Promozione

La squadra del giorno (13): Longare

Scritto da Federico Formisano

Longare anno zero. Dopo un annata in cui è successo un pò di tutto con l’ingresso in società di Antonio Mandato come direttore generale, il cambio di presidenza con Cabrellon al posto di Prosdocimi,  l’uscita di scena di Antonio Bottazzi e il cambio di mister con Filippo Cicero subentrato ad Alessandro Sgrigna, c’era bisogno di una ripartenza e la società ha affidato ad Antonio Mandato il compito di resettare il quadro e ripartire. Così i giocatori dello scorso anno sono stati lasciati liberi di accasarsi altrove. E così è iniziato il walzer delle partenze con il trio Michelon, Sandonà e Marchioron accasato a Bassano con Zanandrea  e Fasolo trasferiti al Trissino, con Contini passato allo Schio, con Dorio emigrato nel padovano a San Giorgio in Bosco, con i giovani Pegoraro e Donadello (al Le Torri) Zanotto (al Marola, ma ora nuovamente sul mercato) con Mazzaretto emigrato negli Stati Uniti, con Bruttomesso, Parise, Poltronieri e Massignani lasciati liberi . Di fatto della rosa dello scorso anno potrebbero restare solo alcuni giovani emergenti fra cui Pietro Faccio, classe 2001, uno dei giocatori più impiegati dai tecnici con 20 presenze e un gol.

Pietro Faccio

Mandato è partito dalla scelta del mister ed è andato sul sicuro con l’arrivo di un top come Beppe Camparmò ex mister di Tombolo, Vigontina  e Mestrino, ma sopratutto un allenatore molto stimato nell’ambiente del Longare per le ottime annate trascorse.

Con Beppe è arrivato anche il figlio Paolo, classe 1990, un attaccante che negli ultimi anni ha giocato sempre in Eccellenza con Belfiorese e Marosticense in particolare.

Paolo Camparmò

In rapida successione Mandato ha poi annunciato gli arrivi del portiere Alessandro Boaretto (97, 28 gare disputate)  dal Valdagno, dei difensori Elia Pertile (98, 27 gare) dalla stessa società biancazzurra e Ciro Aliberti, 1989, che viene dal Sona Mazza e che nel vicentino ha giocato con Valdagno, Montecchio, Real Vicenza, Trissino. A centrocampo ecco Davide Silo del 1997, dal Rivereel e   Paolo Lovato, classe 1992, 28 partite ed un gol con il Grisignano ed ex Rivereel, Infine in attacco è  arrivato Alberto Bonvicini, del  2000, che ha giocato 20 partite e realizzato un gol in Eccellenza con il Montecchio Maggiore.  Bonvicini ha giocato anche con il Bassano.  Il Longare non si ferma qui e sono in arrivo altri giocatori a rafforzare la squadra.

Alberto Bonvicini

Davide Silo

Paolo Lovato

Sull'Autore

Federico Formisano