Prima Categoria

Nel giorno dei rimpianti Monteviale batte la Pedemontana

Scritto da Antonio Martinello

PEDEMONTANA – MONTEVIALE 2 – 4

PEDEMONTANA: Cavedon, Dal Zotto (71’ Popovic), Moro, Apolloni (dal 88’ Zanella R.), Sartore, Campese, Frigo, Zordan ( dal 61’ Polga), Chemello, Zanella D., Battaglin. Allenatore: Luca Terzo

DSC_0671

MONTEVIALE: Erba F., Busuioc, Porcellato (dal 51’ Zausa), Shkembi, Zenere, Perucca, Menegon, Erba M., Belloni, Cisco, Arcaro (dal 85’ Callegaro). Allenatore: Denis Lazzaron.

Reti: Frigo al 16’, Arcaro al 26’,  Porcellato al 32’ Cisco al 41’, Battaglin al 61’ (R), 65’ Menegon.

Ammoniti: Sartore, Campese (PDM), Shkembi, Zenere, Erba, (MV)

Arbitro: Pietro Brentegani di Verona

Servizio e foto di Antonio Martinello

Ed eccoci arrivati alla penultima gara di questo campionato. Incontro importante per i padroni di casa che sperano di portare a casa una vittoria confidando nel contempo ad un passo falso del Montebello con il Le Torri per poter ancora sperare nell’aggancio alla lotteria dei Play-Off. Discorso chiuso invece per il Monteviale che con i suoi 47 punti in classifica da domenica scorsa è fuori dai giochi, ma ciò non vuole dire che sia salito a Chiuppano per fare la comparsa.

I locali devono fare perciò a tutti i costi risultato, e probabilmente questo imperativo ha giocato un brutto scherzo sotto l’aspetto nervoso, perché già dalle prime battute si vede una squadra tesa che non riesce a costruire con la dovuta calma e precisione le proprie trame di gioco.

In partenza dopo appena due minuti è il numero 11 ospite Arcaro a sfiorare la marcatura per un niente, discesa sulla fascia e defilato sulla sinistra tira ad incrociare sul secondo palo, la palla lambisce il montante ed esce. Sospiro di sollievo dei locali che dopo lo scampato pericolo tentano una reazione, e al 9’ è Perucca che anticipa Chemello di quel tanto da mandare a vuoto il tentativo del numero 9 di casa. La Pedemontana grazie al proprio capitano Frigo riesce anche ad andare in vantaggio, palla per il numero 7 di nero vestito, stop di destro e tiro immediato di sinistro, Perucca nel contrasto tocca di quel tanto da ingannare il proprio portiere Pippo Erba che preso in contropiede non riesce a respingere.

Il gol sembra aver galvanizzato i locali, ma gli uomini di mister Lazzaron oggi molto attenti e precisi non si perdono d’animo e si riversano in avanti con buone folate offensive con i vari Belloni, Arcaro e Menegon che cominciano a mettere in apprensione la difesa locale piuttosto in difficoltà quando le azioni sono sviluppate in velocità. Corre il 26’ quando Perucca sradica dai piedi di Chemello una palla a centrocampo e innesca Belloni pronto a guadagnare la profondità per poi appoggiare al centro destra dove si catapulta Arcaro per appoggiare in rete. Veramente una azione da manuale del calcio.

La pioggia che continua a cadere anche se non copiosa ha reso scivoloso il terreno di gioco e al 30’ una punizione dalla tre quarti calciata al centro dell’area ospite per poco non si insacca. La palla dopo aver rimbalzato a terra schizza in modo strano e ci vuole uno super Erba che con uno scatto di reni riesce a deviare in angolo.

Al 32’ il Monteviale ribalta il risultato con la cosa più bella della partita. Porcellato come sempre avviene quando vengono calciati i tiri dalla bandierina o le punizioni, si apposta a centro area per sfruttare le proprie doti di colpitore di testa, questa volta niente di tutto questo, la palla arriva ma il buon “Porce” si esibisce in una rovesciata che lascia tutti a bocca aperta, primo fra tutti il portiere costretto a raccogliere la sfera nel sacco. Un gesto tecnico di rara bellezza. Altro bel gesto tecnico lo offre Cisco, il regista della formazione giallo/rossa oggi in completo bianco verde quando al 41’ per un fallo subito da Belloni dai 20 metri calcia magistralmente una punizione, la palla sorvola la barriera e a foglia morta si insacca alla sinistra del portiere Cavedon sorpreso dalla traiettoria della sfera. Sul 3 a1 si chiude la prima frazione. Intanto le notizie che mano a mano arrivano dagli altri campi affievoliscono sempre più le speranze dei padroni di casa di poter rimanere ancora in corsa per i play-off.

La ripresa in pratica ripercorre il canovaccio dei primi 45 minuti, con i padroni di casa volonterosi di rimettere in discussione il risultato, ma poco incisivi in avanti, mentre gli ospiti molto attenti in difesa e a centrocampo, con il reparto avanzato pronto ad approfittare di ogni pallone giocabile per impensierire l’estremo di casa.

Gli attacchi della Pedemontana trovano sfogo al 16’ quando l’arbitro con manica larga, concede il calcio di rigore ai locali per un presunto fallo di mano di Erba Marco, in piena area, nel tentativo di stoppare di petto un pallone, il signor Pietro Brentegani di Verona tra la sorpresa dei giocatori ospiti fischia il penality e ammonisce il numero 8. Si incarica della battuta il bomber di casa Battaglin, calcio forte e centrale, il portiere tenta la deviazione con il piede ma la palla si insacca, riportando in partita la formazione di mister Terzo.

A questo punto i locali sentono la possibilità di arrivare al pareggio e si riversano in avanti, e con cinica prontezza il Monteviale sempre su azione di rimessa trova la profondità con Arcaro che centra per l’onnipresente Menegon, al quale non è difficile con un tocco sotto misura mettere alle spalle del portiere vanamente proteso nel disperato tentativo di evitare la quarta marcatura.

A questo punto la partita è saldamente nelle mani dei giocatori ospiti, i due mister si prodigano con i cambi, i locali per cercare di trovare nuove energie per recuperare un risultato negativo, gli ospiti per far rifiatare chi ha speso di più e portare a casa una vittoria che sotto l’aspetto della classifica porta solamente ad un onorevole quinto posto, avendo saltato il Le Torri che oggi ha marcato il passo a cospetto del Montebello, ma che agli effetti pratici sancisce il fine corsa, cioè niente play off, ne per se ne per tutte le altre inseguitrici dei Bianco/Rossi di mister Bognin.

A fine gara i risultati che mano a mano diventavano definitivi sanciscono in pratica la vittoria del girone da parte del Marola, rimane la formalità dell’ultima gara in quel di Lerino con la Stanga, sarà veramente una gran bella festa per la compagine di Gigi Zuccon, e il passaggio diretto al terzo turno dei Play-Off per il Montebello. Per la Pedemontana e il Monteviale un arrivederci alla prossima stagione sempre in prima categoria.

Una nota importante oggi è stato poter rivedere Andrea Cantarello tra i componenti la panchina, non avendo voluto lasciare i propri compagni dopo il malore della settimana scorsa, prontamente ristabilito, non ancora disponibile per scendere in campo ma come sempre una presenza importante all’interno dello spogliatoio giallo/rosso.

Cantarello tornato in panchina, accanto a Rosario

 

 

 

Sull'Autore

Antonio Martinello