Serie C

Ics fisso per l’Arzignano ancora imbattuto dopo 3 giornate

Scritto da Federico Formisano

Terzo pareggio consecutivo in campionato per i giallocelesti, che contro gli umbri passano in vantaggio a fine primo tempo con la punizione di Maldonado, si vedono rimontare dal pari di Cersaretti, e nel finale sfiorano una vittoria che sarebbe stata legittima con le chance per Rocco e Heatley. Ora testa alla trasferta di San Benedetto del Tronto, intanto lunedì sera in Piazza Libertà ad Arzignano ci sarà la Presentazione Ufficiale

ARZIGNANO VALCHIAMPO – GUBBIO 1-1 (pt 1-0)

ARZIGNANOVALCHIAMPO (4-4-2): Tosi ; Tazza , Pasqualoni , Bachini , Maldonado (83′ Hoxha ) ; Balestrero , Casini (83′ Valagussa ) , Perretta , Pattarello (90′ Ferrara) ; Cais (70′ Flores Heatley ) , Rocco . A disposizione: Amatori, Bozzato, Bonalumi, Lo Porto, Antoniazzi, Cavaliere, Piccioni. Allenatore: Alberto Colombo .

GUBBIO (4-3-3): Ravaglia ; Konaté , El Hilali , Bacchetti , Munoz (46′ Cinaglia poi 62′ Bangu); Meli (46′ Lakti) , Sbaffo , De Silvestro ; Filippini , Manconi (85′ Sorrentino) , Malaccari (46′ Cesaretti ) . A disposizione: Zanellati, Maini, Battista, Zanoni, Ricci, Tavernelli. Allenatore: Federico Guidi .

ARBITRO: Luca Cherchi

MARCATORI: pt 46′ Maldonado (A). St 22’ Cesaretti (G).

SPETTATORI: 227 biglietti venduti + 118 abbonamenti. Incasso 1250€

AMMONITI: 60′ Sbaffo (G); 87′ Sorrentino (G). ESPULSI: nessuno. ANGOLI: 5-6. RECUPERO: pt 1, st 4

Nicola Ciatti Ufficio Comunicazione FC Arzignano Valchiampo

VICENZA (VI) – L’FC Arzignano Valchiampo pareggia per 1-1 allo Stadio Menti di Vicenza contro il Gubbio e conquista il terzo risultato utile consecutivo di questo avvio di campionato. Un punto che va visto sotto due punti di vista differenti: da un lato la continuità di risultati che in questa categoria è sempre importante, dall’altro il rammarico per non aver saputo sfruttare le tante occasioni avute per brindare a quello che sarebbe stato un successo legittimo.

SCELTE – Mister Colombo deve rinunciare agli infortunati di lungo corso come Anastasia, Russo e Bigolin, mentre recupera Ferrara che va in panchina. Come previsto alla vigilia assente anche Barzaghi, sostituito sulla corsia di sinistra da Perretta.

PRIMO TEMPO – Nei primi minuti i giallocelesti si mostrano intraprendenti, provando a giocare palla e avvicinarsi alla porta ospite, mancando però al momento di concludere. Al 25’ assist dalla destra di Munoz a servire Sbaffo che, troppo solo a centro area, di testa impegna Tosi. Un minuto più tardi cross dalla sinistra di Perretta per un accorrente Cais, che di testa mette a lato. Al 28’ azione personale di Pattarello dalla sinistra che si accentra in area di rigore e spara alto sul primo palo della porta difesa da Ravaglia. Al 37’ azione dell’Arzignano con Casini che mette una palla al centro dell’area di rigore ma la difesa ospite sbroglia. Al 38’ tentativo di Maldonado da fuori smorzato dalla difesa, palla comoda tra le braccia di Ravaglia. Al 39’ azione di Casini che serve Rocco, che si accentra e lascia partire un tiro ampiamente fuori misura. Al 46’, poco prima dell’intervallo, arriva il primo gol in Lega Pro dell’Arzignano, e lo segna capitan Luis Maldonado, che direttamente da calcio di punizione trafigge un non impeccabile Ravaglia.

RIPRESA – Si parte con il Gubbio protagonista al 6’ con la discesa di Sbaffo, e la girata di Manconi a lato. Al 12’ su calcio d’angolo colpo di testa da posizione centrale di Sbaffo con Tosi che blocca sicuro in due tempi. Al 22’ arriva però il pareggio degli ospiti: il neo entrato Christian Cesaretti approfitta di una leggerezza difensiva gialloceleste per pareggiare i conti. Al 25’ azione personale di Pattarello che salta anche Ravaglia ma spara incredibilmente fuori al momento della conclusione.

Al 30’ calcio d’angolo gialloceleste, sponda di testa di Tazza con Bachini che non trova però lo specchio della porta. Chance pazzesca per i giallocelesti al 31’: tiro sul palo di Kayro Flores Heatley, sulla ribattuta incredibile errore a porta vuota di Rocco che calcia alto. Al 93’ colpo di testa di Kayro Flores Heatley, di riflesso Ravaglia alza sopra la traversa. Nel finale, poco prima del fischio dell’arbitro, un altro legno a dire di no ai tentativi dei giallocelesti.

PAREGGIO FINALE – Finisce dunque col terzo pareggio consecutivo in questo avvio di stagione per i goallocelesti, che ora dovranno iniziare a pensare alla prossima partita, domenica prossima alle 15.00 sul temibile campo della Sambenedettese. Prima però ci sarà un appuntamento importante, lunedì sera alle 20.00 in Piazza Libertà ad Arzignano, la Presentazione Ufficiale a stampa e tifosi.

Al termine della partita col Gubbio, nella sala stampa dello Stadio Menti di Vicenza, il tecnico dell’Arzignano Valchiampo, Alberto Colombo, ha analizzato in modo obiettivo il punto ottenuto con gli umbri.

“C’è tanto rammarico –spiega- sia da parte mia che dei ragazzi. Giocare così e non vincere ci lascia amaro in bocca. Ora ci aspettano partite difficili come Sambenedettese e Sudtirol, quindi i tre punti ci avrebbero fatto comodo e sarebbero stati meritati. Quando fai una prestazione così, devi per forza portarla a casa: purtroppo siamo qui a recriminare. Teniamoci di buono la prestazione, positiva sotto il profilo tecnico e del carattere”.

Sull’ingresso di Heatley, dovuto ai crampi di Cais: “Cais è uno che sa tenere palla, mi fa salire la squadra. Rocco e Pattarello invece sanno giocare sugli spazi e hanno giocate personali importanti. Kayro invece mi sembra una via di mezzo tra queste caratteristiche: le sue qualità ci saranno molto utili nel corso della stagione”.

Sulle caratteristiche della squadra: “Abbiamo confermato di poter essere una squadra abile nelle ripartenze; ma allo stesso tempo dobbiamo migliorare in fase realizzativa. Abbiamo peccato molto in conclusione e nell’ultimo passaggio: chiedo loro un lavoro di molto sacrificio, per cui a volte arrivano in zona gol meno lucidi. Siamo una squadra da contropiede, ma nel primo tempo abbiamo gestito palla e possesso con personalità, facendo le scelte giuste, a parte negli ultimi venti metri. Siamo stati bravi a non smarrirci dopo il gol subito, e a riportarci nella loro metà campo”.

 

Sull'Autore

Federico Formisano