Promozione Redazionali

“Remuntada” Promozione sempre piu’ viva. lo Schio ora ci crede, Benvegnu’ stende il Rosa’!

“REMUNTADA” PROMOZIONE SEMPRE PIU’ VIVA. LO SCHIO ORA CI CREDE, BENVEGNU’ STENDE IL ROSA’!

Ribolle di gioia e di tensione il De Rigo che mentre celebra i propri giocatori attende il responso da Camisano. Doppio urlo a fine gara in pratica, Schio che stecca la diretta rivale Rosà grazie alla doppietta di Benvegnù, capolista Camisano fermata sull’1-1 dal Mestrino. Prende forma sempre di più la rimonta giallorossa, missione che sembrava impossibile a metà andata e che ora a dieci gare con lo scontro diretto ancora da disputare è più aperta che mai. Ora il distacco è di 6 punti dopo essere stato addirittura di 13. Gli uomini di Zenorini battono un avversario davvero ostico, il Rosà dimostra perchè abita le zona alte della classifica, ma allo stesso tempo non riesce a svoltare il proprio ruolino esterno, il terzultimo del campionato, a fare da contro altare al cammino interno dei gialloneri, identico a quello del Camisano. Una gara giocata a viso aperto dove le difese reggono discretamente gli urti rivali, campo abbastanza buono vista la copiosa mole d’acqua caduta, perturbazione che però cesserà in pratica al fischio di inizio. Primo tempo molto equlibrato, un’occasionissima ambo i lati, portieri quasi inoperosi e Rosà che sembra poter fare la voce grossa. Gara che svolta con l’entratà di Benvegnù, venticinque minuti abbondanti bastano all’ala offensiva per fare le veci della coppia gol Munarini-Primucci, per una volta a secco, regalando così una vittoria importantissima.

SCHIO [2]: Zironelli, Ruviero, Dalla Riva, Simonato ©, Zerbaro, Cervellin, Primucci, Ferretto, Munarini, Andreetto, Eberle. All. Zenorini. A disposizione: Bogdanic, Dal Santo, Palmadessa, Mazzone, Placido, Farina, Benvegnù, Tonielo.

ROSA’ [0]: Mason, Dissegna, Bizzotto, Lazzarotto, De Rossi, Gheno, Ganeo, Sartore, Lazzarotto, Fagan, Gallina ©. All. Fabbian. A disposizione: Trentin, Giacobbo, Guarise, Maino, De Rossi, Sgarbossa, Battocchio, Lambrinoc, Bonin.

Reti: [0-0] St: 21′ Benvegnù (S), 45′ Benvegnù (S).

Note: Espulso Dissegna ® al 27′ del secondo tempo.

IL MATCH: Il Rosà approccia meglio la partita, gialloneri i primi calci piazzati pericolosi, non sfruttati però dagli uomini di Fabbian. Reagisce lo Schio, punizione ghiotta per Andreetto che centra la barriera. 21′ Bel cross in area verso Ganeo, la difesa in qualche modo spazza. 23′ pasticcio scledense, palla a Fagan con Zironelli fuori dai pali, il pallonetto va alto di poco sulla traversa. Lazzarotto conclude debole, mentre al 34′ i padroni di casa vanno vicini al vantaggio, Munarini serve Primucci, destro secco, palla vicina al palo.

RIPRESA: Ganeo sfiora il vantaggio, cercando di emulare l’andata dove l’ala giallonera mise a segno la doppietta decisiva per il 2-1 finale. 13′ Bel tiro di capitan Gallina, il Rosà preme, Schio che prova a ripartire dal fondo giocando corto e rischia fortemente di farsi del male, nel primo tempo per poco questa giocata non costava il gol. 18′ ingresso di Benvegnù per Munarini, passano tre minuti, ottimo cross di Dalla Riva dalla sinistra, spizzata del neo entrato ed è 1-0. Nemmeno il tempo per il Rosà di organizzare l’assalto e Dissegna entra scomposto su Andreetto, impatto duro e doloroso, ma la volontà di fare male non sembrava esserci, il direttore di gara opta per il rosso diretto, solo il classico “arancione” avrebbe risolto i dubbi, quindi decisione severa, ma che ci può stare. Prova a scoprirsi il Rosà, lo Schio prova a punire utilizzando i maggiori spazi, Andreetto si invola e viene ribattuto al momento dell’assist. Un paio di calci piazzati importanti per gli ospiti, la difesa ha la meglio. Cala il sipario lo Schio al 45′, assist al bacio di Primucci che lancia a rete Benvegnù, il quale è freddo a battere Mason. Si conclude 2-0.

UNO SGUARDO AL GIRONE: Come detto Camisano a più sei sullo Schio. Terze a pari Godigese e Trissino con i trevigiani che annientano i biancorossi, addirittura 7-2 il finale a Trissino. Chiude il quadro playoff il Cornedo che aggancia il Rosà. Da questa coppia in appena cinque punti si sviluppa in pratica la pancia della classifica. Marosticense in questo momento ai playout come posizione, ma salva per il gap di punti sul Cassola penultimo. Ad oggi Summania retrocesso e playout tra Cassola e la perdente di Valdagno-Sarcedo, con i primi a più sei, un paio di punti in più di distacco condannerebbero i rossoneri.

Andrea Benedetti Vallenari


Sull'Autore

Andrea Benedetti Vallenari