Prima Categoria

Anzolin non ripete le imprese del suo omonimo e l’Aa Cogollo passa sulla Pedemontana.

Pedemontana – Alto Astico Cogollo 1-2

L’Alto Astico Cogollo si conferma bestia nera della Pedemontana: pur partendo da pronostici avversi, nelle ultime occasioni ha superato gli avversari.  E anche stavolta in rimonta, si ripete.

 Pedemontana: Anzolin, Zoppello (Moro dal 78’), Bigolin (Dal Zotto dal 68’), Apolloni (Zanella D. dal 78’), Sartore, Tretto, Campese, Popovic (Polga dal 68’),Chemello, Frigo, Battaglin (Zavagnin dal 85’). A disposizione: Cavedon, Piovan Allenatore. Signori.

Alto Astico Cogollo: Cornolò, Faccin (Pettinà Walter dal 72’),Dall’Osto, Bertoldo, Pettinà Oscar, Margiotta, Balzarin (Sberze F. dal 78’),Martini,Carollo Canale (Dal Pozzo dal 85’), Chelouane ( dal 91’ Renon), Menegatti. A disposizione: Valente, Gasparini, Totti, Pellegrini, Bernardi;  Allenatore: Maino.

Arbitro Rosini di Vicenza

Servizio e foto di Chiara Diletta Rizzato

Mister Signori della Pedemontana riparte dalla formazione che ha chiuso il girone d’andata al quarto posto con il trio d’attacco formato da Battaglin, Frigo e Chemello. In difesa manca Genero sostituito da Tretto con Zoppello nel ruolo di difensore esterno. Polga e Zavagnin  partono dalla panchina. Mister Maino risponde schierando dall’inizio Cornolò in porta  e la coppia giovane formato da Carollo Canale e Chelouane in attacco.

L’Alto Astico appare fin dall’inizio più tonico e impegna Anzolin in alcune occasioni. Al 33’ però passa la Pedemontana con bomber Battaglin che festeggia così il 100 gol con la casacca della squadra di Zugliano, Carrè e Chiuppano. Il primo tempo si chiuderebbe con la squadra di casa in vantaggio, ma al 46’ quando già le squadre stanno pensando al te caldo, un bel tiro di Bertoldo dalla distanza sorprende il portiere locale Anzolin: evidentemente, il basso sole invernale ha abbagliato l’estremo difensore che aveva, invece,  battezzato fuori la conclusione del difensore; il pallone, beffardo,  si è infilato proprio sotto il 7. Nella ripresa la gara rimane combattuta e caratterizzata da occasioni da ambo le parti.  Nei minuti finali l’epilogo a sorpresa: Dal Pozzo, appena entrato in campo va sulla bandierina  del  calcio d’angolo e calcia direttamente in porta. Anche in questo caso il portiere di casa ha qualche responsabilità per il gol subito.   La Pedemontana reagisce ma Cornolò anticipa con coraggio l’arrembante Chemello.  Finisce con la vittoria degli ospiti.

In conclusione si può dire che è stata una partita divertente e con diverse occasioni per parte non concretizzate dagli attaccanti.

 


Sull'Autore

Chiara Diletta Rizzato