ contropiede veloce di Valenti, palla al limite per Hoxha che lascia partire un tiro respinto da Leonarduzzi. Al 21’ tiro cross di Gusella, Tosi para sul primo palo. La partita si sblocca al 24’. Campodarsego in avanti con Caporali che si invola sulla destra, crossa al centro per la testa di Vuthaj che insacca: 0-1.

Vuthaj autore del gol del vantaggio

Al 32’ insistita azione del Campodarsego al limite dell’area dell’Arzignano, con Zane che per due volte viene respinto dalla difesa di casa. E’ sempre Fracaro il più attivo nei giallocelesti, ma al 33’ sul suo cross l’arbitro ferma Odogwu per una presunta spinta sul portiere. Al 35’ su un pallone vagante ai trenta metri ci prova Maldonado, ma la palla termina alta sopra la traversa. Al 39’ occasionissima per il Campodarsego che in contropiede con Scapin sfiora il gol del raddoppio facendo la barba al palo. Al 42’ altro cross perfetto di Fracaro dalla sinistra, pallone che sul secondo palo arriva a Valenti che non trova però il momento giusto per il tocco vincente. Al 44’ cross di Hoxha, ci prova di testa Bigolin ma non centra lo specchio della porta.

Valenti

RIPRESA – Inizia forte l’Arzignano, con Valenti che al 1’ ci prova dalla lunga distanza: parata facile di Cazzaro. Pressing dei locali, con Odogwu, Hoxha e Forte, ma la difesa ospite si salva. Al 6’ tentativo di Maldonado da fuori, alta. Il raddoppio del Campodarsego arriva al 7’, con l’ex Raimondi che col mancino a giro la piazza all’incrocio dei pali dove Tosi proprio non poteva arrivare, senza esultare per rispetto della sua ex società. 0-2.

Raimondi, l’ex non ha esultato

La squadra accusa il colpo, e abbozza una reazione con Odogwu per Forte al 9’, ma la difesa salva. Al 13’ il neo entrato Ibe ci prova dal limite, ma la palla è debole e centrale. Al 19’ tentativo al volo di Vuthaj, ma Munaretto respinge alla disperata. Al 25’ nuova chance per i padovani; velo di Vuthaj, tiro da fuori di Zane, palla alta di poco. Fiammata Arzignano al 31’ con l’ennesimo tiro da fuori di Maldonado, e Cazzaro salva di piede. Altro tentativo al 35’ di Fracaro, con Cazzaro che blocca in due tempi. Nel finale, al 42’ l’Arzignano dimezza le distanze con un tiro da fuori di Maldonado; Cazzaro, coperto, non riesce a parare: 1-2.

Rigore di Maldonado

TESTA A BELLUNO – Archiviata la sfida coi padovani, servirà ora rialzare subito la testa, perché il calendario offre ora due partite nell’arco di una settimana. Mercoledì alle 14.30 l’Arzignano sarà impegnato in trasferta a Belluno, mentre domenica prossima si tornerà al Dal Molin, sempre alle 14.30 nel derby tutto vicentino col Cartigliano.

 

 


Sull'Autore

Federico Formisano