Seconda Categoria

Seconda Categoria, Girone E: Il punto

Scritto da Federico Formisano

Il punto di Michael

A 270 minuti dal termine della stagione il girone E di seconda categoria ha ancora molto da dire con nessun verdetto ancora scritto. Ai piani alti la lotta per la vittoria del campionato sembra aver preso definitivamente la strada di Piazzola sul Brenta, soprattutto dopo l’harakiri di un San Lazzaro che domenica scorsa nel derby con il Telemar vinceva per 0-2 e che si è fatto rimontare da Santini e compagni, alla fine vittoriosi per 4-2. La quarta sconfitta stagionale per i rossoblù ha portato la Virtus Plateolese ad allungare in vetta di ben 7 punti, vantaggio che con un calendario più che abbordabile sembra raggiungibile a breve. I gialloverdi di Marcolongo domenica sbarcheranno a San Pietro in un gù per affrontare una Fides che non ha molto da dire al proprio campionato ma che in casa sa essere temibile, soprattutto grazie ad un seguito che è tra i più numerosi e caldi del girone.

Dati alla mano però sembra proprio che i piazzolesi stiano bene e dopo la vittoria per 3-1 sull’S.p.f., l’unica squadra ad averli battuti sul campo quest’anno, dovranno solamente aggiungere un ultimo tassello alla propria cavalcata per renderla indimenticabile. Alle spalle dei gialloverdi sta perdendo contatto come già detto il San Lazzaro Serenissima, il quale ora deve guardarsi proprio del Telemar che con un calendario forse più agevole potrebbe terminare in seconda posizione anche arrivando appaiato ai cugini rossoblù. Tutto passerà per i piedi dei ragazzi del B.p. 93 che per fare i playoff non dovranno perdere punti in queste ultime tre giornate, possibilmente battendo tra due domeniche proprio il San Lazzaro. In quinta posizione lanciatissima e con un calendario che chiama ai 9 punti su 3 partite, la Cervarese in realtà deve sperare che una tra San Lazzaro o Telemar perda qualche punto per poi affrontare i playoff con una serenità e consapevolezza che potrebbe essere letale per chi poi andrà ad affrontare i biancoazzurri, che da quando possono contare sull’arciere Pepato al centro dell’attacco hanno macinato punti e gol in maniera impressionante. Al di sotto del quinto scalino troviamo forse la grande delusa del girone, quella Campodorese che a sprazzi ha dimostrato di essere una delle compagini più forti del girone ma che poi ammalatasi di “pareggite” non è più riuscita a risalire la classifica.

Le foto splendide) della gara Campodorese – Altair pubblicate sul sito Facebook della Campodorese

I ragazzi di Mister Belloni però con le ultime due vittorie consecutive hanno blindato la sesta posizione che resta ad ogni modo un ottimo punto di partenza per la stagione avvenire, considerato soprattutto lo status di neopromossi. Ultimo obbiettivo per loro superare quota 50 punti, cosa che invece Maddalene ed S.p.f. non potranno fare sebbene sembrino tutt’altro che in vacanza. Salve anche la Fides e l’Union Campo San Martino che dopo un girone da urlo ha portato in casa solamente 6 punti risultando ad ora la peggior squadra del girone di ritorno. Quasi salve invece Lampo e Quinto, allo stato attuale a -1 punto e -2 punti dalla tanta agognata permanenza in categoria. Le due squadre tra l’altro si incontreranno tra due giornate in quello che resta comunque un derby tra due compagini che i dati dicono essere diametralmente opposte. Da una parte gli arancioazzurri di Carmignano con una delle migliori difese del campionato, dall’altra invece i biancorossi possono contare su un attacco tra i più prolifici che da novembre ha potuto contare anche sui gol di bomber Tugnoli. Sotto, nelle zone bollenti della classifica, l’Isola ha mal sfruttato le ultime gare che potevano determinare la propria salvezza e nell’ultima partita persa malamente per 2-0 ha rilanciato le speranze del Bassan Team Motta che a questo punto potrebbe anche non solo accontentarsi di staccare di 7 punti il Grumolo, che affronterà domenica, ma addirittura di superare l’Isola che sembra non uscire dal proprio momento difficile. Il Grumolo invece che ci sembra in crescita si è dovuto fermare a Carmignano domenica scorsa sconfitto da una Lampo determinata, ma non dovrà fare più errori e domenica come già detto si incontrerà proprio con il Motta al quale potrebbe anche bastare non perdere. Fanalino di coda ma non ancora matematicamente retrocesso l’Altair che dovrà tentare un’impresa più unica che rara visto che i prossimi avversari saranno i ragazzi della Cervarese che nelle ultime 12 partite hanno raccolto ben 10 vittorie.

I top

Bruno Ceccato  (Bassan Team Motta) Presidente ma non solo, dopo aver cambiato due allenatori, va in panchina a guidare i suoi giocatori e la squadra vince con l’Isola una sorte di spareggio salvezza.

il presidente Ceccato

Junior Omorogbe   (Telemar):  Mette due volte la sua firma nel successo del Telemar sul San Lazzaro.

Alessandro Tugnoli   (Quinto): gli restituiamo il maltolto (sul tabellino era comparso il nome di Zebele anziché il suo) e prendiamo atto della sua risalita alle spalle di Santini. Inoltre i due gol con l’Union Csm rappresentano il viatico verso la salvezza.

Alessandro Tugnoli

Le Cronache

Campodorese- Altair  0-1   Seconda vittoria consecutiva per la Campodorese, che dopo l’1-0 sul campo della Fides San Pietro in Gù manda al tappeto con lo stesso risultato anche il fanalino di coda Altair.
Tre punti meritati e mai in discussione nel match di oggi pomeriggio, dominato dall’inizio alla fine senza concedere pressoché nulla in fase difensiva.
Il primo brivido porta la firma di Davide Zordan, che centra in pieno il palo con una splendida girata volante su perfetto assist di Michele Lucatello.
Il gol è nell’aria e arriva puntuale pochi minuti dopo: la firma è di Marco Menegazzo, che con una splendida pennellata su calcio di punizione toglie le ragnatele dall’incrocio dei pali.


La Campodorese carica a testa bassa e nella ripresa manca di un soffio il raddoppio con tre nitide opportunità di Marco Turetta, Giacomo Pauro e bomber Zordan. Il risultato, però, non cambia più e la partita si trascina al termine senza grossi pericoli.
«Tre punti meritati, che fanno morale ma che al tempo stesso aumentano i nostri rimpianti – commenta a caldo mister Alessandro Belloni – Se avessimo fatto qualche punticino in più, queste partite avrebbero ancora grande importanza. Purtroppo è andata così, ma vogliamo comunque chiudere il campionato a testa alta e raccogliendo più punti possibili». (Da Facebook Campodorese)

Telemar – San Lazzaro Serenissima 4-2 Per il match clou della giornata abbiamo pubblicato il servizio di Corrado Battilana e Mauro Colò

Questo invece quanto pubblicato su Facebook /Telemar Viaggio all’inferno per darsi la spinta verso il paradiso in 90 minuti. Alla Telemar Arena va in scena il big match valevole per la corsa playoff tra il Telemar terzo a 5 lunghezze di distanza dal San Lazzaro secondo.
Dopo 45 secondi però, inizia il nostro viaggio all’inferno, calcio di rigore per gli ospiti su fallo di mano molto dubbio, Pizzato non sbaglia e fa 1-0.
Passano 8 minuti e su un disimpegno difensivo sbagliato serviamo Rosario che da 25 metri la mette sotto l’incrocio. 2-0 per loro in casa nostra e ancora non son passati 10 minuti.
Onore a noi però che siamo compatti, non molliamo un centimetro e iniziamo a macinare gioco.
La partita è equilibrata fino al 30esimo con un paio di occasioni per noi dove il portiere ospite si fa trovare prontissimo e una per loro con Bortoli che mette in corner.
L’ultimo quarto d’ora è solo nostro, però non riusciamo a trovare il gol.
Andiamo negli spogliatoi, sotto 2-0, ma sereni e tranquilli, non abbiamo nulla da perdere e conosciamo i nostri mezzi. Vogliamo rientrare in campo e far cambiare rotta alla barca di Caronte, dritti verso il paradiso.


Al 55 esimo la riapriamo, su corner svetta più alto di tutti Junior e ricarica tutto l’ambiente, sia in campo che fuori, passano 5 minuti e ancora Junior si rende protagonista, prende alle spalle il difensore centrale ospite e viene atterrato, rigore e rosso.
Dal dischetto si presenta Santini, palla che pesa, ma palla nel sacco. 2-2 e obiettivo ben chiaro nella mente di tutti, andare solo ed esclusivamente a vincere. A 10 dalla fine troviamo il vantaggio con Simionato ed esplode la Telemar Arena, 3-2.
Neanche qui, neanche ora, non molliamo mezzo centimetro, gli ospiti rimangono in 8 uomini a causa di altre due espulsioni e a 30 secondi dalla fine troviamo il definitivo 4-2 ancora con Junior su un errore difensivo.
Onore agli ospiti nonostante tutto, non son secondi per caso e si vede, sicuramente centreranno i playoff e sicuramente son i maggiori candidati al salto di categoria con le individualità che hanno.
Per quanto riguarda noi, c’è poco da dire, abbiamo dimostrato di essere una squadra, abbiamo dimostrato di voler più di ogni altra cosa quell’obiettivo e abbiamo dimostrato anche fuori dal campo che la Telemar non son solo quei 25 ragazzi che vanno in campo la domenica, ma son tutti i dirigenti, tutti i bambini del settore giovanile e tutti i genitori che son ultimamente sempre presenti per darci una mano per 90 minuti, non siamo una squadra, siamo una famiglia che vuole crescere sempre di più sotto tutti i punti di vista.
Da martedì si torna a lavorare perché non abbiamo fatto niente.
Virtus Plateolese – Spf 3-1 Successo casalingo per 3 reti a 1 contro SPF. In rete per i gialloverdi . A. Savio N. Sambugaro L. Ghirardello. Tre punti fondamentali che ci fanno rincorrere il sogno Prima Categoria!

Il punto dal sito del Telemar A meno di un mese dalla fine del campionato abbiamo due verdetti quasi matematici e cioè la vittoria del campionato da parte della Virtus Plateolese e purtroppo la retrocessione diretta dell’Altair. Per quanto riguarda noi dopo l’emozionante vittoria di ieri abbiamo guadagnato punti sul San Lazzaro, importanti per non rimanere fuori dalla corsa Playoff.
Brevemente riassumiamo le dinamiche di questi ultimi: verranno disputati dalle squadre posizionate dalla seconda alla quinta piazza, con il limite però che tra esse non ci siano 7 o più punti di distacco, altrimenti la quinta rimarrebbe fuori, via via così con tutti gli altri abbinamenti e con la stessa regola anche tra la seconda e la terza e tra la terza e la quarta.
Ad oggi quindi il San Lazzaro salterebbe il primo turno Playoff che si disputerebbe solo tra il Telemar e il Bp93, con la vincente che poi andrebbe in casa del San Lazzaro per la finale.
Il campionato però è ancora lungo e 9 punti in palio sono molti, sicuramente la Cervarese farà di tutto per rientrare entro i 7 punti e quindi partecipare ai playoff. Per quanto riguarda il calendario noi avremo 3 partite molto ostiche contro SPF, Plateolese e CampoSanMartino. Nel mentre ci sarà anche il big match tra San Lazzaro e BP93 alla penultima giornata. Tutto è apertissimo, chiunque può arrivare secondo come chiunque può rimanere fuori o entrare al photofinish ai playoff.
Testa bassa e lavorare sempre, ma sempre divertendosi, e amando questo sport, che regala emozioni importanti come quelle di ieri, sia a chi è dentro che a chi è fuori dal campo.
Fino alla fine contiamo nel vostro supporto.

Classifica cannonieri

23 reti: Santini (Telemar);
17 reti: Tugnoli (Quinto e Maddalene);
15 reti: Rosario (San Lazzaro);
13 reti: Rigoni e Chemello (Bp 93);
12 reti: Zordan (Campodorese);
11 reti: Santacroce (Union CSM);
10 reti: Pizzato (San Lazzaro);
9 reti: Pepato (Cervarese) , Pellizzer (Fides), Benacchio  (Spf), Marangoni (Telemar),  Sambugaro (Virtus Plateolese);
8 reti: Turetta M (Campodorese), Nicoli (Spf);
7 reti: Urbani (Altair), Melis, Valente (Fides), Magrin (Maddalene), Alberti  e Zebele (Quinto), Omorogbe (Telemar);
6 reti: Ghion (Union CSM), Barco, Braceschi,  Peruzzo (Virtus Plateolese);
5 reti: Gasparini (Altair), Lucatello  (Fides), Ometto (Grumolo), Dall’Amico (Isola Castelnovo), Ceccani, Dalla Pozza (Maddalene);

Sull'Autore

Federico Formisano