Prima Categoria

Poleo vince a Grisignano ma non gli basta per evitare i play-out

Scritto da Federico Formisano

Grisignano- Poleo 2-3

Grisignano:Gavasso, Lotto, Sartorato, Bortoletto, Marin (Lovato dal 90’), Giacomazzi, Perdon (Zanon dal 46’), Dori, Zuin (Scanferla dal 66’), Masiero, Pescante; a disposizione Filippi, Calandra, Semolini, Dalla Riva, Peruzzo, Checchin; Allenatore Rosin

Poleo: Refosco, Passuello (Danieli dal 77’), Trentin, Berlato, Carlassara  (Costa dal 58’), Franzini, Fabris, Vasic (Plebani dal 71’), Radivojevic (Cortese dal 93’), Girotto (Acclini dal 84’) Marcolin. A disposizione  Filippi, Drago, Negro, Ristic, Drago; Allenatore  Herik Franco

Arbitro Antonio Bissolo di Legnago

Bissolo di Legnago con capitani a metà campo

Ammoniti: Berlato, Passuello,  Trentin (P), Zanon (G)

Servizio e galleria fotografica di Federico Formisano

Il Poleo doveva sbancare Grisignano per sperare di evitare i play out, ma doveva anche vincere con un punteggio di 4-0 visto che aveva perso la gara d’andata. E’ riuscita l’impresa di passare sul campo di Grisignano ma non quella di evitare la trappola dei play-out. La squadra di Herik Franco paga soprattutto la miseria dei 9 punti raccolti nel girone d’andata, quando infortuni e varie situazioni hanno condizionato la squadra fino al punto di rendere la retrocessione quasi ineluttabile. Ma nel girone di ritorno Berlato e c. hanno fatto qualcosa di strepitoso: 26 punti in 15 gare con una media quasi da promozione. Questo risultato colloca la squadra al quartultimo posto e la obbligherà ad un supplemento di stagione contro il Montecchio Precalcino con il vantaggio  di giocare in casa e di potersi concedere anche il lusso di pareggiare.

Sapevamo che era difficilissima – dice  mister Herik Franco –  perché dovevamo vincere con 4 reti di scarto. Ma al 60’ sul 3-0 stavamo facendo il miracolo. Poi un infortunio difensivo ci ha fatto prendere il gol. Poi abbiamo dovuto effettuare tre sostituzioni per infortuni ed abbiamo perso un po’ di intensità. Comunque con questa vittoria abbiamo fatto il 26 punto nel girone di ritorno, stiamo bene e vogliamo fare al meglio i play-out.”

La dirigenza del Grisignano incassa la salvezza ottenuta all’ultima giornata ma non esprime soddisfazione per un campionato inferiore alle aspettative. “Comunque – dicono Cracco e Dianese – lo scorso anno ci siamo salvati con 26 punti ad una giornata dal termine, quest’anno con 35 punti abbiamo dovuto attendere l’ultima partita”

Rosin ha a disposizione tutto l’organico con l’esclusione di Ceron; parte con Zuin e Perdon di punta con Pescante esterno a destra e Masiero sul fronte opposto ma pronto ad inserirsi alle spalle delle punte.  Mister Franco ormai da mesi non dispone di Cortiana ma può far conto su tutti gli altri e alla fine opta per la coppia offensiva Radivojevic- Girotto con Fabris e Marcolin sulle corsie esterne e Berlato e Vasic a presidiare il centrocampo.

Il Grisignano parte meglio con la prima conclusione di Pedron e qualche timida protesta per un presunto fallo di mano su conclusione di Masiero.

Ma il Poleo ribatte colpo su colpo e al 12’ un tiro di Marcolin viene parato da Gavasso che devia in angolo.

Il più determinato nel Grisignano è Masiero che, che tra il 20’ e il 23’ ci prova anche da lontano e su punizione  senza preoccupare l’attento Refosco. Al 25’ un bel lancio del solito Masiero per Pescante viene fermato per un fuorigioco da Var. In mezzo un bel colpo di testa di Fabris fuori di poco.

La gara è equilibrata con la sensazione che i valori tecnici in campo siano a favore dei rossoblu di casa, ma il Poleo appare più determinato e grintoso e meno fru-fru. E al 31’ passa grazie ad un bel taglio verso Radivojevic che si libera bene e supera Gavasso con un diagonale imparabile.

La reazione del Grisignano non è immediata e anzi è un incursione di Fabris a testare la reattività di Gavasso che para.  Ed è così che nasce anche la seconda rete con il solito Radivojevic che si alza in rovesciata e realizza la doppietta personale.

Lo splendido gol in semirovesciata di Radivojevic del Poleo

Ancora un tiepido Grisignano per la reazione che si concretizza solo in un tiro di Pedron che cerca di piazzare la palla all’incrocio  ma alza la mira e manda alto sulla traversa.  Rosin opera subito un cambio togliendo Pedron e mandando in campo Zanon per spingere sulla fascia e riequilibrare una squadra che appare poco equilibrata a centrocampo.

Il Poleo sente aria di impresa ed insiste ad inizio ripresa: al 60’ arriva il gol di Fabris e per qualche minuto sullo stadio di Grisignano scende qualche brivido di freddo non determinato solo dal clima tutt’altro che primaverile.  Ma il Grisignano di riprende e Zuin prima e Masiero poi, accorciano le distanze. Grisignano e Poleo arrivano a pari punti a  quota 35 ma all’andata la squadra di Rosin aveva espugnato il campo di Poleo con un secco 3-0 e ai play-out ci vanno gli scledensi.

Sull'Autore

Federico Formisano