Promozione

Il Valdagno vince lo spareggio con il Sarcedo.

Scritto da Federico Formisano

Valdagno – Sarcedo 2-0

Valdagno: Boaretto, Praticò, Favaretto, Sperman, Pertile, Fissore, Critelli (Cristofolli dal 60), Gianesini, Bajramaj, De Tomasi, Zanin; A disposizione Fanchin, Seriboh, Ponzio, Vezzaro, Adam, Palumbo, Allenatore Santacaterina Marco

Fissore e Bajramaj cannonieri di giornata

Sarcedo: Antoniazzi, Dalla Riva (Chioccarello dal 65’), Ciscato (Rossato dal 60’), Stefani, Miotti, Boscato, Bressan (Pendin dal 75), Giacomelli, Spanevello, Baggio, Azzolini. A disposizione: Costa, Zenere, Zichele, Sarzi, Gasparella, Gasparotto, Allenatore  Maimone Fabio

Arbitro Mattia Ferron di Vicenza

Servizio della redazione, foto di Elisa Calzati

Valevano doppio i punti in palio in questa sfida: al Valdagno necessitava una vittoria per interrompere una fase negativa e rilanciarsi in classifica. In caso di insuccesso, invece, la distanza dalla salvezza avrebbe potuto diventare abissale. Mister Santacaterina arrivato da un mese sulla panchina biancoazzurra non aveva ancora assaggiato la vittoria, mentre il collega Maimone prima dell’ultima gara disputata veniva da un filotto positivo.

Alla fine l’ha spuntata il Valdagno che da stasera vede un po’ meno nero nel suo futuro. Il mister valdagnese sposta Gianesini a centrocampo e si affida, stante la squalifica di Cappelletto ad un solo attaccante Bajramaj. Maimone conserva la formazione delle ultime fare con Bressan e Spanevello guastatori.

Parte bene il Sarcedo che fa la partita e cerca di trovare la soluzione giusta per superare la difesa del Valdagno. Al 32’ Pertile commette un fallo in area su Spanevello e lo stesso giocatore calcia il penalty concesso dal direttore di gara, ma Boaretto si supera e para la conclusione dell’attaccante ospite.

Il Sarcedo esaurisce la sua pressione sugli avversari e al 38’ nel primo attacco importante dei locali Fissore trova una conclusione da distanza siderale e insacca il gol del vantaggio.

Nel secondo tempo gioca meglio il Valdagno e Maimone cerca di porre riparo al calo dei suoi con alcuni cambi che non sortiscono effetto: è ancora la squadra di casa nei minuti finali a raddoppiare con Bajramaj.

 

Sull'Autore

Federico Formisano