Seconda Categoria

Il Bassan Motta con una doppietta di Medusa affossa il Quinto

Scritto da Delfino Sartori

BASSAN MOTTA – QUINTO VICENTINO 2-0

BASSAN MOTTA: Zattra, Bruni, Scorzato, Piazza (st. 30’ Noris), Miolo, Bernardinello. Zimbolani (st. 37’ Willy), Gresele (st. 5’ Zenere), Ballardin, Tommasieri, Medusa. All. Paoli.

QUINTO VICENTINO: Marchi, Pilotto, Salvò Todescato (st. 38’ Fasolato), Stella (st. 40’ Merlo), Valentini, Basso, Giaretta (st. 30’ Alberti), Tugnoli, Pignattari, Frigo (pt. 30’ Zebele). Giaretta.

ARBITRO: Fioraso di Schio

GOL: pt. 23’ e st. 45’ Medusa.

NOTE: calci d’angolo: 0-2, ammoniti: Noris, Zenere, Pilotto, Tumioli. Spett. 100 circa.

Testo e foto di Delfino Sartori

Motta Quinto

Un eccellente Bassan Motta, che veniva da una secca sconfitta per 5-1 da parte del Maddalene ma anche da 11 punti nelle ultime sei partite, con una splendida prestazione di Medusa alla sua seconda partita con i locali ha la meglio su un generoso Quinto Vicentino che con questo risultato viene anche scavalcato in classifica. Un Quinto che non vince da cinque partite in cui ha realizzato un solo punto.

L’inizio è di marca ospite che sembra poter fare una bella partita ma il Motta messo bene in campo dal tecnico Paoli nella prima occasione vede Tommasini crossare benissimo per Medusa che getta al vento il vantaggio. Successivamente c’è un tiro alto di Zimbolani e al 23’ arriva il vantaggio. Su rimessa da lato la palla arriva a Medusa che trova lo spazio giusto per mettere la palla in rete. Al 30’ entra Zebele al posto dell’infortunato Frigo che scalda le mani di Zattra.

Si va al riposo e l’addetto al bar ha molto da fare per fornire ai giocatori e addetti ai lavori, oltre al solito thè caldo, pentoloni di vin brulé che si sa in inverno riscalda il corpo e la mente.

Al rientro al 5’ c’è un colpo di testa di Stella alto di poco con un Quinto che ci mette il cuore per arrivare al pareggio ma con il Motta che non vacilla. Come al 14’ quando Tugnoli se ne va sulla sinistra e quindi calcia in diagonale trovando Zattra pronto all’intervento a terra.

Al 21’ la grande occasione per il Quinto. Gran punizione da lontano di Pilotto, colpo preciso di testa di Zebele sull’angolo basso sulla della porta ma Zattra fa il miracolo di salvare con un gran volo la palla che sembrava già entrata. Al forcing del Quinto, con il tecnico Giaretta che mette in campo tutte le punte a disposizione, il Motta risponde con il contropiede e al 45’ su rimessa di Zattra la palla arriva al solitario Medusa che arriva davanti a Marchi e riesce a mettere dentro.

Poi, tutti sotto la doccia e quindi il riposo di tre settimane in cui entrambe le squadre dovranno riflettere e lavorare parecchio in quanto sono entrambe in zona play out.


Sull'Autore

Delfino Sartori