Prima Categoria

Obiettivo centrato: il Berton batte l’Arsiè e si rilancia in classifica.

Scritto da Redazione1

Berton Bolzano – Arsiè 4-1  Fabris al 3’,  Shyyka (A) al 20’, Savio al 35’ Baggio al 75’ Camara D. al 93’

Berton Bolzano: Cogo, Bernardi, Orsato ( Paccagnella dal 86), Camara A., Segato (Signoretti dal 82), Mamoci (Baggio, dal 61’) , Camara D. Santini, Fabris, Savegnago (Fior dal 73’), Savio (Lassati dal 89’). A disposizione: Cantele, Zanini, Carta, Pedron. Allenatore Carta G.

Arsiè: Zannin L, Dall’Agnol, Turra, Brandalise, De Cia, Nicoletto (Faoro G. dal 64’), De Giacometti (Mores dal 86), Brandstatter, Shyyka, Strapazzon, Faoro N (Bardin dal 79’); a disposizione: Da Pont, Zannin D. , Spinelli.  Allenatore Testa

Arbitro: Simone Covolan di Bolzano Vicentino

Ammoniti: Segato, Santini, Mamoci (B) Brandstatter (A).

Servizio della redazione e foto di Debora Giorio (pubblicate le foto)

Il Berton vuole risollevare una classifica deficitaria e l’occasione dell’incontro con i bellunesi, ultimi in classifica è ghiotta per ottenere tre punti indispensabili per la classifica. Mister Carta non dispone da tempo del regista difensivo Scapinello e schiera la difesa con Bernardi, Orsato e Segato mettendo Mamoci sulla fascia sinistra e confermando in prima linea il tridente con Daniel Camara, Fabris e Savio.

La gara si mette subito bene per il Berton  che trova il gol con Fabris che di testa  su cross di Mamoci supera Zannin. Al 7’ la squadra di casa potrebbe andare al raddoppio: Fabris dribbla tre avversari e  libera Savio che sbaglia la conclusione a tu per tu con il portiere bellunese. Al 15 Savio va sul fondo  e centra in area:  arriva di gran carriera  Daniel Camara che colpisce al volo; Zannin  compie un vero miracolo respingendo la conclusione.  Ma le partite in cui gli obiettivi in palio sono alti, possano essere condizionate dagli episodi: e così succede al 20’ quando la prima azione veramente pericolosa dell’Arsiè vede Shyyka ex giocatore del Valbrenta, girarsi e calciare da centro area: Cogo non trattiene ed è la rete del momentaneo pareggio.

Il Berton riparte a tessere la rete e a cercare la rete del vantaggio e al 35 c’è una grande azione di Savio e Fabris e  Savio a tu per tu con il portiere lo trafigge; il Berton ha impiegato solo 15’ a tornare in vantaggio

Adesso la squadra di casa può distendersi con maggior serenità e al 40’ c’è una  bella azione corale che porta Savio al  cross:  Fabris di testa manda fuori di un niente

Il secondo tempo inizia a ritmo blando con i bellunesi che cercano di alzare il baricentro senza riuscirci e il Berton che cerca in contropiede la rete della sicurezza:  al 17’ Savio ha un guizzo importante; l’esterno sinistro porge a Daniel Camara che a  botta sicura colpisce un palo clamoroso. La  palla arriva  sui piedi di Baggio che a porta vuota calcia clamorosamente fuori! Ancora Savio su gran lancio di Savegnago manda verso la porta ma Zannin è attento e para.  Si scuotono gli ospiti e al 25’ c’è un bel intervento di Cogo che salva sul solito Shyyka. Per mettere in ghiaccio il risultato bisogna attende la mezzora quando Andrea Baggio risolve in mischia.

Il Berton comunque non si ferma e continua a macinare azioni in contropiede: al 40’ Fabris lanciato nel deserto viene fermato per un fuori gioco almeno dubbio e al 43’ ancora Fabris s’invola per l’ennesima volta ma non serve un compagno libero e l’azione sfuma.  Nei minuti di recupero grande azione di Daniel Camara che sigilla la sua grande prestazione con un bellissimo goal da fuori aerea: è il  4 a 1 finale che decreta l’auspicata vittoria dei granata.   Domenica ultima giornata di andata il Berton è atteso dal Derby vicentino con l’Azzurra Sandrigo, squadra lanciata ed in corsa per il primo posto. Ma la formazione di Carta non parte certo battuta e cercherà il risultato. L’Arsiè appare decisamente in difficoltà e senza un cambio di passo il suo destino appare segnato.

 

 


Sull'Autore

Redazione1