Seconda Categoria

Seconda Categoria, girone E: il punto dopo 23 giornate

Scritto da Federico Formisano

Il punto di Michael

Questo è uno di quei gironi dove i play-off potrebbero anche non effettuarsi e c’è anche la possibilità che non si effettuino nemmeno i play-out. La corsa esasperata e senza battute d’arresto del duo di testa, Virtus Plateolese e San Lazzaro sta sfiancando le inseguitrici e se il campionato fosse finito domenica le prime due avrebbero più di 7 punti di vantaggio e chiuderebbero la strada ai play-off di Telemar e compagnia. Ma è ancora presto con 7 gare da giocare e per il Telemar anche con una gara da recuperare. Domenica facile sulla carta per il duo di testa con i padovani vincitori sul Quinto ed il San Lazzaro sul Maddalene. Domenica la Virtus è attesa da una trasferta molto complicata con la Campodorese, attualmente quinta che in questa gara si gioca le residue speranze di play-off e che sente oltretutto l’aria del derby. Il San Lazzaro ha sulla carta una gara più agevole con il Quinto che però non può permettersi passi falsi.

Non reggono il passo delle prime e si fanno imbrigliare in casa sia  Il Telemar con l’Isola Castelnovo, sia il Bp 93 con  la Fides, mentre la Campodorese vince sul campo del Motta e accorcia leggermente le distanze.

L’altra possibile situazione del girone è rappresentata dalla possibilità che non si vada nemmeno ai play-out sempre per la regola dei 7  punti di distacco dalla terzultima: attualmente il Grumolo deve recuperare 6 punti alla coppia formato da Lampo e Motta. Se il gap dovesse aumentare non ci sarebbe nemmeno la chanche offerta dai play-out e arriverebbe la retrocessione sia per il Grumolo che per l’Altair. Le due squadre sanno dunque di dover giocare sette finali per avere una benché minima possibilità di salvezza. Se è grave la situazione per il Grumolo lo è anche di più per l’Altair che ha fatto si un passetto in avanti pareggiando con l’Union Csm ma è staccato di 7 lunghezze dal Grumolo e di ben 13 dalla coppia già citata. Con 21 punti ancora in palio rimane da appellarsi solo a qualche santo.  Domenica il Grumolo gioca con il Telemar e l’Altair con il Bp 93.

I top

Andrea Mazzuoccolo (Virtus Plateolese) arrivato a dicembre per dare una mano a mister Marcolongo risolve con il suo antico e indimenticato senso del gol  più di qualche situazione e si lancia verso l’ennesima impresa di una carriera prestigiosa.

Mazzuoccolo Andrea

Loris Nicoli (Spf):  la sua squadra viene da un periodo buio ma ritrova voglia ed entusiasmo contro il Grumolo anche grazie ad una sua doppietta

Alessio Zanotto (San Lazzaro):  con Rosario e Pizzato in panchina, si carica il peso dell’attacco del San Lazzaro, vista la giornata pallida di Carmucci. E realizza una doppietta. Niente male per un ventenne molto talentuoso.

Le Notizie

Infortunio a Stefano Soffia L’unica nota dolente della vittoria esterna di domenica sul Bassan Team Motta riguarda il nuovo stop per infortunio di Stefano Soffia (nella foto), che entrato a venti minuti dalla fine ha dovuto alzare bandiera bianca per un altro problema muscolare.
«Purtroppo mi sono strappato – confessa il diretto interessato – Ne ho avuto conferma ieri sera con la visita: per me la stagione è andata. Dopo un anno e mezzo di assenza, sono rientrato in squadra per un paio di mesi giocando diversi spezzoni di partita. Domenica, purtroppo, mi sono fatto nuovamente male e si tratta di uno strappo. C’è tanta tristezza, perché stare ancora fuori è una ferita che fa male».
Una brutta tegola per la Campodorese, che domenica giocherà la partita della vita ospitando al Comunale la Virtus Plateolese capolista: la corazzata gialloverde è un rullo compressore, ma per tenere in vita le residue speranze di playoff bisognerà puntare al bottino pieno.
«Sarà una gara decisiva – ammette Stefano – Se non dovesse arrivare una vittoria, il nostro campionato sarebbe quasi chiuso. Ci attende un’autentica prova del nove, e dobbiamo a tutti i costi cercare i tre punti. Sicuramente giochiamo ogni domenica con il massimo della voglia e dell’intensità, però abbiamo regalato troppo commettendo troppi errori. Quando era il momento di cambiare passo, non siamo mai riusciti a farlo. Domenica sarà una finale». (Da facebook Campodorese)

Le Cronache

Bassan Team  – Campodorese  0-2   Domenica da incorniciare per la Campodorese di Alessandro Belloni, che sbanca con un perentorio 2-0 il campo del Bassan Team Motta e rosicchia due punti a San Paolo Ariston e B.P.93, entrambe fermate sul pareggio da Isola Castelnovo e Fides San Pietro in Gù: la quarta posizione è ora distante quattro lunghezze.
Risultato mai in discussione nel match di oggi pomeriggio, con gli ospiti bravi a sbloccare il risultato già nella prima frazione grazie ad un calcio di rigore conquistato e trasformato da Davide Zordan (nella foto).
I padroni di casa provano a reagire, ma in avvio di ripresa arriva pure il raddoppio con Marco Turetta, letale nell’andare a bersaglio sfruttando una bella verticalizzazione.
Il 2-0 mette in ghiaccio il risultato e la Campodorese gestisce i minuti finali senza particolari affanni.
Avanti a testa bassa, senza fare calcoli. Forza ragazzi! (Da Facebook Campodorese)

Telemar – Isola Castelnovo 1-1  Per questa partita abbiamo pubblicato cronaca e foto di Corrado Battilana e Mauro Colò

Classifica cannonieri

21 reti: Santini (Telemar),
12 reti: Tugnoli (Quinto e Maddalene),
11 reti: Rigoni (Bp 93), Santacroce (Union CSM)
10 reti: Zordan (Campodorese),
9 reti: Chemello, (Bp 93), Pizzato,  Rosario (San Lazzaro),
8 reti: Turetta M (Campodorese), Sambugaro (Virtus Plateolese)
7 reti: Pepato (Cervarese) ,   Pellizzer (Fides), Magrin (Maddalene), Alberti ( Quinto), Benacchio, Nicoli (Spf), Marangoni (Telemar),

Sull'Autore

Federico Formisano