Terza Categoria

FC Vicenza: Buona la prima in casa del girone di ritorno

Scritto da Stefano Campana

FC VICENZA 2 – GAZZO 0

Partenza positiva nel girone di ritorno per l’FC Vicenza. Dopo il buon pareggio esterno con il Tremignon, vittoria in casa con il Gazzo

FC VICENZA: 1. VERDI Filippo, 2. FORCELLATI Giancarlo, 3. FORTE Matteo ©, 4. ZANINI Samuele, 5. FARINA Leonardo, 6. NOGARA Marco, 7. ANIZOBA Prince Chinonso, 8. GIUDICOTTI Elia (dal 25’ st 15. TRIVIC Nikola), 9. SOTTORIVA Matteo (dal 35’ st 13. TRONCA Samuel), 10. BELLOTTO Federico (dal 30’ st 16. FRIGO Giovanni), 11. CUNICO Samuel (dal 20’ st 18. SMANIO Simone). A disposizione in panchina: 12. GIANESINI Riccardo, 14. CAMPANA Nicolò. Allenatore: Massimiliano PASTORE

GAZZO: 1. MAGGIOLO Giovanni, 2. SQUIZZATO Alessandro, 3. KALAKU Eugen ©, 4. CUSINATO Paolo, 5. CRICINI Francesco, 6. MUNARI Federico, 7. DIOP PAPE Mousse (dal 37’ pt 17. ZECCHIN ZIROLDI Andrea), 8. STOJADINOVIC Stefan, 9. BONDESAN Manolo, 10. FORASACCO Alberto (dal 4’ st 16. TOGNATO Luca), 11. CARRARO Stefano. A disposizione in panchina: 14. KAZIU Ervis, 15. TOGNATO Marco.  Allenatore: Salvatore MORRA (squalificato)

 

Arbitro: Francesco Gattolin (Sezione di Este)

Marcatori: 1’ st Zanini (FCV), 9’ st Bellotto (FCV)

 

Vittoria meritata dell’FC Vicenza nella prima in casa del girone di ritorno contro il Gazzo. I padroni di casa vanno in vantaggio ad inizio ripresa dopo aver controllato senza affanni la prima frazione di gioco, cercano e trovano il raddoppio e conducono in porto la vittoria senza mai rischiare nulla.

Il primo quarto d’ora è di studio e di sostanziale equilibrio anche se si vede subito che a fare la partita è la squadra vicentina, mentre i padovani si limitano a difendersi cercando qualche sporadica conclusione da fuori. La prima occasione al 17’ con una punizione dei padroni casa battuta a centrocampo da Nogara che pesca sulla linea dell’area Sottoriva. Stop di petto e girata che viene però rimpallata da un difensore. Al 29’ altra azione pericolosa dei biancorossi vicentini con la difesa del Gazzo costretta a fermare con un fallo una caparbia azione di Anizoba. Batte la punizione dal limite Bellotto ma il portiere Maggiolo non si fa sorprendere. 33’ bella azione in velocità tutta di prima che coinvolge almeno 4 giocatori dell’FC Vicenza con cross di Cunico che innesca il colpo di testa in area di Sottoriva parato. Un minuto dopo altra punizione poco fuori area in posizione centrale, con conclusione alta di Bellotto. Sul finire del tempo si fa vedere anche il Gazzo con una conclusione da fuori di Stojadinovic forte ma lontana dai pali difesi dall’attento ma poco impegnato portiere di casa Verdi.

Nella ripresa l’FC Vicenza entra deciso a concretizzare la supremazia dimostrata nella prima frazione di gioco e va in gol quando le lancette del cronometro non hanno nemmeno raggiunto il primo minuto. Cross di Sottoriva per Anizoba, ben appostato in area che però non è nelle condizioni di indirizzare in porta il colpo di testa e tocca invece indietro per l’accorrente Zanini che dal limite di sinistro al volo si inventa un eurogol che scavalca l’immobile ma incolpevole Maggiolo e si infila sotto la traversa. Raggiunto il vantaggio la squadra vicentina non si ferma e continua ad aggredire gli avversari alla ricerca del raddoppio. E non deve nemmeno aspettare molto visto che il secondo gol arriva al 9’ ad opera di Bellotto che già aveva segnato al Gazzo nella partita di andata. È una caparbia azione personale del numero 10 di casa, che partendo dalla fascia sinistra supera in serie tre difensori e dalla linea dell’area lascia partire un rasoterra di destro che non lascia scampo all’estremo difensore padovano. Al 16’ Anizoba segna anche il 3-0 per i padroni di casa ma il direttore di gara Gattolin della Sezione di Este, per il resto impeccabile nel controllare la partita senza dover estrarre nemmeno un cartellino, decide di annullare la segnatura per un fuorigioco dello stesso Anizoba apparso ai più alquanto dubbio. Il Gazzo sembra incapace di reagire efficacemente e le azioni più pericolose sono tutte dei locali che al 20’ vanno ancora vicini al gol con una potente conclusione in corsa di Zanini dall’interno dell’area su cui Maggiolo deve compiere un autentico miracolo. E al 30’ i padroni di casa si rendono ancora pericolosi con una punizione da buona posizione che il capitano Forte tira di poco alta sopra l’incrocio. Nei minuti finali l’FC Vicenza si limita ad un vigile controllo e porta casa la vittoria senza mai rischiare nulla e senza permettere agli ospiti di costruire azioni pericolose. (sc)


Sull'Autore

Stefano Campana