Edicola EVIDENZA

L’edicola con le interviste del Venerdì (Bottoni, Di Donato, Tessarollo, Visentin ecc) e la chiusura del mercato

Scritto da Federico Formisano

Aggiornamento delle ore 16.30

Non c’è alcun pericolo di nevicate: al di là del consueto sensazionalismo di chi spara titoli senza senso ricordiamo che le previsioni del tempo ESCLUDONO per la nostra provincia nevicate. Pioverà abbondamente questo si e quindi potremmo trovare campi in pessime condizioni ma non c’è il rischio che possa nevicare: Ecco al riguardo l’ultimo bollettino di Serenissima Meteo Il limite delle nevicate che questa mattina partiva dai 400- 500 metri ( a Caprino Veronese era pioggia mista a neve), tende rapidamente a salire e per fine giornata arriverá, sui rilievi adiacenti alla pianura, fino a 1600-1700 metri, mentre sará di 200-300 metri piú basso su quelli dolomitici; questo per l’innalzamento dello zero termico causa avvezione calda
In pianura intensificazione delle precipitazioni che, tranne una temporanea pausa per domani a metá giornata, dureranno a fasi alterne fino a tutta domenica interessando maggiormente le aree centro settentrionali del Veneto.

A

Altri servizi: oltre ai servizi di domenica ecco gli ultimi pubblicati. 

Malo passa sul campo dell’Alto Astico e gli complica la vita

http://www.calciovicentino.it/2019/01/31/il-rozzampia-si-inchina-ad-un-grande-agredo-savio-0-2-a-breganze-padovani-in-semifinale/  Rozzampia- Agredo di Marco Marra

http://www.calciovicentino.it/2019/01/31/ffc-vicenza-buona-la-prima-in-casa-del-girone-di-ritorno/ Vicenza – Gazzo di Stefano Campana

Arzignano Valchiampo Seconda trasferta consecutiva per l’Arzignano Valchiampo che punta ad allungare la serie positiva, arrivata a sei risultati utili consecutivi. I giallocelesti, che domenica scorsa hanno espugnato il “Ballarin” di Chioggia, conquistando nel finale tre punti di vitale importanza nella rincorsa al vertice della classifica, tornano a giocare nel veneziano, andando a giocare domenica pomeriggio alle 14.30 allo Stadio “Zanutto” di San Donà di Piave. Sarà infatti il Sandonà l’avversario dei vicentini di Di Donato, desiderosi di cancellare il ricordo del ko interno di domenica scorsa contro il Cjarlins Muzane. Il momento dei veneziani parla di due sconfitte di fila, mentre in precedenza avevano conquistato una mini serie positiva di una vittoria e due pareggi. Il rendimento casalingo dei biancocelesti parla di 1 successo, 5 pareggi e 4 sconfitte. Di contro, l’Arzignano Valchiampo in questo momento è la squadra che può vantare il miglior rendimento esterno del campionato con 6 vittorie, 3 pareggi ed 1 sola sconfitta, all’esordio, sul campo del Feltre. All’andata terminò con un pareggio per 1-1 al termine di una gara tiratissima: vantaggio veneziano con Aperi, pareggio gialloceleste con Odogwu.

Mister Di Donato, nell’ultima partita avete giocato a Chioggia, vincendo per 2-1 nel finale! Che valutazioni ti senti di fare del risultato, e della prestazione della squadra?

“La vittoria di Chioggia è stata un gran risultato, e non era semplice. Sapevamo sarebbe stata tosta, e così è stato. Chi lotta per non retrocedere dal punto di vista agonistico dà sempre qualcosa in più; se non affrontate col piglio giusto possono creare grossi grattacapi. Noi siamo andati subito in svantaggio, ma poi non abbiamo concesso altre chance. Abbiamo ribaltato ancora una volta la situazione facendo una buona prestazione; i ragazzi ci hanno creduto fino in fondo ed hanno conquistato il successo”.

Avete conquistato la seconda vittoria di fila, e il sesto risultato utile consecutivo: come valuti il momento della squadra?

“Forse abbiamo giocato meno bene di altre partite, però siamo stati concreti, lucidi nel portare a casa un risultato per noi importantissimo. Stiamo vivendo un momento psicofisico molto buono. I risultati aiutano a lavorare meglio, l’entusiasmo dei ragazzi è alto e questo mi fa essere ottimista per il futuro. Dobbiamo puntare al risultato pieno ogni partita, senza guardare a chi abbiamo di fronte. Da qui alla fine è ancora lunghissima e le insidie sono sempre dietro l’angolo. Dobbiamo essere concentrati sul nostro operato, e a fine campionato tireremo le somme”.

Nella prossima partita giocherete ancora in trasferta sul campo del Sandonà. Che partita dobbiamo aspettarci? Che caratteristiche dell’avversario dovrete tenere sotto maggiore attenzione?

“Ci aspetta una partita molto difficile, contro una squadra reduce da un ko e che punta alla salvezza. All’andata ricordo che il Sandonà sapeva fare dei nostri errori la loro arma principale; dovremo essere bravi a calarci nella realtà della partita, colpendo al momento giusto, cercando di fare meno errori possibili. Mi aspetto una squadra tosta, che lotterà su ogni pallone. L’atteggiamento deve essere quello di lottare su ogni pallone, mettendo la giusta dose di determinazione e cattiveria agonistica”.

Sarete al completo o ci saranno defezioni?

“Saremo al completo visto che rientrerà anche Munaretto dalla squalifica; avrò solo l’imbarazzo della scelta. L’unico che mancherà sarà Lovato per un piccolo problema fisico”. Nicola Ciatti Ufficio Comunicazione ASD Arzignano Valchiampo

B

Bassano: i giallorossi scenderanno di nuovo in campo il 6 e il 20 marzo per le semifinali di Coppa Veneto di prima categoria. Le altre squadre qualificate sono la veronese Isola Rizza, la rodigina Scardovari, e la trevisana Godega di Sant’Urbano (vicino Conegliano) ; probabile l’abbinamento fra Isola e Scardovari e fra Bassano e Godega.

Bottoni: la mia verità !  Ha resistito una settimana e poi anche perché stimolato nel giusto modo ha replicato ed è stato come un fiume in piena. Ma allora ci spieghi i veri motivi di questa rottura che ha del clamoroso..Nell’ambiente delle Alte non trovavo più stimolo per continuare. Sono andato avanti troppo tempo a sopportare cose che mi ha danneggiato non solo nel mio operare quotidiano ma  ma anche moralmente”. A questo punto devi dirci qualcosa di più.. “Non sono state rispettate regole fondamentali sulla mia figura da direttore sportivo. Un esempio : una mia decisione su alcuni giocatori è stata stravolta dopo che come sempre io ci avevo messo la faccia. Invece di stare sulla mia linea si prendevano altre strade. Ci sono stati anche episodi irrispettosi da parte di qualcuno che conta all’interno della società nei miei confronti nell’operato come procacciatore di  sponsor,  ruolo delicatissimo all’interno della società. Delicato perché?  Perché per anni ho svolto un lavoro di grossa portata mettendo sempre la mia sola faccia.  Per finire dico che c’è stato poco rispetto per me in tanti fronti e che qualcuno deve fare un esame di coscienza.

 

Adesso qual è il tuo stato d’animo? Sono sereno, tranquillo e in pace con me stesso. Faccio il tifo per i miei ragazzi anche quelli che ho perso a dicembre ( non per colpa mia) perché raggiungano il loro obiettivo. E non mancherò di andare a vederli a testa alta. Non mi interessano ringraziamenti  o mille pubblicazioni sui social o sui giornali. La verità è questa già raccontata in privato al Presidente Chiari. Il mio non è un addio al calcio ma un Arrivederci più carico di prima

E le tue prospettive nell’immediato ? Anche che ieri nel tardo pomeriggio sono stato chiamato telefonicamente da una squadra di promozione. Mi vedrò con loro settimana prossima!

C

Calciomercato serie C : si è chiuso ufficialmente il mercato di serie C Ecco i principali movimenti del girone B:

L’Albinoleffe ha avuto Riva e Cori dal Monza, Genevier dal Messina e Razzitti dal Vicenza.  Il Fano ha preso gli attaccanti  Scardina (svincolato) e Da Silva  (dalla Fermana), Clemente dalla Fermana e lo svincolato Liviero;  la Feralpi  il centrocampista Guidetti dal Monza, l’esterno Maiorino dal Livorno, il difensore Contessa dal Padova, l’esterno basso Giani dallo Spezia la Fermana, lo svincolato Sperotto, Otranto dal Napoli, Grieco dal Matera, Malcore dal Cittadella, Maloku dal Fano, Van der Heiden dal Carpi. Il Giana si è rivolto al Monza che gli ha girato i giovani Origlio, Barba, Giudici, Palesi e Jefferson; inoltre è arrivato Gianola dalla Vis Pesaro. il Gubbio ha preso l’attaccante Chinellato dal Padova,  il mediano Davi dalla Feralpi, la mezza punta Cattaneo dal Novara, e il difensore Adorni dal Parma. L’Imolese ha tesserato Turrin e Ranieri dall’Atalanta, Cappelluzzo dal Verona, e Varutti dall’Arezzo;  il Monza ha cambiato volto con Anastasio, Lepore,  Marconi e Scaglia, in difesa, Palazzi (giovane prelevato dall’Inter) Armellino, Di Paola, Bearzotti e Fossati a centrocampo, Brighenti, Marchi, Chiricò in attacco. il Pordenone ha preso Rover esterno dall’Inter (era in prestito al Vicenza), Vogliacco dalla Juventus,  Frabotta dal Bologna e Zammarini dal Pisa. Il Renate ha preso lo svincolato Li Gotti, e Caversasi dal Monza, De Sena, Tarolli (Foggia), Quaini (Genoa) e Vassallo (Bologna) .  il Rimini Nava dalla Pro Piacenza e Piccioni dal Teramo, Palma dal Giana Erminio, Kalombo dal Rimini, Pierfederici dal Monopoli. La Sambenedettese Scalera e Fissore, D’ignazio dal Napoli;  Il Sud Tirol si è assicurato Romero; Nardi, Pasqualoni, Lunetta.  il Teramo lo svincolato Giorgi e Sparacello dal Francavilla, e l’attaccante Infantino dal Catanzaro. la Ternana i centrocampisti avellinese Paghera, Palumbo (Samp) e Castiglia (Salernitana) oltre al difensore Russo dal Siena.  Infine la Virtus Ve Comp ha tesserato i centrocampisti Giorico dal Carpi e Onescu dal Bisceglie, l’attaccante Nolè e il difensore Polverini dalla Pro Piacenza, e la Vis Pesaro ha preso l’attaccante Voltan, svincolato, Guidone dal Padova, Medved dall’Olimpia e Rocchi dal Giana Erminio.

 

P

Premi per i giovani in Eccellenza e Promozione: Il Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti ha predisposto un progetto che premierà le Società di ciascun girone dei Campionati regionali di Eccellenza e di Promozione che avranno promosso una rilevante “politica dei giovani” nell’ambito dei propri organici, incentivando il loro utilizzo nelle gare ufficiali dei suddetti Campionati relativi alla stagione sportiva 2018/2019. Tale progetto farà riferimento alle gare ufficiali della cosiddetta “regular season” dei rispettivi gironi di ritorno.
Il progetto destinerà dei premi in denaro, messi a disposizione della L.N.D., a favore di quelle Società che più delle altre dei rispettivi propri gironi dei Campionati di Eccellenza e Promozione, avranno utilizzato un maggior numero di cosiddetti “giovani”, in aggiunta a quelli che devono essere schierati per adempiere agli obblighi in tal senso posti dai  Comitati Regionali   www.lnd.it/it/comunicati-e-circolari/comunicati-ufficiali/stagione-sportiva-2018-2019/3335-comunicato-ufficiale-n-200-progetto-valorizzazione-giovani-calciatori-campionati-regionali-di-eccellenza-e-promozione-2018-2019/file per determinare la prima Società “classificata” dei rispettivi propri gironi dei
Campionati di Eccellenza e di Promozione. Gli importi dei premi formeranno oggetto di separata comunicazione da parte della Lega Nazionale Dilettanti.

Presenze a fine andata: Finora abbiamo pubblicato le presenze a fine girone d’andata di queste squadre: Altair, Alte, Arcugnano, Arzignano, Azzurra Sandrigo;  Berton Bolzano, Bp 93, Costa Barausse Fara, Due Monti, Lakota, Lampo,  Le Torri, Montebello, Montecchio, Monteviale, Novoledo, Pedemontana, Ponte dei Nori, Riviera Berica,  San Lazzaro, San Pietro Rosà, Santomio, 7 Comuni,  Sovizzo, Vicenza. Chi  avesse ulteriormente tenuto conto di presenze e reti è pregato di inviarcele.  In rosso gli acquisti di dicembre. Ecco le presenze e le reti del Thiene (aggiornate alla 19 giornata) : Dal Santo 19, Boschiero 19, Michielan 19, Miotto 17, Marzari 17,  Vanzo 17,  Zanin 15,  Busellato 15,  Pizzato 14, Collareda 13,  De  Souza 12, Borgo 12, Valente 12, Dal Molin 9, Frusti 7, Manco 7, Campeol 7, Visalli 6,  Crestani 4, Saddoune 3, Busin 3, El Hajay 3,Hanson 2, Dal  Corso 1.

Thiene vittorioso sull’Azzurra Maglio (foto di Andrea Benedetti Vallenari)

Questo il link dove potete trovare le schede e le foto aggiornate dei giocatori della rosa del Thiene: http://www.calciovicentino.it/list/thiene/

S

San Giorgio In Bosco prepara la gara con il Cassola: Immancabile appuntamento con il nostro allenatore Moreno Visentin, insieme al quale facciamo il punto sul turno infrasettimanale di recupero e sulla 20° giornata alle porte.

Mister, mercoledì con lo Schio non è andata bene. Cosa non ha funzionato?
Senza tanti giri di parole: loro più forti di noi. Quello che spicca è che hanno un grande reparto avanzato, è una squadra quadrata e davanti hanno dei giocatori molto importanti per la categoria. Noi abbiamo fatto di tutto, a dir la verità siamo stati anche un po’ sfortunati, ma il massimo che si poteva fare è stato fatto. Poi è chiaro che quando l’avversario è più forte di te bisogna accettarlo. I ragazzi hanno davvero dato il massimo, a differenza di Trissino, per esempio, dove non avevamo fatto per niente una bella partita, mercoledì sera sono stati veramente bravi. Ci hanno messo tutto quello che c’era da mettere, bisogna accettare il risultato ed andare avanti.

Giocare tre partite in una settimana, credi possa rappresentare un problema a livello fisico, considerata anche la situazione infortuni dalla quale state uscendo?
Con lo Schio si è infortunato Xausa, stiamo aspettando di sapere cos’ha. Quella di giocare tre partite in una settimana è una condizione particolare alla quale non si è abituati, per cui dovremo essere molto attenti e bravi, perché abbiamo speso molto con il Trissino e con lo Schio, portando a casa zero punti. Quindi domenica per noi è un crocevia di estrema importanza per la stagione.

A livello mentale, pensi che giocare tre partite in una settimana, possa portare ad un abbassamento della concentrazione?
Non credo. I ragazzi hanno molta voglia di riscatto. Sappiamo, però, quello che ci attende a Cassola…

Quali credi saranno le difficoltà?
Il Cassola è una squadra che non ti fa giocare. Sanno difendere bene e appena possono partono in velocità e questo è un aspetto che può mettere in difficoltà. Noi cercheremo di fare del nostro meglio. Per noi è una finale quella di domenica. (dal sito del San Giorgio in  Bosco)

 

San Pietro Rosà: Intervista a Nicola Tessarollo,  Difensore/Centrocampista

Ciao Tex, da quanti anni vesti la maglia delle pantere e quanto pensi di rimanere in questa societá ? Ciao, questo è il quinto anno consecutivo che vesto la maglia arancio-nera del San Pietro e finchè ci sarà un progetto ambizioso e che mi stimola, come quello che c’è ora, penso che non cambierò maglia. Non sei un veterano, ma uno dei giovani con più presenze, quali sono gli obbiettivi della società a riguardo proprio dei giovani ?
Da un paio d’anni c’è stato un ringiovanimento della rosa e la fortuna ha voluto che i giovani che sono arrivati hanno tutti la passione e la voglia di giocare a calcio ed impegnarsi per un obbiettivo, ed al giorno d’oggi non è scontato perchè non tutti sono disposti a “sacrificare” il sabato sera per arrivare alla domenica preparati fisicamente e mentalmente.
I giovani comunque non hanno avuto problemi ad inserirsi e non è un caso che tutti siano rimasti anche se avevano richieste da altre parti, il progetto che la società ha in mente è chiaro e ben definito.

Arrivate da una brutta sconfitta interna, è solo una brutta Domenica o c’è qualcosa che non va ?
Nell’arco della stagione ci sono dei momenti in cui sembra girare tutto storto, basta pensare che domenica gli avversari hanno tirato 4 volte in porta e hanno fatto 3 goal, noi invece di occasioni ne abbiamo create ma abbiamo fatto un solo goal.
Non c’è da creare allarmismi, dobbiamo solo rimboccarci le maniche e tornare a giocare come abbiamo fatto per la gran parte del girone d’andata.

Quali sono i tuoi obbiettivi personali e quelli di societá, staff e dei tuoi compagni per il rush finale ? Dopo gli ultimi anni dove miglioravamo la posizione in classifica ogni anno, ad inizio di quest’anno calcistico siamo partiti con l’obbiettivo di raggiungere i play-off per giocarci poi la promozione in Prima Categoria. All’interno della squadra c’è la voglia di togliersi questa soddisfazione, la strada è ancora tutta in salita ma questo può solo essere da stimolo.

           

Vicenza:  la nuova rosa dopo il Mercato: Portieri: Albertazzi, Grandi; difensori: Bianchi Davide, Bizzotto, Bonetto, Mantovani, Martin, Pasini,  Salviato, Stevanin; centrocampisti: Bianchi Nicolò, Bovo, Cinelli, Laurenti,  Pontisso, Zarpellon,  Zonta, attaccanti: Arma, Curcio, Gashi, Giacomelli,  Guerra, Tronco;

I 14 over sono Grandi, Mantovani, Martin,  Pasini,  Salviato, Stevanin, Cinelli, Bianchi N. Bovo, Laurenti, Arma, Curcio, Giacomelli, Guerra.

Da definire le situazioni di Salvi (con l’arrivo di Bovo è probabile la rescissione), Bortot e Maistrello (che potrebbe anche rimanere)

Vicenza – Pordenone: La Lega, vista la richiesta avanzata dalla società L.R. Vicenza, in relazione ad esigenze organizzative, a ratifica degli accordi intercorsi tra le società interessate, ha disposto che la gara indicata in oggetto Sabato 9 FEBBRAIO 2019, Stadio “Romeo Menti”, Vicenza, abbia inizio alle ore 16.30, anziché alle ore 20.30.

 

 

 

Recapiti del sito

info@calciovicentino.it

Telefono (anche Whatsapp) 348 6612523  335 7150047

Facebook / calcio vicentino

 


Sull'Autore

Federico Formisano