Seconda Categoria

San Lazzaro vince e va in prima categoria, Lugo sconfitta in attesa dei ripescaggi

Scritto da Federico Formisano

Una gara delicata con squadre arrivate alla fine di un campionato impegnativo rimaneggiate e un pò cotte: prevale meritatamente il San Lazzaro che conquista la quasi certezza matematica della promozione. Il Lugo va al 13° posto della graduatoria e si mette in attesa di ripescaggi. Sarà una lunga estate.

San Lazzaro – Lugo 2-0

San Lazzaro: Lucchini, Rigotto, Cogo, Canilli, Tabarin, Vivian, Rosario (Corà al 85′),  Motterle (Feltre al 65′), Formenton, Zanotto, Radojkovic. A disposizione: Singorato, Traversa, Pilan, Dal Bosco, Klaic, Stocchero, Pizzato; allenatore Motterle.

Lugo:  Bonifaci, Dalle Carbonare, Bernardelle (Zito dal 77′), Amankwaak, Balasso, Gelli, Stupiggia, Gavasso (Oriente dal 65), Zanin, Canesso, Pierantoni (Camilo dal 85); a disposizione Lorenzi, Faccin, Duso, Pasquali, Kabbouri; allenatore Bizzotto

Arbitro De Luca di Padova

la terna arbitrale

Motterle mister del San Lazzaro oltre alle assenze croniche di Pizzato (che va in panchina solo per stare vicino ai compagni), Pozza, Kocin, e Pensavalle, deve rinunciare anche a Carmucci squalificato per l’espulsione rimediata domenica scorsa. Al suo posto gioca Formenton che va ad occupare la corsia di destra con Rosario punta centrale, Radojkovic esterno a sinistra e Zanotto spostato dietro la punta con il compito di dettare l’ultimo passaggio e cercare gli inserimenti.

Mister Bizzotto del  Lugo deve rinunciare a Barbieri uscito per infortunio e a Duso non in perfette condizioni fisiche. Schiera dell’inizio Bernardelle per Oriente con Gavasso centrocampista a destra, Zanin e Canesso di punta con Pierantoni rifinitore avanzato. il centrocampo è affidato alla coppia Gelli – Stupiggia.

La gara inizia a bassi ritmi ma già al 6′ si accende con tre azioni pericolose del San Lazzaro che producono tre angoli consecutivi: Rosario è protagonista con un colpo di testa parato da Bonifaci, poi ci prova Zanotto e ancora il portiere del Lugo è attento

Il Lugo si fa vedere per la prima volta dopo 10′ con un cross di Dalle Carbonare parato da Lucchini. i Rossoblu sono pericolosi con Canesso che guadagna un angolo  e con un tiro di Pierantoni parato

Al 37′ il San Lazzaro va in vantaggio: punizione dalla sinistra e al centro sbucano i due centrali Tabarin e Vivian contrastati da Amankwaak; prevale su tutti Tabarin che realizza il gol del vantaggio.

La reazione del Lugo è immediata con una punizione di Pierantoni ottimamente parata da Lucchini.

Al 43′ ci prova ancora il San Lazzaro con una punizione alta di Motterle.

Alla fine del primo tempo possiamo dire che il San Lazzaro è meritatamente in vantaggio; il Lugo ha avuto una sola occasione e Lucchini ha parato la punizione di Pierantoni

Il secondo tempo si apre con un contropiede di Rosario che calcia debolmente dopo un contrasto energico dei difensore lughesi. Poi Motterle calcia alto dal limite su punizione.

Il Lugo non riesce a sviluppare il suo gioco e a creare pericoli: Canesso è chiuso dalla coppia Tabarin – Vivian e l’unico che cerca qualche improvvisazione è Pierantoni che però non trova la porta di Lucchini. Solo una punizione al 60′ comunque senza esito.

Al 85′ la gara si chiude: Rosario va via in contropiede e realizza il gol della sicurezza. Poi il giocatore di maggior classe del San Lazzaro,  che ha giocato in condizioni abbastanza precarie ma dimostrando il suo talento, viene sostituito da Corà per prendersi la standing ovation del pubblico di casa.

Finisce con le solite scene di giubilo. Il San Lazzaro è al quarto turno. Se vince la prossima gara entra nei primi 5 ( il Refrontolo è in testa alla graduatoria per aver vinto la coppa) se perde è comunque sesto visto che l’unica squadra che gli sta davanti fra le sedici vincenti dei play-off dei gironi è il Galaxy che oggi ha perso ai rigori ed entra nella graduatoria B. E poichè ci sono sette posti già disponibili è sicuro della promozione in Prima Categoria.

Mister Motterle a fine gara ” Nell’ultimo mese e mezzo abbiamo avuto 4/5 infortuni importanti, Pizzato, Pozza, Pensavalle, Kocic, e oggi anche la mancanza di Carmucci per squalifica, penso che è la vittoria di un grande gruppo ma direi di più di una squadra molto coesa e affiatata tra loro con un obbiettivo che pian piano nel corso del campionato si è sempre più fatto appetibile. E comunque tutto questo è frutto di un gran lavoro di due anni. Ringrazio i giocatori e i collaboratori: il Ds Demis Rebesan,  il diregente Montesello detto Monte, il nostro segnalinee Bellotto il massaggiatore Lorenzo Dall’Amico  e il Presidente Roberto Cervato. Un ringraziamento particolare anche a voi di calciovicentino.

Sull'Autore

Federico Formisano