Terza Categoria

Trasferta vittoriosa del Vicenza nel derby di Coppa con l’Altair

Scritto da Federico Formisano

Altair- Vicenza Fc 1-2

Con 2 gol nel primo tempo la squadra di San Bortolo conquista la prima vittoria stagionale nella Coppa Provincia di Vicenza di Terza Categoria

ALTAIR: 1. D’ANGELO Alessandro, 2. ROMANONI Giacomo (dal 13’ st 13. ORCIANI Eric), 3. IOVERNO Alessandro (dal 13’ st 14. CAREGNATO Davide), 4. TOGNATO Michele, 5. MUNARO Kevin, 6. GASTALDELLO Tommaso, 7. CEROVIC Nikola (16’ st 17. BOLCATO Alessandro), 8. PAVAN Matteo, 9. CAUZZI Andrea, 10. BASSO Tommaso ©, 11. URBANI Tommaso. A disposizione in panchina: 12. LUCIANO Andrea, 15. CANAZZA Giovanni, 16. TOGNAZZA Fabio, 18. FAVA Federico.  Allenatore: Giuseppe SAMMARCO

FC VICENZA: 1. VERDI Filippo, 2. CONSOLI Edoardo (dal 38’ st 18. DI BONA Gianluca), 3. FORCELLATI Giancarlo ©, 4. ZANINI Samuele (dal 26’ 19. COSTA Umberto), 5. FARINA Leonardo, 6. TRIVIC Nikola, 7. BLAGOJEVIC Nikola, 8. CAMPANA Nicolò (dal 20’ st 15. SAGGIORO Matteo), 9. TOFFANIN Tommaso (dal 15’ st 14. FRISELLI Alessandro), 10. SECCO Alessandro, 11. BENINATI Ruben (dal 29’ st 16. SCAVULLO Mattia). A disposizione in panchina: 12. GIANESINI Riccardo, 13. MINGARDI Stefano, 17. CARIOLARO Alessandro. Allenatore: Massimiliano PASTORE

dav

Arbitro: Thomas Gianesello (Sezione di Vicenza)

Marcatori: 18’ pt Beninati (FCV), 32’ pt Zanini (FCV), 43’ st Cauzzi (A) rig.

Ammoniti: Consoli (FCV), Blagojevic (FCV), Saggioro (FCV) e Costa (FCV)

Espulsi: Muraro (A)

Bella partita oggi al sintetico di Via Calvi tra due squadre che, evidentemente, stanno ancora cercando la forma migliore in vista dell’inizio del Campionato di settimana prossima.

È stata una partita equilibrata, con i padroni di casa ben ordinati e ben schierati in campo da Mister Sammarco, meglio in fase difensiva e nella costruzione del gioco a centrocampo, un po’ imprecisi e ancora da registrare nel gioco negli ultimi 30 metri. L’FC Vicenza, che con una rosa incompleta e in costruzione aveva perso forse immeritatamente 7 giorni fa all’esordio con il 7 Mulini e che nell’amichevole infrasettimanale con il San Tomio, finita 3-3, aveva mostrato segnali di ulteriore crescita, ha prevalso sugli avversari nel possesso palla, nella conduzione del gioco, nel numero delle conclusioni e delle occasioni. Il risultato finale appare quindi sostanzialmente giusto e fa ben sperare Mister Pastore che con ben 6 tesseramenti completati in settimana e almeno un altro paio da portare a termine prima della chiusura di venerdì prossimo, comincia ad intravedere il completamento della rosa su cui e con cui ha lavorato da ferragosto per affrontare un campionato che, dopo l’esperienza da matricola lo scorso anno nel girone padovano, ha intenzione quest’anno di provare a vivere da protagonista a Vicenza.

L’FC Vicenza fa sua la partita con un primo tempo più brillante di quello dei padroni di casa. L’inizio è di sostanziale equilibrio anche se con il passare dei minuti sono gli ospiti che iniziano a prendere in mano le redini del gioco fino ad arrivare a concretizzare la propria supremazia al 18’ con un guizzo del giovane Beninati classe 2001. L’Altair subisce il colpo e stenta ad organizzare una reazione. Ne approfitta l’FC Vicenza che al 32’ raddoppia con una conclusione dal limite di Zanini.

Le squadre vanno al riposo con gli ospiti meritatamente avanti per 2-0 e le fasi iniziali della ripresa poco si discostano dal copione del primo tempo. A peggiorare le cose per i locali arriva al 6’ minuto l’espulsione del difensore centrale Munaro reo di un’entrata scomposta e pericolosa su un avversario che il direttore di gara Gianesello della Sezione di Vicenza, molto vicino nell’occasione e molto attento nell’arco di tutta la partita, decide di sanzionare con un rosso diretto. Paradossalmente l’uomo in più sembra arrecare più danno che beneficio agli ospiti che sembrano perdere un po’ della concentrazione e della grinta messa in campo sino a quel momento. Ed infatti tra il 9’ e l’11’ l’Altair confeziona tre tra le azioni più pericolose della sua gara, due con il n. 7 Cerovic ed una con il numero 10 Basso, trovando però sempre pronto il portiere ospite Verdi. Passato il momento l’FC Vicenza si riorganizza e si mette tranquillamente in controllo della partita che si avvia senza ulteriori grossi sussulti verso il fischio finale. A movimentare un po’ i minuti terminali ci si mette un braccio “malandrino” del centrale Trivic su cui, a centro area, incoccia un tiro, nemmeno pericoloso peraltro, di un attaccante di casa. È il 43’ e nonostante ai più il braccio sia apparso ben stretto al corpo, l’arbitro decide di assegnare ai locali un calcio di rigore che il centravanti Cauzzi realizza spiazzando l’incolpevole Verdi. Il gol realizzato dà ovviamente morale ai padroni di casa ma il tempo di gioco rimanente è ormai agli sgoccioli e gli ospiti non hanno difficoltà a far scorrere i cinque minuti che il direttore di gara concede come recupero e portano meritatamente in porto una vittoria che ne riapre le chances di qualificazione.

Cauzzi Andrea

La classifica del girone infatti, dopo la seconda giornata, dice 7 Mulini 6 punti, FC Vicenza 3, Rampazzo 2 e Altair 1. Mentre quindi le possibilità di passare il turno per l’Altair, con 1 pareggio e 1 sconfitta, sono ormai compromesse, all’FC Vicenza basterà un pareggio nell’incontro casalingo contro il Rampazzo il prossimo 19 settembre per qualificarsi ai quarti di finale della Coppa Provincia di Vicenza di Terza Categoria. (sc)

Sull'Autore

Federico Formisano