Serie C

Arzignano serve il poker al St Georgen e rimane in testa al campionato

Scritto da Federico Formisano

I giallocelesti di Di Donato vincono al Dal Molin con un primo tempo straripante (apre Fracaro, raddoppia Maldonado su rigore e il “Cobra” Forte la chiude a cavallo tra i due tempi con una doppietta); quarta vittoria di fila, la sesta casalinga e serie positiva allungata a otto gare. Domenica prossima tosta trasferta a Montebelluna

Arzignano Valchiampo – St. Georgen 4-0 (pt 3-0)

Arzignano: Tosi, Spaltro (st 6’ Antoniazzi), Vanzan, Maldonado (st 6’ Burato), Bigolin, Ferri (st 35’ Munaretto), Valenti (pt 8’ Fracaro), Hoxha, Odogwu (st 25’ Serroukh), Forte, Pllumbaj. All Daniele Di Donato. A disp. Farina, Maronilli, Panzani, Parasecoli

St. Georgen: Demetz, Aichner, Harasser (pt 23’ Schwingshackl), Althuber, Brugger L, Orfanello (st 7’ Piffrader), Zulic, Colosio (st 36’ Stark), Lercher (st 7’ Baldo), Cia (st 40’ Gieti). All Patrizio Morini. A disp. Bevilacqua, Brugger G, Duranti, Boggian

Arbitro: Leonardo Tesi di Lucca. Assistenti: Marco Toce di Firenze e Simone Venuti di Valdarno

Reti. Pt 20’ Fracaro (A), 21’ Maldonado (A), 30’ Forte (A). St 21’ Forte (A)

Note. Giornata piovosa, terreno pesante. Espulsi: nessuno. Ammoniti: Spaltro, Orfanello. Calci d’angolo: 6-3. Minuti di recupero: 2’ pt, 3’ st.

Servizio di Nicola Ciatti Ufficio Comunicazione Arzignano

ARZIGNANO (VI) – Primo esame da capolista superato a pieni voti per l’Arzignano Valchiampo, che supera al Dal Molin il St. Georgen con un netto 3-0 e mantiene la testa della classifica. Prestazione molto convincente e sicura dei ragazzi di Daniele Di Donato, che vincono senza troppi patemi d’animo la sfida contro gli altoatesini, centrano la quarta vittoria di fila (la sesta casalinga e la tredicesima complessiva), e allungano a otto la serie di risultati positivi.

SCELTE – L’Arzignano si schiera in campo con lo stesso undici che una settimana fa ha espugnato San Donà di Piave, con la sola eccezione del rientro di Maldonado al posto di Burato in cabina di regia. Negli altoatesini dal primo minuto Lercher e Cia.

PRIMO TEMPO – Al 1′ Valenti lancia Pllumbaj, cross al centro ma rinvia la difesa. Sul conseguente angolo, testa di Bigolin e palla che sfiora la traversa. Al 4’ contropiede Arzignano, ma Valenti, lanciato a rete, viene fermato per posizione di fuorigioco. All’8’ una tegola sui padroni di casa: Valenti esce per un problema fisico, al suo posto Fracaro. Il St. Georgen pressa molto sul portatore di palla, lasciando poco spazio ai giocatori di casa: al 15’ Odogwu si libera in area, ma invece di tirare, cerca un passaggio verso Forte e l’azione sfuma. Al 16’ tentativo da fuori area di Forte su invito di Maldonado, con Demetz che devia in corner. Al 17’ velleitario tentativo di Maldonado dai quaranta metri, con il pallone che termina alto sopra la traversa. Il vantaggio dell’Arzignano arriva al 20’: rasoterra di Odogwu, smanaccia Demetz, ma sul pallone vagante si getta Fracaro che insacca. 1-0.

Fracaro in azione

Al 21’ Bigolin si presenta in area e viene atterrato dal portiere Demetz: calcio di rigore di Maldonado che insacca per il 2-0 nonostante Demetz avesse intuito.

 

Rigore di Maldonado

Al 26’ inserimento di Cia che dal limite prova il tiro a giro, ma la palla è fuori giri. Al 27’ miracolo di Demetz che da due passi dice di no a Pllumbaj, che aveva calciato a botta sicuro sull’invito di Odogwu: poi di nuovo colpo di testa di Forte alto di poco. Il tris servito arriva al 31’: discesa di Spaltro, cross rasoterra e inserimento di Forte che la mette all’angolino sinistro per il 3-0. Al 36’ Forte va vicino al bis, con un perfetto colpo di testa sugli sviluppi di un angolo, ma la traversa dice di no al centrocampista. Al 43’ angolo per il St. Georgen, colpo di testa di Leo Brugger, ma azione viziata da un fallo in attacco. Al 45’ punizione di Vanzan, testa all’indietro di Forte che guadagna un angolo.

SECONDO TEMPO – Al 2’ inserimento di Schwingshackl, libera Bigolin. La partita rimane su ritmi gradevoli, con il St. Georgen a fare maggiore possesso, con l’Arzignano abile a gestire il risultato e a giocare di rimessa. Brivido al 20’, col tiro da fuori di Hoxha, respinto dal portiere. Il poker servito arriva al 21’, con un missile terra aria messo a segno dal “Cobra” Forte che insacca e fa doppietta: 4-0. Al 26’ velleitaria conclusione di Piffrader che in diagonale non trova la porta. Girandola di cambi da una parte e dall’altra, nei giallocelesti si mette particolarmente in luce il giovane Antoniazzi con una prova di personalità.

TESTA A MONTEBELLUNA – Finisce così tra gli applausi del Dal Molin con la tredicesima vittoria stagionale che consente di mantenere il primato in classifica, sempre in coabitazione con l’Adriese (vittoriosa col Campodarsego), e ora la squadra dovrà ritornare a lavorare sodo perché settimana prossima sarà chiamata da una trasferta molto complicata, domenica pomeriggio alle 14.30, su un campo tradizionalmente ostico come quello del Montebelluna.

 

 

 

Sull'Autore

Federico Formisano