Prima Categoria

Ansia da risultato tradisce più il Sovizzo che il Monteviale (2-4)

Scritto da Gianfranco

SOVIZZO – MONTEVIALE   2 – 4

SOVIZZO: Zanconato, Ronzani, Cailotto, Marin, Rinfieri (dal 53’ Andreoli), Strobe, Zanderigo (dal 59’ Ceola), Farinello, Fochesato, Faedo (dal 89’ Paladino), Dalla Riva. Allenatore: Venturini.

MONTEVIALE: Erba Filippo, Menegon, Busuioc, Zenere, Cantarello, Perucca, Arcaro (dal 89’ Costa), Penzo, Belloni, Erba Marco, Porcellato (dal 77’ Carollo). Allenatore: Lazzaron.

Reti: al 16’ e al 77’ (R) Arcaro, 35’ Penzo, 53’ Belloni (MV), 54’ Fochesato, 57’ Marin (SO).

Ammoniti: Cailotto, Strobe, Faedo.

Recupero: p.t. 1’, s.t. 4’

Arbitro: Giovanni Moda di Adria

Gianfranco Scalzotto & Antonio Martinello per      

Ultima gara del girone di andata e ultima gara di questo 2018. L’incontro di oggi vede un classico confronto tra le squadre del Sovizzo e del Monteviale, praticamente un piccolo derby tra i due comuni confinanti con una buona presenza di pubblico. L’incontro è il classico confronto tra due formazioni che per forza di cose devono fare risultato per ripartire e recuperare in classifica posizioni più consone al loro blasone ed agli obiettivi prefissati ad inizio stagione. Il Sovizzo non muove la classifica dal lontano 11 novembre, pareggio con il Le Torri, mentre il Monteviale nelle ultime due giornate ha raccolto la miseria di 1 punto, pari con il Due Monti, mentre è uscito sconfitto dalla gara interna con la Pedemontana.

La gara ha avuto uno svolgimento decisamente dai due volti, una prima frazione, un Monteviale padrone del campo che realizza due reti e a pochi minuti dalla fine del tempo manca il tre a zero. La seconda frazione inizia bene ancora per la squadra ospite con la realizzazione del tre a zero, ma poi un sussulto d’orgoglio dei padroni di casa nel giro di tre minuti accorcia le distanze con due marcature. La gara cambia volto, il Sovizzo diventa padrone delle operazioni, manca il pari con Ceola ma poi il solito Arcaro chiude i discorsi con la realizzazione del 4 a 2 ospite.

Come accennato prima andiamo con ordine per vedere le migliori azioni della gara. Le due squadre si schierano in campo con lo stesso modulo, quattro difensori, quattro a centrocampo e due punte. Iniziano le schermaglie e al 3’ un taglio del campo di Zenere a favore di Porcellato, oggi schierato alto sulla sinistra, il quale propone un buon cross verso l’area ma la palla bel calibrata esce sul fondo senza trovare attaccanti pronti all’impatto. Il gioco è piacevole, palla a terra e ricerca delle triangolazioni, all’8’ Zanderigo in dribbling guadagna la linea di fondo, rimette un pallone a centro area dove i difensori ben piazzati riescono a liberare. In questo momento della gara il Monteviale comincia ad attaccare sempre in modo più pressante, le due punte e i centrocampisti non danno possibilità di impostazione al centrocampo di casa. Al 10’ viene fermato Belloni in off side su servizio di testadi Penzo, mentre al 13’ Erba tenta il tiro ma Zanconato è attento e blocca. Questo è il momento migliore degli ospiti, siamo giunti al 16’, gli avanti di mister Lazzaron rubano palla a Farinello che stava uscendo dalla propria area, subito Erba calcia verso la porta, Zanconato è costretto a una difficile deviazione a terra, per primo sulla palla arriva Belloni che rimette in mezzo dove per Arcaro è un gioco semplice gonfiare la rete.

Ci sono ancora buone azioni del Monteviale ma al 28’ uno Sovizzo in questo frangente particolarmente sfortunato non riesce a trovare il pari, con due tiri colpisce ben tre pali. Faedo rubata palla al limite dell’area calcia verso la porta, il portiere Erba devia e con la complicità del palo respinge, la palla si impenna arriva Fochesato che colpisce a colpo sicuro, la sfera incoccia sulla traversa rimbalza sul palo ed arriva tra le braccia del portiere Erba. Questa sarà l’unica occasione del Sovizzo nel corso della prima frazione. Scampato pericolo per il Monteviale, anche oggi la legge del calcio colpisce ancora, gol fallito e gol subito. Marco Erba, al 35’ recupera palla a centrocampo, uno dei tanti recuperi del rientrante centrocampista dopo l’infortunio, pronto il servizio per Arcaro, tiro verso la porta la palla deviata da un difensore arriva sul lato destro dell’area dove è appostato Penzo, il portiere esce per chiudere lo specchio della porta, il numero 8 giallo/rosso oggi in divisa bianco/verde, lo trafigge con un tiro sul primo palo. Prima del riposo da registrare ancora un imperdonabile errore di Menegon che da centro area, dopo azione di contropiede del duo d’attacco Belloni Arcaro, calcia la palla alle stelle tutto solo all’altezza del dischetto di rigore.

Per la ripresa non si registrano sostituzioni, ripartono i 22 effettivi del primo tempo. Al 4’ il classe 2000 Faedo con un ottimo dribbling serve un buon pallone al centro per Dalle Rive che di testa spreca il favorevole invito.

Nel giro di cinque minuti la gara cambia completamente volto. All’8’ un altro errore in uscita dei nero/verdi permette ad Arcaro di impossessarsi della palla ed involarsi sulla sinistra, entra in area e restituisce il favore del primo tempo a Belloni, palla al centro e il 3 a 0 sfiorato nel primo tempo è servito. Gara chiusa? Manco a dirlo, il “giovane” Fochesato non ci sta, riceve palla a centro area con una finta guadagna lo spazio per il tiro si gira e trafigge il numero uno ospite. Passano ancora tre minuti, punizione dalla sinistra del fronte d’attacco del Sovizzo, la palla filtra tra le fila della difesa ospite fino a trovare Marin appostato sul secondo palo che accorcia ulteriormente le distanze. Il Sovizzo sente la possibilità di raddrizzare la partita, al 18’ Andreoli su punizione mette i brividi al portiere Erba con un tiro di poco sopra la traversa. Cinque minuti dopo Ceola, buona la sua prestazione entrato al 59’ in sostituzione di Zanderigo, riesce ad anticipare il portiere in uscita di piede fuori area ed indirizzare verso la porta, la palla esce di un niente.

Una delle tante sgroppate di un imprendibile Arcaro al 32’ viene frenata dal suo marcatore in modo falloso all’interno dell’area, fischio del sig. Moda che indica il dischetto del rigore. Arcaro, il rigorista della squadra si incarica della battuta, portiere a sinistra e palla sulla destra.

Ancora il tempo per registrare, una gran parata in calcio d’angolo di Erba al 38’ su colpo di testa degli avanti locali, al 41’ l’ultimo ruggito di Arcaro con un tiro ben parato da Zanconato prima di uscire tra gli applausi ed essere sostituito da Costa, e al 48’ l’ultima azione del Sovizzo che non trova la porta. Poco dopo l’arbitro, Giovanni Moda di Adria, chiude le ostilità e manda tutti negli spogliatoi.

Buona la gara per i colori giallo/rossi con i positivi rientri dei fratelli Filippo e Marco Erba, nonostante ci sia stato un sensibile calo confrontando la prestazione tra le due frazioni. Per il Sovizzo chiaramente da registrare il reparto difensivo dove si sono persi troppi palloni in fase di impostazione, non certo aiutati anche dalla dea bendata come nel primo tempo con due tiri ben tre i legni colpiti.

Questa è l’occasione propizia per augurare a tutti i tifosi sia del Sovizzo che del Monteviale da parte di Gianfranco che ha curato la parte fotografica, e di Antonio che ha redatto questo servizio, un SERENO NATALE e un FELICE 2019.

 

 


Sull'Autore

Gianfranco