Presentazioni Seconda Categoria

Presentazioni (59): Quinto e la comunità, legame stretto

Scritto da Federico Formisano

Testo di Federico Formisano, foto e raccolta dati di Debora Giorio

Una volta i Gelosi erano poco più di una trattoria di campagna e un luogo di incontro per il borgo di Valproto, frazione di Quinto Vicentino. Venerdì sera la trattoria dei fratelli Gelosi, figli di Rino il capostipite e l’iniziatore di questa tradizione, è ritornata ad essere un luogo di incontro della comunità. Alla presentazione della squadra di calcio, infatti, sono intervenuti il Sindaco, Renzo Segato,  l’assessore allo Sport,  Mirco Peruzzo, il presidente della Pro Loco, Pierangelo Piva. C’erano i vertici della società biancorosso con il presidente Erbi e nelle vesti di presentatrice Wendy Muraro, che di Erbi è stata anche la precorritrice, avendo guidato la società fino allo scorso anno.

Il momento del saluto del Sindaco

Il Sindaco Segato  ha esordito confermando la vicinanza dell’Amministrazione Comunale, ricordando che sia lui, che l’Assessore  Peruzzo e il Presidente Piva sono stati giocatori o genitori di giocatori. “ Comprendo che l’aspettativa  di una società e degli atleti sia quella di fare meglio dell’anno precedente.  Ma personalmente continuo a pensare che l’importante sia vedere il settore giovanile che cresce e i giocatori che portano con dignità la maglia del Quinto. Personalmente non sento il risultato come strategico ed importante. Prima di tutto metto il comportamento che diviene esempio; il mondo sta cambiando e riscoprire valori come quelli sostenuti dal mio predecessore Toni Berto da presidente di questa società è decisivo. L’amministrazione mantiene forte l’impegno di sostenere la squadra del Quinto, pur nei tempi difficili che tutte le amministrazioni comunali stanno sostenendo. “   Peruzzo e Piva hanno fatto un in bocca al lupo alla squadra ricordando di essere stati giocatori e dirigenti della società.

la presentatrice con Erbi e Giaretta

 

Il presidente Maurizio Erbi, dopo aver ringraziato l’Amministrazione,  ha voluto ricordare di essere  arrivato solo lo scorso anno alla Presidenza: “ una nuova situazione per me,  visto che venivo dall’esperienza da giocatore; devo dire che  mi sento a casa, siamo un bel gruppo, il settore giovanile sta ottenendo buoni risultati. Nutro la speranza che la prima squadra cresca e vi ricordo che  tutto il settore giovanile vi guarda. Alla prima squadra per i risultati ma anche per il comportamento” Il presidente ha chiuso il suo intervento augurandosi  impegno e rispetto e rispetto da parte dei giocatori  e non ha trattenuto l’impazienza di vedere all’opera questa squadra profondamente cambiata e rinnovata.

Il direttore sportivo Marino Orsolon , arrivato quest’anno alla Stanga dopo le esperienze al Bertesina e alla Stanga, ha prima di tutto impostato una garbata e scherzosa polemica con il Sindaco : “ io mi diverto solo quando vinco –  ha detto Orsolon in contrapposizione con la visione del primo cittadino- “ Sarò presente al campo  in occasione di tutti gli allenamenti per ascoltare  i giocatori , capire se ci sono problemi e offrire la mia piena collaborazione.

Marino Orsolon

Mister Giaretta ha innanzitutto  ringraziato il direttivo per la fiducia che gli è stata accordato. (è al quinto anno consecutivo sulla panchina dei biancorossi): “Quest’anno la società ha provveduto al cambiamento di metà della rosa, e di una parte dello staff. Credo che dovremo soprattutto  fare intravvedere la fame di risultati e l’ambizione. Chiedo che facciate emergere determinate qualità: fiducia nei compagni, rispetto fra di voi, lealtà in campo.   I risultati arriveranno attraverso l’impegno con la convinzione di avere dato il massimo”.  Giaretta ha poi ricordato che la  stagione sarà molto impegnativa:  “ci sono squadre che si sono rafforzate.  Ma io non vedo l’ora di cominciare.  E conto che anche voi non vediate l’ora di riprendere!”

 

Ed effettivamente è vero che c’è stato un ampio rinnovamento in casa Ac Quinto, in un gruppo che, dopo tre stagioni necessitava di nuovi stimoli. Così hanno lasciato i portieri Marchi (all’Spf) e Ambrosi (fine prestito, andrà al Berton Bolzano) i difensori Sette (al Telemar), Valentini (fine prestito andrà all’Arcugnano) e Pilotto (alla Fides) mentre appenderanno le scarpe al chiodo Merlo e Stella. In partenza infine anche Todescato (Spf), Alberti (Telemar), Tugnoli (Sovizzo), Basso (BP 93) e Zebele (Berton Bolzano).

 

Per contro sul piano degli arrivi,  il nuovo direttore sportivo Marino Orsolon ha provveduto a far si che giungessero a Quinto:   i portieri  Alberto Girotto (1993, 18 gare con l`Altair) e Marco Natalizi (1987, dall’Union Olmo Creazzo) i difensori Marco  Adamo (1993, dallo Junior Monticello), Andrea Nichele (1992, dal Pedezzi) i centrocampisti Carollo (ultima stagione alla Juventina Laghi), Antonio Conca (1990, 15 partite ed un gol con il  Telemar) e gli attaccanti Daniele Novello (1997, 24 partite ed un gol con l’Azzurra  Sandrigo) e Alessandro Tognato (1996, 21 partite e 2 gol con l’Altair).

Nuovo anche il preparatore dei portieri che sarà Denis Capparelli che prenderà il posto di Andrea Girardi che lascia l’attività, mentre il secondo rimane Daniele Scaramella.

lo staff

La Rosa: Portieri:  Alberto Girotto (93 dall’Altair), Marco Natalizi (87 dal Union Olmo); difensori: Marco Adamo (93 dalla Junior Monticello), Enrico Gaspari (95), Giacomo Guzzo (90, inattivo), Andrea Nichele (92 dalla Pedezzi), Nicola Salvò ( 93); centrocampisti: Morris Andriano (84), Andrea Carollo (96 inattivo), Matteo Cecchinato (90), Antonio Conca (90 dal Telemar),  Matteo De Boni (97), Davide Giaretta (96), Daniele Novello (97 dall’Azzurra Sandrigo), Marco Pignattari (96),  Giulio Ragazzi (85), attaccanti: Fabio Celin (94 dal Bp 93),  Paolo Frigo (95), Luca Guarino (98),  Luis Lizardo (98), Andrea Marangoni (95), Alessandro Tognato (96 dall’Altair),

Lo staff

Allenatore: Ivano Giaretta, vice allenatore Daniele Scaramella,  preparatore dei portieri Denis Capparelli massaggiatore: Giacomo Rigon   

Sull'Autore

Federico Formisano