Juniores

Juniores: Montecchio Maggiore, disattenzione fatale.

Scritto da Eros

Il Calcio Caldiero Terme passa dopo nemmeno un quarto d’ora in vantaggio grazie a Sbabi, con il Montecchio che alla lunga riesce a pareggiare su rigore a fine primo tempo con Festival. Nella ripresa, dopo diverse palle gol castellane, sbuca di testa Rossignoli trovando la zuccata vincente.

MONTECCHIO MAGGIORE: Monaco (Cannarozzo dal 17’); Valerio; Pirolo (Diquigiovanni al 54’); Mantiero; Castagna; Dal Toè (Rigodanzo dall’82); Sebastiani; Caregnato; Barra (Nicolato dall’83’); Festival; Pasqualin. All: Marchetti; Guarda; Pegoraro; De Cristofaro; Trivunovic. All: Poletti.

CALCIO CALDIERO TERME: Bosetto; Venturella (Rossignoli dal 46’); Roncolato; Mosele A. (Sgreva dal 71’); Bogoni A.; Momodu; Bogoni M. (Galliotto dal 68’); Laperni; Sbabi (Nogara dall’81); Magrinello (Benedusi dal 60’); Mosele E.. A disposizione: Domoli; Griso; Auricchio; Cazzola. All: Fracasso.

Marcatori: Sbabi al 13’; Festival al 45+1’; Rossignoli all’88’.

Ammonizioni: Diquigiovanni; Bogoni A.; Laperni.

Ennesima sfida dell’ultimo periodo tra Montecchio Maggiore e Caldiero, infatti le due squadre,  la settimana scorsa, si sono affrontate nel campionato di Eccellenza, pareggiando per 2-2 proprio al Polisportivo “Gino Cosaro”. Le due Juniores arrivano alla sfida con stati d’animo opposti, i vicentini sono reduci da una vittoria in trasferta, mentre i veronesi hanno alzato bandiera bianca in casa settimana scorsa. Nonostante questo si prospetta un match esaltante dato la rivalità tra i due team.

Dopo quasi una decina di minuti di studio, in seguito al fischio d’inizio del direttore di gara, sono gli uomini di Fracasso i primi a sporgersi in avanti con Sbabi che sulla destra cerca di accentrarsi e va al tiro, ma trova Mantiero pronto a non far passare il pallone. Tuttavia, poco più tardi il numero nove porta in vantaggio la propria squadra grazie ad una triangolazione con Magrinello, che finisce con una duplice conclusione: la rete e l’infortunio di Monaco. Vantaggio che sbigottisce i Castellani che accusano evidentemente il colpo psicologico, difatti, cinque giri di orologio più tardi, Sbabi sfrutta l’ennesima disattenzione difensiva e si ritrova a tu-per-tu con il neoentrato Cannarozzo che riesce a deviargli di quel poco che basta la conclusione. Sull’angolo va al tiro Mosele E. che calcia alto. E’ solo al ventiseiesimo minuto che gli uomini di Poletti riescono seriamente rendersi pericolosi, però la prima loro conclusione è quella imprecisa di Festival. Continua il pressing Castellano che sta volta porta Pasqualin sulla destra, il quale scatta, scarta il proprio marcatore e la butta nel mezzo, Festival è il più lesto ad arrivarci ma di testa prende solamente la traversa. Ancora Montecchio una decina di minuti più tardi con il cross di Valerio per Barra che serve, involontariamente, Pasqualin che stoppa e calcia a botta sicura, senza però superare un attento Bosetto. Poco dopo, sull’angolo guadagnato, Castagna di testa vede deviarsi, quasi sulla linea, il colpo di testa vincente da un difensore del Caldiero. Due minuti più tardi ci prova anche Pirolo che di destro calcia male ed alto. Sembra tutto pronto per la conclusione della prima frazione di gioco, ma il pressing dei padroni di casa da i suoi frutti proprio nel minuto di recupero. Al quarantaseiesimo Festival viene atterrato in area, l’attaccante si incarica di battere il rigore che riporta nello stato di parità la propria squadra.

Andrea Mosele del Caldiero

Le due squadre si sono divise i primi quarantacinque minuti di gioco, creando diverse occasioni e dimostrando di poter far male.

Parte bene il Montecchio che crea una bella azione con Festival che serve Barra, il quale vede scattare Pasqualin con quest’ultimo che, dopo aver ricevuto il pallone, tenta un tiro ad incrociare che finisce a lato. Diversi minuti più tardi Mosele A. ci prova nuovamente, come nel primo tempo, replicando lo stesso risultato. Una decina di minuti più tardi torna in avanti il Montecchio con il solito Pasqualin che, servito sulla sinistra, si accentra correndo sulla linea di fondo, in seguito ad una giocata e ad un rimpallo si ritrova a due metri dalla porta ma Bosetto è insuperabile. La rete sbagliata sembra tagliare le gambe ai Castellani, consegnando il pallino del gioco, nel finale agli ospiti. Benedusi, appena entrato, tira al volo in modo impreciso. Poco dopo, servito da Laperni su un calcio da fermo, colpisce di testa in malo modo. Va molto meglio, all’ottantottesimo, al neo-entrato Rossignoli che di testa sfrutta un errore difensivo e trova il palo-gol vincente che porta i tre punti ai propri compagni.

I veronesi tornano a casa con una vittoria sudata, portandosi al terzo posto e superando proprio i rivali. I vicentini escono sconfitti da una gara in cui non sono riusciti a sfruttare le numerose palle gol, venendo puniti da evitabili errori difensivi.


Sull'Autore

Eros