Prima Categoria

Solo un pari per il Berton con l’Union Dese

Scritto da Federico Formisano

Berton Bolzano – Union Dese 1-1

Berton Bolzano: Cogo, Bernardi, Orsato, Camara A. Cantele Marco, Baggio (Mamoci dal 60’) , Camara D. (Carta dal 85’) Santini, Fabris, Savegnago (Fior dal 71’), Savio; a disposizione: Cantele Matteo, Signoretti, Lassati; Allenatore Carta Giovanni

Orsato

Union Dese: Squizzato, Lucato, Gian, Carraro, Chioato, Cinel, Grotto, Binotto (Bottacin dal 82’), Leonardi (Simioni dal 85), Stocco (Milani dal 81’), Pinton; a disposizione: Andretta, Trabucco, Manente, Jakupi, Milani, Campagnaro, Rakaj. Allenatore Zampieri

Arbitro: Pio Salomone di Castelfranco Veneto

Il Berton ci teneva molto a far sua questa gara: la classifica non è certo florida, ma la squadra viene dalla vittoria esterna sul campo del Tezze ed è  imbattuta da tre giornate. Con una squadra di pari livello sembra che sia arrivato il momento giusto per dare continuità ai risultati e per iniziare ad irrobustire la classifica  ancora deficitaria.  Giovanni Carta mister del Berton punta sugli stessi undici che hanno vinto a Tezze con l’unica variante di Baggio in campo dall’inizio al posto di Fior.  Il mister granata schiera il tridente con Daniel Camara, Fabris e Savio mentre Savegnago è l’uomo dell’ultimo passaggio.

L’Union Dese è reduce dalla sconfitta casalinga con il Carmenta e mister Zampieri attua un turn over importante: davanti rimane Leonardi ma Rakaj va in panchina con Pinton che prende il suo posto.

I piano di Carta vengono però rovesciati proprio da Giordano Leonardi, attaccante di esperienza conosciuto anche dalle nostre parti per aver giocato con Quinto e Rossano. E’ lui dopo soli 5’ a portare in vantaggio gli ospiti approfittando di una dormita della difesa granata.

Il Berton però reagisce bene e dapprima coglie la traversa con Savio poi,  prima della fine del tempo si rimette in corsa grazie al pareggio realizzato dallo stesso giocatore su calcio di rigore concesso per un fallo di Cinel su Fabris.

Nel secondo tempo il Berton va alla ricerca del risultato pieno ma è bravo Squizzato a dire di no a potenti conclusioni di Fabris e Savio.

Al 90’ l’espulsione di Gian del Union Dese,  quando è tardi per sfruttare il vantaggio numerico

Chiosa finale da parte di Federico Formisano, responsabile del sito : in settimana provvederemo ad inviare una nota scritta all’Aia Regionale per far presente l’inaudito comportamento dell’arbitro Pio Salomone di Castelfranco Veneto. Alla nostra collaboratrice Debora Giorio che si è presentata con documento di riconoscimento il direttore di gara ha negato l’accesso al campo senza dare giustificazioni del suo comportamento.
Il nostro lavoro è già difficile di per sé: stare in campo sotto l’acqua senza potersi riparare, rischiando che la macchina si inceppi per l’umidità per scattare foto mentre altri fanno il loro lavoro al calduccio andando a pescare le cronache e le foto dai social network è già demotivante e stressante.

Se poi ci si mette anche un direttore di gara, con cui non ricordiamo di aver mai incrociato le strade, che magari perché criticato da qualche giornalista fa la faccia cattiva e ci lascia fuori dall’uscio è ancora più umiliante. I numeri ci dicono che siamo apprezzati per quello che facciamo anche dagli stessi direttori di gara.  Ma così, per il capriccio di uno,  si rischia di vanificare un lavoro e una volontà sostenuta soprattutto (per non dire esclusivamente ) da grande passione.  Speriamo che non succeda più per non vederci costretti a mettere in movimento tutto quello che può servire per permetterci di svolgere la nostra attività, compresa una doverosa denuncia all’Ordine dei Giornalisti  Per questo motivo pubblichiamo esclusivamente foto di repertorio.


Sull'Autore

Federico Formisano