Promozione

La Promozione di Antonio Bottazzi

Scritto da Federico Formisano

La Promozione di Antonio Bottazzi

Bottazzi e Prosdocimi

GIRONE  A

Nonostante la rivoluzione di dicembre il Chiampo perde con un secco 3 a  0 in riva al garda, da qui la decisione di Alessandro Lovato di dimettersi e la decisione della società con il subentro di Gianfranco Brendolan, mister esperto della categoria.  L’ex allenatore dell’Alba Borgo Roma dovrà ora cercare di recuperare psicologicamente un gruppo che ha tuttavia tutte le possibilità di agganciare le formazioni che stanno davanti e che non sono lontane in classifica.
Male anche la Seraticense che viene sconfitta a Nogara per 2 a 1,  anche se il Cologna non approfitta di questo passo falso per superare sul terzo scalino i tigrotti,  perdendo  con un perentorio 4 a 1 in casa con il Cadidavid.
Unico punto guadagnato dalle vicentine quello del Rivereel con un  rocambolesco 3 a 3 in casa della Virtus verona. In testa continua il duello a distanza tra il Castelbaldo e l’Albaronco  distanziati in classifica da 5 punti.
Domenica, il Chiampo è obbligato a vincere per sperare nella  salvezza:  contro il Povegliano che lo precede al penultimo posto in  classica a 4 punti dovrà sfruttare il fattore casalingo e il cambio del mister.
Delicata partita anche per la Seraticense che riceve la seconda della  classe, mentre il Rivereel gioca in casa contro il  pericolante Nogara.

I top della settimana

Gabriele Corso  (Rivereel) : appena arrivato, gioca, segna e si fa apprezzare il giovanotto classe 1999

Giulio Montemezzo (Seraticense):   la sua squadra perde ma lui segna il gol della bandiera. Per il giovane centrocampista è una settimana in chiaro scuro con la convocazione in rappresentativa ma anche con la squalifica per somma di ammonizioni

Classifica Cannonieri

12 reti: Bortolotto (Castelbaldo), Sinigaglia (Cologna),Grigoli (Nogara),
11 reti: Menini (Cadidavid),
9 reti: Nicola Avesani (Albaronco e Nogara), Djordjevic  (Castelbaldo),  Borgatti (Cologna)
8 reti: Dervishi (Badia Polesine), Forgia (Virtus Verona)
7 reti: Luca Avesani (Albaronco), Filippini (Badia Polesine), Tomasi (Castelnuovo),
6 reti: Montagnani (Castelbaldo), Musso (Chiampo e A.Cavalponica),   Romano (Mozzecane),  Grigoli (Nogara), Alban , Sacconi (Rivereel), Montemezzo (Seraticense) Di Cristo (Virtus);
5 reti: Centomo (Albaronco),  Musso (Aurora  Cavalponica, Chiampo), Schults (Castelnuovo Sandrà) Facci (Nogara), Diagne (Oppeano),  Birlea (Povegliano)  Anghel (Seraticense) Facci (Virtus e Nogara) ;
4 reti: Vesentini (Alba Borgo Roma), Cavazza (Albaronco), Strapparava,  Trombin (Oppeano),  Cadete, Peralta (Povegliano)  Pegoraro M. (Rivereel),  Borotto (Seraticense) ;

GIRONE B:

Il girone di ritorno si è aperto con la vittoria del Camisano anche, se  un po’ sofferta, contro il Valdagno, che presentava in panchina il nuovo  mister Remonato, per 1 a 0 con una rete all’inizio del secondo tempo di Lomazzi. Le inseguitrici, Mestrino e Godigese non riescono a tenere il passo dei  bianco-celesti. Il Mestrino per 4 a 1 contro lo Schio  che in questo momento sembra la squadra più in forma del gruppo: in serie positiva da otto giornate. La Godigese perde  contro il Rosa’  che vince in rimonta agguantando proprio i trevigiani in piena zona  play-off. D’altronde con la qualità di certi giocatori prima o dopo i risultati  dovevano arrivare. Schio che senz’altro oggi come oggi e’ nonostante gli  otto punti di differenza la squadra più accreditata a dar filo da  torcere al Camisano per la vittoria finale. Scatta in terza posizione solitario sorprendentemente il Trissino che  regola con un gol del gioiellino Cazzola  il Longare. La classifica nella parte centrale e’ molto corta dal secondo posto  dello Schio al San Giorgio in Bosco nell’arco di 7 punti lottano 10 squadre per la zona play-off e play-out.
Un po’ staccate in zona rossa il Sarcedo che cede in casa al San Giorgio  in Bosco, la Marosticense che pareggia su rigore del solito Contro a Tezze  all’ultimo secondo su rigore e guadagna un punto importante.
Seconda vittoria  della stagione per il Cassola che lascia il Summania all’ultimo posto in  una situazione abbastanza critica.
Da ricordare anche la bella vittoria per 4 a 1 del Cornedo contro un  sempre ostico Campigo.
Domenica prossima la seconda di ritorno, il Camisano e lo Schio giocano contro formazioni invischiate nella bassa classifica: la capolista  a Piovene  contro il Summania che cerca di togliersi dall’ultimo posto che  costerebbe la retrocessione diretta, lo Schio a San Giorgio  in Bosco contro una squadra anch’essa bisognosa di punti per evitare la zona  play-out.

 

I top della settimana

 

Filippo Lomazzi  (Camisano)   risolve una partita difficile che il Camisano doveva vincere per riprendere la corsa dopo la sconfitta dell’ultima d’andata. E a quarant’anni suonati si commuove fino alle lacrime.

Matteo Pasquetti (Cassola)   una sua doppietta rilancia le ambizioni di salvezza del Cassola: sarà difficile ma lui e i suoi compagni vogliono provarci.

 

Stefan Miloradovic (Virtus Cornedo) : lo scorso anno aveva fatto fatica a ricavarsi un suo spazio e una sua credibilità a Cornedo: la doppietta di domenica rilancia la sua squadra ma rivaluta anche l’investimento fatto per portarlo a Cornedo.

Classifica Cannonieri

13 reti: Dorio (Longare),
12 reti: Spessato (Mestrino ),  Bajramaj (Valdagno);
11 reti:  Contro (Marosticense), Munarini (Schio);
8 reti: Lucchini,  (Camisano), Barichello, (Godigese), Ganeo (Rosà),  Primucci (Schio),  Rigoni (Summania),  De Martin (Y.Campigo);
7 reti: Pieropan (Tezze);
6 reti: Cuman (Godigese), Cazzola, Piazza (Trissino) , Miloradovic (V. Cornedo);
5 reti: Pasquetti (Cassola), Kindo, Petronijevic (Trissino) El Bouhra (Y. Campigo) Gymah  (V. Cornedo);
4 reti: Dal Compare, Lomazzi,  Sambugaro (Camisano),  Cusinato G.    (Godigese), Lazzarotto Nicolò (Rosà), Baggio N.  (Sarcedo), Broccardo (Summania),   Vallarsa (Tezze),  Cappelletto, Critelli (Valdagno);
3 reti:
Baccarin,  (Camisano) Baggio, (Godigese), Fasolo, Sandonà (Longare), Dalla Gasperina, Merlo (Marosticense), Antonello, Carlotto (Mestrino),  Azzolini, (Sarcedo), Andretto G. (Schio),  Fedele (Tezze),  Zordan L. (Trissino),  Cappelletto, (Valdagno),  Nwanyanwu, Panarotto (V. Cornedo),  Alberton, Callegaro, (Y. Campigo);

 

Sull'Autore

Federico Formisano