Calcio Femminile

Vicenza Cf torna alla vittoria battute le sarde di Oristano

Scritto da Federico Formisano

Finalmente tornano alla vittoria le Biancorosse di Mister Dori che si impongono 3-0 sull’Oristano.

Partita a favore del Vicenza già nel primo tempo quando Dal Bianco trasforma il rigore guadagnato da Stocchero. Nella ripresa è ancora l’ex Padova protagonista, prima firmando il gol del 3-0 e poi procurandosi un rigore, ma questa volta colpisce il palo. Nel mezzo, la rete di Maddalena, brava con il mancino a ribattere in porta una respinta di Usai.

Oristano invece mai pericoloso con Dalla Via che non si sporca mai i guanti.

Vicenza Calcio Femminile – Atletico Oristano 3-0

VICENZA CALCIO FEMMINILE: Dalla Via; Gobbato, Lazzari (72′ Dal Pezzo), Balestro, Pegoraro (46′ Missiaggia), Rigon, Fortuna (C) (76′ De Pretto), Maddalena, Stocchero (72′ Carino), Dal Bianco, Pomi S. (46′ Broccoli) A disposizione: Bianchi All. Dori Cristian

ATLETICO ORISTANO: Usai; Meloni, Loddi, Mattana (C), Barrocu, Catte, Scanu, Deriu, Grassino, Marcangeli (70′ Scalas), Madau A disposizione: Patta, Sale All. Suella Luca

Marcatrici: 17′ (r), 54′ Dal Bianco (V), 52′ Maddalena

Note: 69′ rigore sbagliato da Dal Bianco (V)

Arbitro: Grassi Stefano (Forlì) Assistenti: Zambon Andrea e Longo Donato (Vicenza)

Ammonite: Fortuna (V)

Ufficio Stampa Vicenza Calcio Femminile

Contro le sarde, fanalino di coda, è uno scontro importante per provare ad allontanarsi dall’ultimo posto e il Vicenza parte forte per conquistare i primi tre punti preziosi della stagione. Al 9′  Fortuna ci prova con un tiro da lontanissimo, ma la palla esce di pochissimo sopra la traversa.

Qualche minuto dopo timida reazione delle sarde con Mattana, la Capitana rientra e conclude larga sul secondo palo.

Sono però le Biancorosse a fare la partita e al 17′ Stocchero lanciata in velocità, scarta un difensore e viene atterrata in area guadagnandosi un calcio di rigore: dal dischetto si presenta Dal Bianco che con freddezza spiazza un’immobile Usai e con un rasoterra preciso incrocia a fil di palo. Primo gol per l’ex Padova e 1-0 Vicenza. Al 26′ Lazzari dalla destra crossa una palla insidiosa che rischia scavalcare il portiere sul secondo palo, Usai smanaccia ma sulla palla vagante Stocchero non riesce a spingerla in porta. Oristano poco pericoloso, si rivede al 29′ con una conclusione secca di Deriu che rientra sul destro e calcia sull’esterno della rete. E’ l’occasione migliore delle ospiti che di lì alla fine della partita faticheranno sempre di più davanti.

Tra il 36′ e il 42′ le più attive in attacco sono Stocchero e Silvia Pomi, ma entrambe non sono lucidissime a tu per tu con Usai e il portiere sardo riesce a respingere i tentativi delle due attaccanti Biancorosse. Si va a riposo sul risultato di 1-0, tante occasioni create ma soprattutto sprecate. La paura per un possibile pareggio improvviso dell’Oristano non destabilizza però le Biancorosse che ricominciano il secondo tempo con lo stesso atteggiamento avuto nei primi 45′.

Al 50′ addirittura tripla occasione per raddoppiare: Balestro in proiezione offensiva ci crede su un pallone apparentemente lungo e prova a scartare Usai in uscita; la sfera troppo lunga arriva tra i piedi di Stocchero che all’altezza del dischetto del rigore viene anticipata da un difensore con la porta vuota, ci prova infine Broccoli a mettere tutti d’accordo ma la sua conclusione è alta. Basta però aspettare alcuni minuti e Maddalena mette al sicuro il risultato con un rasoterra mancino dal limite dell’area dopo la respinta del portiere avversario in uscita su Stocchero. Anche se i gol non arrivano, la n.9 si rende comunque protagonista anche al 54′ per il gol del 3-0: palla invitante in mezzo per Dal Bianco che si inserisce bene e con un preciso rasoterra mette a segno la sua prima doppietta con la maglia del Vicenza.

Al 69′ la n.10 potrebbe anche mettere a segno una tripletta conquistandosi un calcio di rigore dopo essere stata atterrata da Usai: dal dischetto la scena è identica al primo tempo ma questa volta la conclusione è qualche centimetro più angolata e sbatte sul palo esterno. Al 75′ sfiora il gol anche Carino, entrata da poco in campo: con l’Oristano pronto ad un’azione offensiva, la nuova bomber delle Juniores intercetta palla a centrocampo, parte da sola in contropiede, ma davanti ad Usai si allunga troppo il pallone per scartarla e la sfera si spegne sul fondo. Passano giusto 10 minuti e ancora Carino è pericolosa con un tiro al volo da fuori che sembra scavalcare il portiere avversario, bravo in due tempi a saltare e a fermare il pallone.

Ci prova anche Gobbato, sempre molto attiva in fascia, che in scivolata devia in porta il cross di De Pretto, la palla però colpisce un difensore e si spegne sul fondo. Ultimissima emozione del match all’88’ con una punizione di Rigon defilata sulla destra che sorvola di pochissimo l’incrocio del secondo palo. Non c’è più tempo e finalmente le Biancorosse possono festeggiare la prima vittoria della stagione.

Bella prestazione che serve a dare morale, oltre a 3 punti importanti per prendere il Fiammamonza a 5 e il Padova a 6; a quota 7 c’è invece l’Unterland Damen, prossimo avversario del Vicenza il 16 dicembre. Tra le molte note positive della partita di oggi, anche le prestazioni di Silvia Pomi e Desirè Lazzari: la prima, uscita all’intervallo per un leggero stiramento, si sta guadagnando il posto da titolare dopo una serie di prestazioni positive alle quali manca solo il gol; la seconda, più giovane di qualche anno, è la dimostrazione che il duro lavoro silenzioso e il doppio impegno con le Juniores alla fine ripaga e per la seconda volta di fila è scesa in campo dal primo minuto. Onore comunque alle avversarie che nonostante il lungo viaggio e la panchina corta, hanno provato fino alla fine a superare (senza successo) la retroguardia Biancorossa.

 

 

 

 

 


Sull'Autore

Federico Formisano